Utente
Salve mia mamma ha 82 anni.
Da 4/5 giorni mia mamma sta male avverte dolori allo stomaco, capogiri, nausea, inappetenza e non riesce a saturare a sufficienza nonostante l'ossigeno h24 (dopo tali episodi 10-12 l/m).
Abbiamo chiesto un consulto a due cardiologi che sono venuti a visitarla a casa... Gli è stato fatta una ecocadiografia domiciliare con i seguenti risultati: sat.
90% (12l/m), p.
a. 80/60 f.
c 100.
All'eco: vci 1, 9 1, 4 cm; versamento pericardico posteriore (max 1, 4 cm); atrio sx di normali dimensioni (4 cm); valvola aortica con lieve insufficienza, ventricolo sx con cavità fortemente compressa dalla predominanza dx 0, 9 1, 6, 3, 9 2, 7, sotto paradosso 1 1, 4, va ipertensione polmonare FE 59%; valvola aortica calcifica con grav.
max 8 mmhg, lieve insufficienza, fortemente dilatate le sez.
con insufficienza TR.
SEVERA e PAP1 100 mmhg TAPSE 1, 4 cm.
Cura domiciliare predisposta lasix 500mg 1/4 cp.
al mattino, lanoxin 0, 250 mg al dì, seleparina 0, 3 ml 1 fl.
s.
c. mattina e sera.
Sospendere bisoprololo e cardirene.
Il problema che mi pongo è questo: il cardiologo che gli ha fatto eco ha consigliato di non portare mia mamma in ospedale sia a causa dell'emergenza Covid, sia perchè nelle sue condizioni non sopporterebbe una cardioinversione con amiodarone, sia infine perchè l'unica pratica che farebbero è quello di porla in terapia intensiva e di intubarla con zero possibilità di vederla poi tornare a casa.
Ciò che consiglia, quindi, è di continuare con la cura domiciliare prescritta, modulando il lanoxin in base al test della digossimia e casomai valutando un passaggio dalla seleparina al NAO dopo aver effettuati altri esami ematici, e sperare così in un suo recupero.
Siete d'accordo con tale diagnosi e prognosi?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mancano tutti i dati relativi alla funzione ventricolare sinistra, alla valvola mitralica...

Se la pressione polmonare calcolata fosse davvero 100 mmHg sua madre non avrebbe alcuna possibilita' di sopravvivere, data anche l' eta' sia in ospedale che a casa.

Il lasix al dosaggio di 500 mg e' un incitamento al suicidio. (non so ovviamente azotemia, creatininemia ed elettroliti della paziente, ma dosi cosi equine di furosemide fanno rabbrividire.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore grazie per la risposta. Dal referto il cardiologo per il ventricolo sx e la valvola aortica ha riportato:
- Valvola mitralica con lieve insufficienza;
- Ventricolo sx con cavità fortemente compressa dalla predominanza dx 0,9 1,6, 3,9 2,7, sotto paradosso 1 1,4.
Per quanto riguarda gli esami ematici li ho avuti solo ieri:
Urea 154, Creatinina 2.55, Sodio 133, Potassio 5,49 Calcio 9,4, Magnesio 2,8, Proteina C reattiva 0,42.
Per il lasix 125 mg mamma è affetta da ipertensione polmonare secondario ed è in cura con tale dose da quasi un anno, così come consigliato all'atto delle dimissione dall'Ospedale nel Dicembre del 2019 e dal cardilogo che l'ha avuta in cura per tutto il tempo, sostenendo che è l'unico farmaco che la mantiene in vita.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non concordo assolutamente perché la furosemide come tutti i diuretici NON aumentano la,sopravvivenza.
Usare dosaggi così,elevatimfavorisce come vede bene dai valori di creatinina, azotemia e,potassemia .
la,paziente deve, al contrario ,bere

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso