Utente
Buona sera, dopo aver perso 70kg ho iniziato con il percorso ricostruttivo.
3 mesi fa ho fatto l'addominoplastica, ma sono sorti diversi problemi:
durante la notte del sangue coagulato si è accumulato nell'addome e la mattina seguente mi hanno dovuta rioperare;
ho avuto una deiescenza che esternamente era grande quanto una noce ma internamente percorreva orizzontalmente tutta la cicatrice (è stata aperta per 2 mesi);
ho avuto un sieroma terminato dopo 40gg dall'operazione;
un infezione curata con 3 settimane di antibiotico specifico.

Non so se questi inconventienti sono stati la causa del mio attuale problema, ma ora mi sembra che in alcune zone (al centro dell'addome superiore) siano attaccate con la superattak, tirano e non riesco a stare dritta con la schiena,non ho libertà di movimento e se mi sforzo sento pungere,inoltre, la cicatrice fa l'effetto di un elastico troppo stretto, sembra che da dentro venga tirara,che sia incollata alle ossa, l'effetto visivo è pessimo, fa un gradino orrendo e fisicamente da fastidio perchè tira.

Vi allego una foto dove si nota sia il difetto della cicatrice che l'effetto "attak" nella parte alta.
http://i47.tinypic.com/6igzfc.jpg
E' stato un errore del chirurgo o è un aderenza?
Per un aderenza di tale entità basteranno dei massaggi fisioterapici o dovrò farla sistemare chirurgicamente?

[#1]  
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli

36% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
TORINO (TO)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Gent.le utente,
le cicatrici da addominoplastica hanno una elevatissima probabilità di essere revisionate, ma ciò non significa che lei rientra in questi casi. 3 mesi sono davvero pochi per valutare il risultato dell'intervento e ,sopratutto della cicatrice. Il processo di cicatrizzazione impiega 8-12 mesi per potersi definire terminato, pertanto la sua cicatrice sicuramente cambierà con il tempo. Per ora è sufficiente massaggiarla, è prematuro parlare di revisione. Ma ,solo il chirurgo che l'ha operata può dirle tempi e modi del massaggio.
Cordialmente
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
Chirurgia Plastica ed Estetica
www.dottoressapozzuoli.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la tempestiva risposta.
Crede quindi che sia prematuro affidarmi ad un fisioterapista per dei massaggi per scollare le aderenze?
Io in che modo potrei massaggiare l'addome?
So che ci sono massaggi specifici.


Grazie per l'attenzione.

[#3]  
Dr. Marco Loiacono

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
STATI UNITI D'AMERICA (US)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
È probabile che la sua aderenza dipenda dalla sua storia clinica, non credo che i massaggi servano a molto, ma a distanza di almeno sei mesi una revisione chirurgica sarà possibile senza interventi molto invasivi. Ne parli col suo chirurgo
Buona giornata
Dr. Marco Loiacono
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.nuova-chirurgia-estetica.it

[#4]  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
RIMINI (RN)
MIRABELLA ECLANO (AV)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
massaggi generici in realtà servono a poco mentre linfodrenaggi specifici e finalizzati a drenare l'edema (gonfiore) residuo possono essere di aiuto. La cicatrice, poi, sarà valutata a distanza di almeno sei mesi e si deciderà allora se poterla migliorare e come.
Saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#5] dopo  
Utente
Ok, quindi niente massaggi per scollare la cicatrice..
La tensione addominale e il gonfiore è normale dopo 3 mesi qundi?
La pancia è indolenzita, sento pungere , tirare ed è dura e tesa come se golessi volutamente gonfiare l'addome.
Porto ancora la guaina.
Il tempo si è prolungato visto i problemi avuti, ma a metà settembre avrei dovuto toglierla,in realtà non ci riesco perchè sento dolore senza e la pancia di gonfia a dismisura dopo 30-60 minuti "libera".