Utente 130XXX
Mi scuso sin d'ora per l'argomento ma un vostro consiglio mi sarebbe molto utile.
Sono un giovane Transgender che per motivi di studio e lavoro attualmente vive negli Stati Uniti.
Vivo con soddisfazione la mia sessualita' essendo esclusivamente parte passiva e, a parte i primissimi rapporti della mia vita, non ho mai avuto alcun problema pur avendo avuto piu' di un partner differente.
Da circa 2 mesi ho una relazione con un ragazzo di colore le cui dimensioni del pene sono assolutamente fuori misura sia in termini di lunghezza che di diametro rispetto a quanto io non fossi gia' abituato.
All'inizio ho avuto molta difficolta' nel farmi penetrare e, nonostante lui abbia usato moltissime precauzioni e molta lubrificazione, devo dire che non siamo riusciti ad aver un rapporto completo ed io non ho provato affatto piacere. Dopo alcuni giorni abbiamo riprovato sempre con molta lentezza ed e' andata un pochino meglio anche se la penetrazione e' stata ancora solo parziale. A questo punto abbiamo insistito pressoche' giornalmente sino a che dopo la quarta o quinta volta il rapporto sessuale e' stato lungo e completo e per me e' stato pienamente soddifacente.
Da allora, ed e' passato meno di un mese, abbiamo frequenti rapporti sessuali a cadenza quasi quotidiana. La mia soddifazione e' piena ma la preoccupazione mi e' venuta qualche giorno fa quando, per gioco, il mio partner ha fotografato il mio ano alla fine del rapporto.
La dilatazione mi ha impressionato!
Ora vi confesso di essere molto preccupato per il mio futuro.
Con lui sto molto bene ma non posso non chiedermi:
In futuro potro' avere rapporti sessuali normali e soddisfacenti con altri partner meno dotati?
Provero' con loro uguale piacere?
La dilatazione dell'ano e' irreversibile?
Scusate la crudezza dell'argomento ma non potevo fare a meno di porvi tale domanda.
Vi ringrazio anticipatamente.
Daniele.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La dilatazione anale e' reversibile, non si preoccupi per questo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 130XXX

Grazie dottore
Ero sinceramente preoccupato.
Ora saro' piu' sereno.
Una ultima domanda.
Un amico a cui ho raccontato i miei dubbi mi ha consigliato qualche ginnastica della muscolatura dell'ano che non ho ben compreso
Cosa ne pensa?
Ha senso?
Mi scusi e grazie ancora.
D

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mah... non saprei a cosa si riferisce... Cosa le ha detto di preciso il suo amico? Ci sono dei dilatatori anali che per esempio si usano nella cura delle ragadi. Pero' dovrebbe essere comunque un Medico a prescrivere questi trattamenti; anche perche' in linea di massima chi non ha problemi non ha neanche bisogno di soluzioni...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 130XXX

No non parlavo di dilatatori anche perche', come detto, al momento, direi proprio di non averne bisogno.
Per carita'.
Semmai il contrario!
Il mio amico mi diceva che, su consiglio di un medico, lui, dopo ogni rapporto sessuale passivo subito da un partner diciamo "dotato", esegue una ginnastica che se non sbaglio si chiama "perineale" e che servirebbe a mantenere elastico l'ano garantendo sempre il massimo del piacere nei rapporti futuri indipendentemente dalle dimensioni del pene del partner con cui avra' poi rapporti.
Spero di essermi spiegato.
Cosa ne pensa?
Sono solo dicerie da bar?
Grazie sempre e mi scuso per la crudezza del linguaggio.

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le ginnastiche perianali, a cui lei accenna, esistono eccome: sono utilizzate come tecnica di riabilitazione del pavimento pelvico nei casi in cui questo risulti utile per alcuni tipi di patologie.
Che poi queste servano allo scopo a cui invece si riferisce lei... beh... credo proprio si tratti di una chiacchiera da bar!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 130XXX

Ringrazio per la vostra professionalita' e discrezione.
Non avrei mai avuto il coraggio di affrontare certi argomenti con il mio medico anche se conosce la mia transessualita'.
Offrite veramente un servizio utile.
GRAZIE

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Siamo qui proprio per questo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com