Utente
Gentile personale di medicitalia,
dopo un periodo di benessere intestinale insolito, ieri ho avuto un attacco di diarrea molto violento, che ho dovuto sedare con 3 compresse di Dissenten, perché dovevo stare fuori per lavoro. Mi è rimasto comunque, ieri, un lieve tenesmo. Spesso mi sembra di dover defecare mentre è solo aria, dopodiché sto meglio.
La diarrea era molto ricca di muco, con una specie di catarro. Forse c'era anche un pochino di sangue ma non ne sono sicuro. Oggi il medico di base ha visto la cute anale molto arrossata, e mi ha prescritto Asacol in supposte a dosaggio basso per una settimana. Il problema è che nel foglietto illustrativo c'è scritto che Asacol è indicato solo nel caso di Rettocolite ulcerosa, che nel mio caso era stata esclusa con una colonscopia arrivata fino alla flessura epatica eseguita in marzo 2009. L'indicazione alla colonscopia era stata data dalla rettoscopia fatta un mesetto prima, che evidenziava rerticolo vascolare molto evidente in sede rettale, e perché avevo tenesmo e muco nelle feci. La rettoscopia era stata fatta per chiarire una ragade e le emorroidi (tuttora presenti) Il medico mi ha detto che si può usare anche in questi quadri, ma io non sono convinto. Purtroppo non ho molta voglia di ripetere, a distanza di soli 8 mesi, la colonscopia. Ho paura che Asacol faccia dei danni. Sono un soggetto ansioso-depressivo, con tendenza all'ipocondria (tp Efexor 75 + EN gocce). Oggi mi sento bene, anche se molto ansioso, e ho paura di avere problemi di stipsi per colpa del Dissenten.
Il medico di base mi ha detto che se non voglio assumere Asacol posso provare una crema locale cortisonica, mentre per la dieta niente di tassativo, se non i normali accorgimenti che ho dovuto prendere con anni di esperienza di diarree (no alcolici, pochi latticini, no bucce di pomodoro peperone peperoncino e melanzane, masticare bene) .
Ho dimenticato di dire che il medico oggi non ha praticato ispezione rettale perché mi avrebbe procurato dolore (io però penso di no).

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore

la mesalazina viene utilizzata per il trattamento dei disturbi infiammatori intestinali. Dosaggi elevati curano la rettocolite ulcerosa ed il morbo di Crohn, dosaggi inferiori possono comunque essere di ausilio nel trattamento di disturbi simili ai suoi.
Seguirei quindi con maggiore fiducia i consigli e le prescrizioni del suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta, allora partiamo coi "missili" di Asacol