Utente 539XXX
Buongiorno
Abito a Montreal
3 settimane fa ho fratturato il quinto metacarpo.
Una sett dopo la frattura sono andato a farmi i raggi e hanno notato una frattura con spostamento.
Il sabato sono quindi andato al pronto soccorso dove mi hanno fatto un anestesia sul nervo e mi hanno ridotto la frattura con inserimento di una doccia.
Il mercoledì previo controllo ho avuto un ulteriore riduzione e doccia con visita fissata a 2 settimane per un follow up.
Da mercoledì sento le dita informicolate e intorpidite.
Di notte non riesco a dormire dal fastidio.
Il formicolio e intorpidimento è costante con momenti in cui ho un po' di sollievo.
La mano non la uso anche se faccio tutto compreso lavorare al pc con la sinistra.
Le dita non sono gonfie quindi pensavo a un side effect della puntura anestetica essendo comunque una ferita.
Lo tengo in alto ma non funziona mentre ho notato che se lotengo a 90 gradi è leggermente meglio.
Qua in Canada è impensabile ripresentarsi al pronto soccorso (20_30 ore di attesa se non urgente) vi chiedo quindi il vostro parere.
Inoltre volevo sapere se una volta ridotta la frattura (posso chiudere completamente il pugno senza rotazioni) c'è il rischio con il gesso che si sposti un altra volta.
Il braccio è a riposo.
Scusatemi per tutte queste domande.. È la mia prima fattura in 43 anni.
Grazie!

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la mano deve essere immobile, per evitare spostamenti della frattura.

Se il gesso è chiuso, probabilmente va allargato, perchè il gonfiore (edema) post-traumatico rende stretto un gesso inizialmente normale.

Se si tratta di una doccia (gesso aperto), va valutato clinicamente.

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 539XXX

Si certo infatti è immobilizzata e a parte alcune volte in cui il mignolo ha piccoli movimenti involontari e sento un po' di dolore sulla falange prossimale al metacarpo (nulla di che) non la muovo.
La mia domanda era però un altra.
Cioè se in effetti una puntura di anestetico sul nervo ulnare possa avere causato una piccola lesione e da qui le dita informicolate.
Il gesso non è stretto né la mano gonfia.
Mercoledì quando mi hanno fatto il controllo era normale.
Non è quindi circolazione sanguigna.
È il nervo ulnare sicuramente in quanto le due dita interessate sono mignolo e anulare

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, potrebbe essere, ma in tal caso il danno è reversibile.

Bisogna attendere e, se necessario, effettuare una elettromiografia (EMG).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale