Utente 969XXX
Gentilissimi Dottori,

vi scrivo dal Nicaragua dove attualmente sto svolgendo un'attività di volontariato.
Sfortunatamente ieri alle 8am ho subito un forte trauma al naso praticando surf. Non so spiegare la dinamica ma la tavola ha colpito il mio naso che ha iniziato a perdere vistosamente sangue. Non ho sentito nessun dolore.

Come mi sono accorto del sangue e toccando il naso ho subito percepito una protuberanza molto dura, al tatto, per me, dura come un osso, localizzata sul lato della narice SX, più o meno all'altezza dove gli occhiali poggiano o giusto un paio di millimetri più in basso, a mio parere non sulla cartilagine.
Centralmente e sul lato DX invece un piccolo taglio, che non mi preoccupa.

Dunque ho continuato a perdere sangue abbondante per 1h, poi solo dalla narice come mettevo il dito dentro, con le ore il sanguinamento è diminuito fino a smettere.
Ho applicato ghiaccio e mi sono recato all'ospedale più vicino (Rivas in Nicaragua), una dottoressa mi ha visitato velocemente, solo osservato il naso a vista e toccato in un paio di secondi. Qui i miei primi dubbi, non ho idea della preparazione dei medici qui in Nicaragua.
Richiesta RX da cui a distanza di 4h dal trauma non risulta nessuna rottura ossea.

Diagnosi: trauma con ematoma e coagulo di sangue.
Cura: ghiaccio, paracetamolo e gel (diclofenac sodico + Heparina sódica)

Io sono molto preoccupato, perché al tatto sento questa sporgenza molto dura che non mi pare a distanza di 24h aver cambiato forma o dimensione.
Non sento dolore intenso, solo un po' se tocco il naso, ma nulla di acuto. Tipico dolore post botta.

Posso allegare foto della radiografia e del mio naso, se lo ritenete opportuno.

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Marco Pagliari

20% attività
12% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Buongiorno, avendo fatto rx che non riporta alcuna rottura ossea, deve solo aver pazienza ed aspettare che il presumibile ematoma dovuto al trauma si riassorba.
Dr. Marco Pagliari

[#2] dopo  
Utente 969XXX

Gentile Dr. Pagliari,

La ringrazio per la sua risposta. Mi è stato suggerito di ripete la radiografia visto che a distanza di una settimana e mezzo il "bozzo" che sento è sempre presente, ne è variato di dimensione. Il dolore in generale è diminuito molto. Faccio fatica a credere non ci sia nulla di rotto, perché è davvero duro

Che mi consiglia di fare?