Utente 114XXX
Buongiorno

A seguito del persistere di una placca biancastra a livello frenulo del pene da circa una decina di anni mi sono rivolto nuovamente ad un ambulatorio mst.
Tale lesione è rimasta costante nel tempo e a tutti i controlli cui ho sottoposto l’area a diversi controlli nei quali i medici hanno ritenuto innocua tale lesione.

8 mesi fa mi sono nuovamente rivolto a specialista dermatologo che nel dubbio di lichen mi ha fatto eseguire biopsia.

L’esito dell’esame è una lesione intraepiteliale di basso grado da hpv ad alto rischio.

Ho iniziato trattamento con iniquimod crema ma fatico a tollerarlo.
Sono stato anche inviato da urologi che hanno eseguito visita e in sede di chirurgia hanno trattto altre aree non badando alle carte ne le mie indicazioni circa il frenulo( che non è stato toccato )

Vorrei sapere:
- quale trattamento è il più indicato per tale Lesione?
- è possibile eradicare completamente il problema scongiurando ulteriori sviluppi?
- risiedo in Friuli, mi sapreste indicare quale specialista ( se urologo, o andrologo ) sia il più indicato per intervenire per asportare in modo sicuro la lesione presenrvando il più possibile salute e funzionalità ?
- quale sia la struttura più indicata , secondo vostre esperienze da specialisti, in triveneto o in regioni limitrofe cui mi posso rivolgere per affrontare al meglio la patologia , senza incappare nuovamente in errori di sottovalutazione ?

Ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ma è stata fatta una valutazione, tramite ricerca del DNA dei diversi tipi e ceppi di HPV eventualmente presenti sulla lesione?

Detto questo generalmente nel maschio, in presenza di lesioni precancerose (forse questa è la sua situazione) o di carcinomi in situ, cioè non invasivi, del pene questi possono essere asportati e generalmente si ottiene la guarigione del paziente anche se permane sempre il rischio di una recidiva che richiede comunque sempre una adeguata e corretta valutazione nel tempo della situazione.

Nella sua regione vi sono numerose strutture che trattano queste problematiche ma non ci chieda di "indicarle una struttura particolare o un collega"; questa non è la sede per una informazione così particolare.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Si ricordi infine che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 114XXX

La ringrazio per la risposta

È stata eseguita biopsia con tipizzazione e risulta un hpv ad alto rischio (questo cita il referto istologico)

La domanda sui centri cui rivolgersi posso comprendere sia di difficile risposta , ma chiedo indicazione su centri di eccellenza cui rivolgermi.
Questo lo domando perché il curante non ha saputo dirmi nulla in merito , e ugualmente il dermatologo che ha visitato e inviato ad urologo non mi ha saputo indicare un centro adeguato.
Se ne fosse a conoscenza ( e chiedendo un consiglio sui migliori, quindi nulla che leda alcuna professionalità ne decoro della struttura, ma il contrario) chiedo a Lei o a chi ne fosse a conoscenza di indicarmi le cliniche che maggiormente sono riferimento per queste patologie , ribadisco perché non mi è stato fornito suggerimento alcuno da curante ne specialista. Chi meglio di chi opera nel settore conosce strutture organizzazione e colleghi ?

Vi ringrazio nuovamente
Un cordiale saluto

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le ripeto, non esistono "eccellenze" o "cliniche che maggiormente sono un riferimento per queste patologie" ma diverse strutture andrologiche, urologiche o dermatologiche si occupano di tali problematiche cliniche; la cosa strana è che lei non abbia ancora in mano una precisa tipizzazione dei ceppi di HPV che hanno determinato la sua lesione intraepiteliale.

Per questo risenta semplicemente il suo specialista di riferimento cioè chi ha fatto la biopsia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com