Utente cancellato
Buongiorno, da circa 3 mesi mi è stata riscontrata tramite EMG la soff di entrambi gli ulnari più modesta al dx. I sintomi iniz erano modesto intorp. e formicolio delle ultime 2 dita della mano e dolore all'avamb con sensaz di bruciore sopra e sotto il gomito, stessi sintomi anche a sx ma molto lievi. Mai comunque sofferto di formicolii nott o grosse parestesie da dovermi svegliare di notte. Tra l'altro i fastidi sono molto più pres dal Mer al Ven (dove poi ricorro all'assunzione di tachi 1000 e poco efficace) e meno dal sabato a Martedì come se la situazione peggiorasse dopo 3 gg di utlizzo PC alla scrivania. Come professione faccio l'impiegato e sono praticamente 8 ore davanti al PC, tra l'altro da 6 anni a questa parte ho sempre tenuto tutto il braccio, gomito compreso appoggiati alla scrivania, mentre dal giorno dopo del EMG seguendo consiglio del medico ho immediatamente tirato indietro il braccio lasciando solo mano e polso sul mouse. Recandomi con il referto EMG dal Chirurgo della Mano a Milano presso San Giuseppe, a quanto pare non essendo cosi grave da dover interv ch mi è stato prescritto tutore a 130 nott (solo per dx), e a secondo del medico in 2 mesi modificando anche altri aspetti come uso telefonino, guida senza braccia tese sul volante e postura alla scrivania si sarebbe decompresso da solo, a questo è stata anche aggiunta l'assunzione giornaliera di ALASOD 600 per 30 gg. Tutto relativamente bene per i primi 15 gg dopodichè diciamo che è un pò peggiorato il sx facendomi male quanto il dx forse per via delle posizioni assunte durante la notte (avendo il dx bloccato) o per il sovraccarico preservando il dx. Ho prontamente richiamato il Chirurgo della mano il quale mi ha detto di provare ad alternare il tutore con braccio sx facendo una notte per uno, il tutore è stato conf. ad hoc per il dx ma volendo si adatta al sx, ho provato qualche notte ma poi ho deciso di lasciarlo fisso sul dx (quello piu dolente e da far guarire prima).
Ad oggi, esattamente dopo 1 mese e mezzo la situazione rimane quasi come il primo giorno, sento lievi miglioramenti al dx sopratutto dopo aver fatto anche 1 settimana di ferie ma ritornato al lavoro sono tornati i fastidi. Mi chiedo se ci sia la possibilità di integrare cura con NICETILE 500 magari più efficace e se trattamenti di fisioterapia, osteopatia (onde d'urto, etc...) potrebbero accell il processo di decompressione. Oppure se meglio prolungare con ALASOD 600, e per quanto ? Esistono farmaci, integr più efficaci per NEUROPATIE del genere ? Ho effettuato RX cerv. che ha evidenziato minimi segni ci uncoartrosi al C7 e niente più (di fatti saltuariamente ho dolori minimi al collo che si irradiano alle spalle e braccia). Ma il fastidio si potrae da molto in la partito dalla spalla dx che ancora oggi a volte è dolente. devo dire che episodi di formicolii pesanti o intorpedimento sono pressochè spariti ma rimane il dolore al gomito sotto, bruciore, e avambraccio (questo per dx/sx). Grazie e saluti. Marco

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

farei un'ecografia al gomito per capire quale sia la causa del suo dolore (di norma, la compressione del nervo ulnare non si accompagna a dolore).

Può associare integratori diversi, considerando che i due da lei citati hanno composizioni differenti (acido alfa-lipoico e L-acetilcarnitina).

In ogni caso, continui a farsi seguire dallo specialista; personalmente, non aspetterei di osservare danni neurologici per decidere un intervento di neurolisi.

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
553708

dal 2019
Grazie mille Dott. Leccese per il suo cordiale consulto, le chiedo cosa si potrebbe riscontrare dall'ecografia al gomito ? e poi forse sarebbe meglio farla ad entrambi ? le sensazioni accusate sono quelle di "bruciore" più che dolore e sono maggiori al sx (che non è quello sotto trattamento con il tutore notturno), in sè il dx sta reagendo molto lentamente ma piccoli miglioramenti si sentono.

riguardo a fisioterapia, osteopata, sono consigliabili ? potrebbero essere d'aiuto ?

Riguardo invece all'assunzione di tachipirina 1000 ? esiste qualcosa di più efficace ?
grazie ancora e saluti
M. Pirisi

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Può usare un qualunque analgesico o antiinfiammatorio, ma occorre capire la causa del suo dolore, che di norma in questa patologia è assente, a meno che non coesista una epicondilite o una epitrocleite, patologie indipendenti dal nervo ulnare ma che insisterebbero sempre nel gomito.

Per questo deve fare l'ecografia, che può dare informazioni anche sul tipo di compressione del nervo.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
553708

dal 2019
Grazie mille, l'aggiornerò sull'esito. saluti

[#5]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale