Utente
Buongiorno,
mi presento... mi chiamo Alessandro, ho quasi 44 anni, sono alto 185 e peso 82kg.

Nel 2008 ho eseguito un'ablazione con radiofrequenza all'ospedale Ca' Granda di Milano (Niguarda).

Soffrivo di sindrome di WPW sin da ragazzino, ecg con preeccitazione ventricolare (tipica onda delta) ed episodi di tachicardia parossistica sopraventeicolare con 200/250 battiti al minuto per circa 30 minuti.

Inizialmente gli episodi erano molto isolati, una o due volte all'anno, poi via via sempre più frequenti... sono stato in cura con ritmonorm per qualche anno, il quale mi aveva migliorato molto le tachicardie (frequenza molto più bassa e durata notevolmente inferiore, anche pochi secondi), poi finalmente nel 2008 ha fatto l'ablazione.

L'ablazione è andata bene, ecg sempre perfetti, onda delta scomparsa, basta tachicardie se non leggeri run di 5 o 6 battiti, ma molto raramente, ed extrasistole... Aggiungo che ho continuato a "soffrire" di extrasistole (ne soffro da sempre) con alcuni periodi dell'anno in cui ne ho di molto frequenti e fastidiose.


Ultimamente mi sono riapparsi episodi di tachicardia sopraventricolare parossistica, abbastanza frequenti.

La frequenza cardiaca non è molto alta, circa 150 battiti al minuto e la durata è in media di 10/15 secondi.

Ho fatto degli ecg, l'ultimo 10 giorni fa (ecg a 12 derivazioni), ma tutto ok.

L'ecg è assolutamente normale, nessuna preeccitazione (onda delta assente), quindi non capisco il perché di questo ritorno di lievi tachicardie.

Senza preeccitazione nell'ecg, non si può parlare di WPW, infatti so che per parlare di sindrome di WPW occorre avere "segni"; specifici nell'ecg (onda delta) ed anche sintomatologia (episodi di tachicardia).

Ho sempre eseguito regolarmente negli anni gli ecg, e sempre risultati perfetti, onda delta scomparsa, compresi gli ultimi due ecg fatti a distanza di qualche mese (l'ultimo appunto 10 giorni fa), quindi non credo si possa parlare di recidiva.

Significa che ho oltre vie anomale?

La cosa che mi viene in mente è che possa essere una tachicardia da rientro nodale, quindi che non abbia a che fare col fascio di Kent (in quanto ecg perfetto).

Però se fosse così, significa che l'ho sempre avuta, allora perché proprio ora inizia ad infastidirmi?


Grazie mille e scusate se mi sono dilungato.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Perche' ricominci a darle fastidio e' un quesito al quale nessuno potra' risponderle onestamente

Programmi un Holter per valutare il tipo di arimie che la infastidiscono

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille caro dott. Cecchini per la risposta.
Due domande se possibile:

1) è corretto dire che teoricamente non è più WPW essendo che io avevo un'onda delta sempre presente e persistente, mentre ora l'onda delta non c'è più? In 12 anni ho fatto diversi ecg, e mai piu' presenza di preeccitazione.

2) essendo che queste tachicardie hanno un frequenza di 150/160 battiti e durano pochi secondi (massimo 20 secodi, in media sui 10 secondi) mi fa pensare che il fascio accessorio non conduca molto perché la tachicardia di interrompe molto rapidamente, quindi non dovrebbe essere pericolosa, è corretto?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
le rispondo con ordine

1 tutto sta a vedere con un holter durante i sintomi se compare in onda delta

2 non è assolutamente vero.

esegua un holter così taglia la testa al toro

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per la risposta.

1) ok, quindi non serve la presenza di preeccitazione in ecg + sintomatologia per parlare di WPW. Uno può anche non avere preeccitazione ventricolare, ma avere onda delta durante la tachicardia per parlare di WPW.
È corretto?
Scartavo la WPW, perché molti aritmologi non parlano di WPW se il fascio di Kent è occulto, considerano WPW solo se preeccitazione presente in ecg o al massimo intermittente, però generalmente se intermittente è considerata meno pericolosa perché la via accessoria non dovrebbe essere in grado di sostenere una conduzione 1:1

2) Si scusi, questa era una mia stupida deduzione perché durante lo studio elettrofisiologico e l'ablazione, gli aritmologi mi hanno detto che la mia non era via accessoria pericolosa, quindi considerando che ora sia la stessa leggermente "risvegliata", se non era pericolosa allora, ora lo dovrebbe ancora meno.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma mi pare che lei abbia le idee confuse ed i suoi ragionamenti non portano a niente

lei ha eseguito una ablazione per wpw.
continua a presentare episodi di palpitazioni ma lo ecg basale, è normale.
deve eseguire un holter per verificare se queste aritmie sono caratterizzate da pre eccitazione , il che non è detto

la stragrande maggioranza dei wpw NON è pericolosa

con questo la saluto

cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Caro dott. Cecchini,
in attesa di Holter e visita cardiologica, una dimanda:
Anni fa mi prescrissero Lobivon 5mg, perché avevo la pressione minima leggermente borderline (125/90 a volte 95) che mal tolleravo, mi causava capogiri.. mi diedero 1/4 di pastiglia la mattina ed 1/4 la sera, ma ora ho letto che con disturbi gravi della conduzione cardiaca è da evitare. Cosa faccio? Sospendo?
Grazie

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
ma per cortesia , nin diciamo baggianate.
lei nin ha ancora eseguito un Holter invece di digitare ?

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Grazie Caro dott. Cecchini,
Ho già l'impegnativa, domani prenoto..
Scusi se le domande sono stupide è che (forse lo avrà capito) sono un ipocondriaco ansioso e quando ho letto "evitare l'assunzione in caso di gravi problemi al sistema di conduzione cardiaco", mi sono spaventato, la TPSV indipendentemente che la mia sia ancora wpw oppure no, è un problema di conduzione elettrico..

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
se lei è ipocomdriaco come lei stesso dice non ha bisogno di un cardiologo ma di uno psicoterpeuta

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10] dopo  
Utente
Purtroppo si, caro dott. Cecchini,
ma le TPSV non me le invento, avendo avuto la wpw ed avendola sempre vissuta con angoscia, ora che mi sono tornate queste palpitazioni, anche se brevi, mi creano angoscia.. mi fanno ripiombare in un problema che pensavo di aver risolto, magari non è più wpw, però mi fa pensare che qualche "fascio" ablato abbia ripreso a condurre, magari solo in senso ortodromico

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Per questo le ho consigliato un Holter .
arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#12] dopo  
Utente
Caro dott. Cecchini, ho eseguito l'Holter, era a 5 derivazioni, sotto l'esito:
Ritmo di base sinusale costante
Normali valori di frequenza cardiaca media
Normale conduzione atrio-ventricolare
Normale conduzione intra-ventricilare
Un BEVS
Assenza pause patologiche
QTc medio normale

Purtroppo non ho avuto episodi di TPSV, quindi non so se compaiono ancora in preeccitazione ventricolare o no.

[#13] dopo  
Utente
Caro dott. Cecchini, (continuo qua perché avevo terminato i caratteri disponibili).. a seguito del risultato dell'Holter che le ho riportato sopra, qual è il suo parere? Posso escludere o no recidiva wpw?
Cosa posso fare?

Grazie per tempo che le sottraggo.

[#14]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ha un holter normalissimo

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#15] dopo  
Utente
Caro dott. Cecchini,
ma quindi secondo la sua esperienza e visto l'esito dall'Holter, queste mie TPSV non sono più riconducibili a wpw?
Saranno TPSV da rientro nodale?
Oppure wpw da fascio di Kent occulto?

[#16]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma l holter non dimostra alcuna TPSV,...almeno così lei scrive

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#17] dopo  
Utente
Eh si, purtroppo non ne ho avute in quelle 24 ore, ma ultimamente (circa da 2 mesi) accuso TPSV, si innescano improvvisamente a riposo, durano al massimo 30 secondi circa (solo una volta è durata 2 min) ed improvvisamente cessano. Vorrei capire se si tratta ancora di wpw o no.
L'unica soluzione è registrare il battito durante una TPSV? Essendo l'Holter normale non posso comunque escludere nulla?

[#18]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ci sono degli apparecchietti relativamente economici, delle dimensioni di una carta di credito , capaci di registrare una traccia durante l'evento che si puo scaricare su un trelefonino, in modo da individuaree l'aritmia che infastidisce.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso