x

x

Leucociti, monociti e mpv alti dopo un mese da infarto

👉Scopri come misurare la saturazione e come interpreare i valori

Buongiorno
scrivo per mio padre, 74 anni, che ha avuto un infarto un mese fa, per una conoraria ostruita.
Ha avuto una angioplastica in urgenza e altre due dopo due giorni.
Diabete di nuova insorgenza.

I farmaci che assume sono:
NORVASC 10 MG
TORVAST 80 MG
BRILIQUE 90 MG
CARDIOASPIRINA 100MG
PANTORC 20 MG
RAMIPRIL 5 MG
METFORMINA 500 MG

Dagli esami che ha fatto ieri risultano questi valori:
LEUCOCITI 11.44 (4, 80 10, 80)
ERITROCITI 4, 72 (4, 70 6, 10)
EMOGLOBINA 13, 8 (14 18)
MPV 13, 6 (7, 20 11, 10)
PIASTRINE 141 (130 400)
MONOCITI 10, 4 (3, 40 10)
MONOCITI VALORE ASSOLUTO 1, 19 (0, 16 1)

EMOBLOBINA GLICATA 51 (20 42)
EMOGLOBINA GLICATA 6, 80 (4 6)

Ho notato valori elevati di leucociti, monociti e mpv.
In attesa della visita del controllo, ritenete che ci siano cose da fare?
Questi valori sono preoccupanti?

Grazie per il vostro lavoro prezioso
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Non sono certo preoccupanti, la terapia pare ben impostata.
Suo padre e' fumatore/bevitore?


grazie

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la veloce risposta, no non fuma e non beve. Fino a qualche anno fa ai pasti beveva un bicchiere di vino, ma non più. Mi ero un po' spaventata per questi valori...che mi sembravano elevati, e appunto mi chiedevo se ci fossero rischi particolari, in attesa della visita ospedaliera.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
assolutamente nessuna preoccupazione

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie di nuovo, buona giornata!
[#5]
dopo
Utente
Utente
buongiorno Dottore, torno a scriverle e approfittare della sua gentile disponibilità.
Mio padre ha fatto la visita di controllo ed è andata abbastanza bene, il cuore è un pochino ipertrofico ma per il resto dovrebbe essere adeguato. L'unica cosa che rimane è la pressione che al mattino è troppo alta (la minima va bene e la massima spesso va sui 150/160). Poi questo valore scende dopo la pasticca del mattino e soprattutto quando fa un po' di movimento (scende quasi troppo, sui 120/130 e lui sente girare la testa). Mi chiedo tuttavia se forse sarebbe il caso di modificare la terapia? il cardiologo suggerì di attendere un pochino perchè si va nella stagione calda e probabilmente potrebbe abbassare da sola, lei che ne pensa? i valori durante la giornata sono buoni mentre è soltanto quello della mattina che è elevato, mi farebbe piacere un suo consiglio...
la terapia che attualmente segue è:
norvasc 10 mg la mattina
torvast 80 mg alle 22
brilique 90 mg alle 8 e alle 20
cardioaspirina alle 12
pantorc 20 mg alle 8
metformina 500 mg alle 12 e alle 20

grazie
[#6]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Solitamente suggerisco di assumere il Norvasc al primo risveglio nottirno ( ed se alza per urinare ) in modo di avere il picco di assorbimento quando è sdraiato ed al fresco

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, ed eventualmente per evitare di assumere la compressa la notte (i risvegli sono a orari diversi e non permetterebbero una costanza) sarebbe utile assumere invece di norvasc 10 mg al mattino, una compressa di norvasc da 5 al mattino e una da 5 mg la sera?
[#8]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Il farmaco ha un effetto di 24 ore quindi deve essere assunto monodose.
Solitamente ci si sveglia qualche volta di notte. Se facesse un sonno ininterrotto quel giorno lo assumera' appena si svegliera'

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#9]
dopo
Utente
Utente
grazie!
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, torno a scrivere per mio padre, come le scrivevo ha avuto un infarto in febbraio e soffre di ipertensione, e all'ospedale gli hanno trovato il diabete. Dall'infarto ha avuto una prostatite, curata con antibiotico e supposte di topster, una infezione a un dente trattata con antibiotico e ora sembra una nuova prostatite con febbre che l'urologo gli tratta con antibiotico.
Due settimane fa ha fatto la prima somministrazione del vaccino pfizer.
I valori della pressione sono elevati la mattina alla prima misurazione, come le scrivevo nel messaggio precedente, nonostante abbia provato ad assumere il norvasc ai risvegli notturni. Poi nella giornata scende soprattutto se si muove. e tende ad essere più bassa anche senza muoversi nei momenti in cui assume l'antibiotico, ma ieri ha avuto valori molto alti durante tutta la giornata della pressione massima. Ha iniziato la mattina con valore di 182, scesa nel pomeriggio a valori 160 e alle 21:30 valore 199. La minima sui 90/100. Stanotte è andato in bagno per urinare, sentiva la testa pesante e non è riuscito a tornare a letto, le gambe erano molto deboli, si è seduto in terra sul pavimento con una nausea durata una mezz'oretta, poi è tornato a letto e ha dormito tutta la notte, stamani i valori della pressione sono 90 140. Si sente bene. E non ha la febbre. So che avrebbe dovuto recarsi in pronto soccorso, ma mia madre non ha sentito e lui non ha pensato di chiamare il 112. Ora mi chiedo, cosa mi consiglia di fare? Secondo lei occorre recarsi oggi in pronto soccorso? Abbiamo domani una rivalutazione della terapia con il cardiologo che lo segue, ma nel frattempo le chiedo se secondo lei occorre prendere provvedimenti. e se la seconda dose del vaccino programmata al 24 sia opportuna. O se questo picco può essere un effetto collaterale. Grazie per la sua continua gentilezza e professionalità
[#11]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Nessun problema per il vaccino
E perché mai allertare il 112 per cose così banali ?
Che terapia assume quest uomo?
Quanta acqua beve ?

Quanti anni ha ?

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#12]
dopo
Utente
Utente
Pensavo che sarebbe stato meglio chiamare il 112 stanotte quando la pressione ha avuto i valori di 100 la minima su 199 la massima, in seguito a infarto di pochi mesi fa. Sono valori che mi incutevano timore, anche perché ha avuto una forte nausea e le gambe gli hanno ceduto. E aveva febbre a 38.5 (presumibile per problemi alle vie urinarie) ma se mi dice che si tratta di una cosa banale mi rassicura.

la terapia che attualmente segue è:
norvasc 10 mg la mattina
torvast 80 mg alle 22
brilique 90 mg alle 8 e alle 20
cardioaspirina alle 12
pantorc 20 mg alle 8
metformina 500 mg alle 12 e alle 20
Preterax 2,5/0,625
Procaptan
Terafluss 10 per IPB
Ora per la questione delle vie urinarie anche bactrim forte mattina e sera

Ha 74 anni

Beve circa 1.5 litri acqua al giorno

Se dovessero risuccedere questi picchi alti cosa suggerisce?
Grazie, anche per il supporto di Domenica
[#13]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Mi sorprendono alcune cose di questa teapia...

1. Assume due prodotti contenenti perindopril (procaptan e preterax...)
2 che non assuma beta bloccanti
3 che non assuma antialdosteronici.

ma evidentemente il suo cardioologo avra ' i suoi motivi

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#14]
dopo
Utente
Utente
buongiorno Dottore e ancora grazie per la sua disponibilità.
Ieri alla visita di controllo dal cardiologo a mio padre è stata modificata la terapia e sostituita con
parvati 5/5 alle 8 e alle 20
moduretic mezza compressa alle 12

stop preterax, procaptan e norvasc

continua con le altre terapie post infarto (brilique 90, cardioaspirina, torvast, metformina per diabete, terafluss per ipertrofia prostatica benigna e ora antibiotico dato per la prostatite)

ieri mattina ha fatto gli esami del sangue e il potassio è 3,3.
nelle ultime del mese scorso era 3,7

al momento è malato con una recidiva di prostatite e antibiotico bactrim forte e pensavamo di iniziare la nuova terapia completato il ciclo di antibiotico (anche perchè non so il motivo ma ora la pressione è normale, mi sembra di vedere che quando assume antibiotico gli scende)

la mia domanda è se ritiene buona la terapia (considerato che il valore del potassio lo ho ritirato oggi e ieri non lo sapevamo), soprattutto per il potassio,
grazie
[#15]
dopo
Utente
Utente
mi scusi Dottore, le chiedo anche cosa pensa degli esami del sangue
leucociti 15,69 *
eritrociti 4,08 *
ematocrito 35,4
emoglobina 11,7 *
neutrofili 78 *
neutrofili valore assoluto 12,24 *
monociti valore assoluto 1,39 *

al momento ha una prostatite..pensa che i valori alterati possano ricondursi a questa? o suggerisce altre analisi? grazie
[#16]
dopo
Utente
Utente
aggiungo che da circa tre giorni non mangia quasi niente perchè sente una forte nausea da quando ha iniziato gli antibiotici e si sente molto debole
grazie
[#17]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Beh io faccio il cardiologo...il suo medico e' deceduto?

Scherzi a parte la modesta leucocitosi neutrofila potrebbe essere legata alla prostatite

Arrievderci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#18]
dopo
Utente
Utente
sì, infatti, mi scusi, ho mandato tre messaggi, ma forse le è arrivata la notifica soltanto dell'ultimo riferito ai valori degli esami del sangue. la cosa principale per la quale le scrivevo era il terzultimo messaggio in cui le parlavo della terapia per l'ipertensione. gli altri due messaggi seguenti sono stati inseriti soltanto per rendere più completo il quadro. la mia domanda principale era riguardante la terapia per l'ipertensione e soprattutto il potassio,
grazie
[#19]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
La potassemia e' piuttosto bassa quindi suggerirei la introduzione dui un antialdosteronico assieme ai diuretici che sta assumendo (es canrenoato o spironolattone)
Ne parli con il suo cardiologo

Mi raccomando che beva almeno 1,5 litri di aacqua al di

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#20]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno e intanto grazie.
Stanotte mio padre (infarto con angioplastiche con stent tre mesi fa) ha avuto un forte dolore al petto durato circa trenta minuti. Si è misurato la pressione, andava bene, è stato un po' a sedere sul letto ed è passato. Ha fatto la visita di controllo cardiologica tre settimane fa ed è andata bene, cuore un po' ipertrofico. Però ogni tanto specialmente la notte sente senso di oppressione e lieve dolore al torace, e in alcuni momenti anche quando fa qualche sforzo. Però stanotte è stato un dolore più forte. Ieri mattina ha fatto la seconda dose di Pfizer.
Cosa suggerisce di fare? Stanotte non ha chiamato nessuno e quindi non sappiamo che cosa è stato. Ora non ha più dolore. Grazie per la sua disponibilità
[#21]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,6k 3,1k 2
Un dolore toracico in un paziente anziano e con recente infarto va sempre valutato con attenzione
Avverta il suo medico per fare eseguire almeno un ECG ed eventualmente un dosaggio enzimatico della troponina HS

Se dovesse rotornare provi con la nitroglicerina sublinguale: se il dolore recede nel giro di un mimnuto e' sengno che e' un dolore cardiaco. Se invece non variasse scomparisse spontneamente in piu tempo sarebbe la riprova che non e' di origine cardiaca

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#22]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio. abbiamo accolto il suo consiglio e fatto elettrocardiogramma, che hanno detto è sovrapponibile a precedente, FE70%, e troponina hs che risulta 15,5 (minore 19: intera popolazione).
Per ora non sappiamo a cosa sia dovuto il forte dolore della scorsa notte, ma gli esami hanno dato questi risultati. grazie

L'infarto del miocardio: quali sono i sintomi per riconoscerlo il tempo? Quali sono le cause dell'attacco di cuore? Fattori di rischio, cure e il post-infarto.

Leggi tutto