Utente 473XXX
Salve,
Sono un ragazzo gay che, a seguito di rapporti anali da passivo(specifico protetti) ,ho contratto i condilomi. Purtroppo mi sono stati diagnosticati con ritardo e , considerando l'attesa per la liberazione di una sala operatoria, sono almeno 4 mesi che so di averli e non li ho ancora rimossi. Dovrei a breve essere contattato per l'operazione.
Vorrei sapere come ci si comporta nella fase post-operatoria,ossia che tipo di controlli si fanno( per la terapia suppongo debba affidarmi alle parole del chirurgo in seguito all'operazione) . Non mi è stato detto niente a riguardo e sono piuttosto in ansia. Inoltre vorrei sapere dopo quanto tempo, dopo l'operazione, potrò avere rapporti con il mio attuale partner senza rischiare di contagiarlo.
Ringrazio in anticipo,cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Mi sembra ridicolo per non usare altri termini attendere 4 mesi. Si rivolga a una struttura con tempi di attesa piu' seri.
Eviterei rapporti non protetti fino a guarigione competa avvenuta. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Scusi forse sono stato poco chiaro.
Ho avuto i primi sintomi(prurito e fastidio) circa 4 mesi fa. La diagnosi è avvenuta molto dopo purtroppo perché i primi condilomi erano interni e si è pensato fossero ossiuri.
Per ora è un mese e mezzo che attendo che si liberi una sala.
Non mi ha però detto nulla riguardo al post operazione. Inoltre,come si accerta la completa guarigione? Non mi preme sapere quando potrò non usare protezioni. A quanto ho letto il contagio lo si rischia anche usandole.
Grazie in anticipo,
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ora ho capito grazie.
Facendo u intervento radicale e visite di controllo periodiche Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it