Utente
Buonasera, Ho 32 anni, 73 kg per 172 cm.
Sento che qualcosa in me non va e ogni mio malessere purtroppo mi riconduce al cuore, e il tutto sembra peggiorare, a volte sembra essere tornato tutto alla normalità ma poi ecco che il tutto ritorna.
verso giugno del anno scorso, ma per lo più per l intera estate sono iniziato a stare male, stanchezza strana e continua, ma soprattutto mi capitava di scendere dalla macchina e avere subito fiatone, sentire fatica, battiti che aumentano ecc... come anche raccogliere qualcosa da terra.
le cose più semplici c'è anche tenere un braccio alzato con un dono asciugandomi i capelli mi affaticavo, come anche fare una decina di scalini, insomma tutte quelle cose che nella normalità non dovrebbero dare disagio.
ho effettuato svariate analisi e visite ecc ma nulla.
passata l estate 2019 o effettuato a fine novembre una visita cardiologica completa, ecg, un eco cuore durato all incirca 8 minuti e auscultazione delle spalle.
cuore sano e perfetto, solo un blocco di branca destra.
nel 2020 non ho tanta memoria di sintomi specifici, tranne che negli ultimi mesi, 2 3 mesi circa, e adesso il tutto sembra peggiorare, quasi come se il mio cuore non tollerasse più nulla. E come se in determinati momenti o circostanze determinate sensazioni si eccentuano.
il panico e l ansia oramai e diventata incontrollabile, ogni cosa mi allarma, tutti i sintomi esposti in precedenza sono tornati, non sento più la sonnolenza, ma soltanto un affaticamento per le cose più banali, alzarmi dal letto e camminare, e fare altre cose banali, subito percepisco un affaticamento a carico del cuore, come anche bere a volte mi affanna, e ho notato che se misuro la pressione subito dopo che mi alzo dal letto nel momento che ho quest' affanno e affaticamento e spesso alta... 140 90 tipo... io lavoro, sono oss, e la cosa strana è che durante il lavoro e come se tante mie sensazioni negative spariscono, li per li nelle prime ore che lavoro quasi mi sento affaticato ma pian piano e come se le energie mi tornano e non provo tutti quei sintomi che invece provo quando sono a riposo.
e come se il mio cuore avesse degli stimoli, movimento ecc che fanno sparire i sintomi.
mentre quando non lavoro ogni cosa mi affatica, e non può essere solo la testa, poiché quando ci si trova di fronte una stanchezza e affanno strano e immotivato ce ne accorgiamo.
io sento di non stare bene.
come le ho detto conto i battiti, e sono lenti, da appena sveglio misuro 48 battiti, mentre da sdraiato sul letto O seduto misuro sempre battiti bassi 53 55, e ciò a volte mi porta sbandamenti, quando il cuore rallenta tanto lo sento pulsare nella testa come se facesse fatica a pompare, una strana pesantezza e capogiro, come se dovessi muovermi per stimolarlo... solo quando lavoro sembrano aumentare.
sul letto a riposo sto bene, come mi alzo mi affatico.
Ho fatto un toracico e non c'è nulla, due ECG in un mese e non c'è nulla.
per tranquillizzarmi devo porre questa domanda, mi spaventa lo scompenso e l insufficienza cardiaca.
Se questi miei sintomi fossero un campanello d allarme di una patologia del genere, basandomi solo sui due ECG recenti e non sul ECG ed eco del anno scorso, sarebbe risultato qualcosa?
Basta un ECG ha evidenziare uno scompenso?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lo,scomparso,cardiaco si esclude con un ecocolordoppler cardiac0 e con il dosaggio del pro BNP NT
ma non mi pare che lei abbia sintomi di scompenso.

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,ho appena letto.
Quindi diciamo che un semplice ecg non può rilevare un insufficienza cardiaca.
Io appunto ho pensato a queste due tipologie di patologie,insufficienza e scompenso,proprio per quei sintomi che ho elencato.purtroppo a volte si cerca di fare combaciare i propri sintomi alle malattie che più spaventano.e da quanto ho letto,momenti di fame d aria,affaticamento facile..ma soprattutto affanno e fatica al minimo sforzo,vengono classificati come campanelli d allarme che possono riguardare appunto queste due cose.apprezzo moltissimo il consigli riguardo i due esami che ha consigliato per escludere uno scompenso.
Per stare tranquillo farò l esame del dosaggio del BNP.
un ultimo chiarimento,ho sempre pensato che ecocolor doppler e ecocardio fossero la stessa ,e invece non e così.mi piacerebbe comprendere le differenze e perché l' ecocolor doppler e più consiglaivo per quanto riguarda lo scompenso e l insufficienza!...dunque deduco che un eco cuore non è utile riguardo tali due patologie.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
nel 2020 dopo,essere andati su Marte si esegue solo un ecocolordoppler cardiaco

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Buonasera..le porto un piccolo aggiornamento.ho prenotato un ecocolor doppler cardiaco per fine mese..dato che prima del estate ho effettuato un eco cuore soltanto.
Stavo visionando la carta del ultimo esame e sotto la descrizione del referto alla voce "eco" leggo : al color doppler ecc ecc..
Dunque sarebbe questo l eco color doppler...alcuni magari fanno l eco semplice senza io color doppler..o l eco comprende entrambi?..dato che e negativo e opportuno ripeterlo dato i miei sintomi e le mie paure per lo scompenso e l insufficienza cardiaca,oppure posso procedere solo al esame del dosaggio del BNP?..grazie

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
rilegga per cortesia la mia risposta n 3

si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso