Utente
Buona sera dottori,
faccio questo consulto perché dopodomani farò l’ecografia al cuore, come ormai faccio ogni 2/3 anni, in quanto ho dalla nascita una lieve insufficienza mitralica.
Gli ultimi due eco che ho fatto 2016 e poi 2018 non hanno riportato alcuna variazione nella mia situazione.
Qualche settimana fa in seguito a delle extrasistole ho fatto una visita cardiologica, poi il mio medico ha collegato il disturbo ad un disturbo intestinale e non del ritmo, però avendo la pressione molto alta (150/90) mi ha invitato a misurarla a casa per i prossimi 10 giorni, ed effettivamente in questi giorni, la mia pressione oscilla tra 105/130 e 70/80, però quando ho da fare una visita, io entro in ansia giorni prima, infatti anche adesso comincio a sentirmi teso per l’esame che dovrò fare dopodomani, la mia domanda è la seguente, se durante l’eco, a causa dell’ansia avrò la pressione alta e la frequenza cardiaca elevata, il risultato potrà essere più grave, e quindi magari la mia insufficienza risultare aggravata?

ricordo che nel 2018 (periodo in cui soffrivo già di ansia) feci l’esame con parecchia tensione, questo potrebbe determinare qualcosa?


inoltre ho un’altra domanda, se in questi 2 anni sono stato in ansia per esami dell’università o stress vari, è possibile che il mio cuore si sia danneggiato ulteriormente?

grazie per il tempo dedicato e le auguro una buona giornata

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le rispondo con holter

- la sua ansia che pare severa va curata con specialisti
- la sua ansia non modifica certo il suo grdo di insufficienza mitralica
- eviti ovviamnte caffeina teina e nicotina
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottor cecchini, ho fatto la visita e vorrei un suo parere, ecco i risultati:
Normali dimensioni radice aortica del tratto ascendente addominale; Normale morfologia e funzionalità dell’apparato valvolare aortico.
Atri ai limiti per dimensioni e area, Setto interatriale assottigliato ma integro, Normale morfologia dell’apparato valvolare mitralico con deficit di coaptazione dei lembi e lieve rigurgito centro-valvolare.
Normali dimensioni del ventricolo sx normali spessori parietali, ipercinesia con normale funzione sistolica globale ( MAPSE: 15mm FE 65%).
Ventricolo dx di normali dimensioni con normale funzione sistolica longitudinale.(TAPSE: 28mm) Vena cava ai limiti per dimensione collassabile con gli atti del respiro. Apparato valvolare polmonare nella norma, paps 28mm di hg, pericardio indenne, controllo tra 2 anni.

questo è il referto dottor cecchini, posso condurre una vita normale ?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Essendo un esame normale ovviamente si

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Va bene grazie mille dottor cecchini, le volevo inoltre chiedere cosa significa Vena cava ai limiti per dimensione collassabile con gli atti del respiro , nella mia ignoranza penso che non sia una cosa positiva ..

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tutt'altro...e' segno indiretto di una normale pressione venosa centrale

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso