Utente
Buongiorno a tutti. Mi chiamo Cristina e ho 21 anni.
Volevo chiedervi se il mio caso può considerarsi episodi di alvo alterno.
Premetto che un anno fa andando al pronto soccorso per dolore al basso ventre a sinistra mi hanno diagnosticato con la visita, l'eco, la radiografia e analisi del sangue colon irritabile. E' da circa questa estate che noto dei cambiamenti nel mio alvo o almeno credo di vederli perchè è diventata una mia ossessione.
Vado al bagno quasi ogni giorno (se non vado è perchè sono fuori casa e non riesco ad andare in bagno in altre case o in altri posti) soprattutto alla mattina dopo aver preso latte e caffè. Questo non mi era mai successo, di solito andavo dopo pranzo, ma in questo periodo dopo colazione sento come un borbottio allo stomaco e devo andare in bagno (preciso che non è un "correre" al bagno) di solito le feci sono normali (colore e forma) ma a volte capita o che siano un pò più dure (sia formate che caprine qualche volta) o più molli, non acquose ma comunque formate anche se con un emissione più "veloce". Diarrea per come la intendo io (feci acquose più volte al giorno) non mi è mai capitato.
Sono un pò in ansia perché ho avuto anche episodi di sangue rosso vivo sulla carta igienica, questi episodi il proctologo con visita e rettoscopia li ha associati a emorroidi e una piccola ragade. Solo che a volte soffro anche di disturbi allo stomaco e sotto le costole parte sinistra. Ho paura che sia un tumore al colon o retto. Nella mia famiglia che io sappia nessuno ha mai avuto tumore al colon/retto/ano, non sono fumatrice, non bevo l'unica cosa è che essendo studente sono abbastanza sedentaria e la mia alimentazione non è delle migliori. Mangio soprattutto ai fast food, roba grassa e fritta e dolci tantissimi dolci.. nonostante questo sono di corporatura magra e non in sovrappeso.

Spero rispondiate vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non mi pare si possa parlare di alternanza dell'alvo, cosa che prevede stipsi e diarrea che appunto si alternano nel corso dei giorni. Il tumore del colon-retto alla sua eta' e' molto raro, e la forma/consistenza delle feci e' sicuramente legata a cio' che mangia. Proprio su quest'ultimo aspetto non posso esimermi dal dirle che dovrebbe forse seguire una dieta un po' piu'... sana!
Cordiali slauti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signora,ritengo che la sua sintomatologia sia compatibile con un colon irritabile associato ad una problematica benigna del canale anale come già le è stato diagnosticato dal proctologo. E'comunque vero che se lei è un soggetto ansioso, con una colonscopia potrebbe dissipare completamente i suoi dubbi.
Cordiali saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#3] dopo  
Utente
Prima di tutto ringrazio per le vostre risposte così rapide. Aggiungo che sì, sono consapevole del fatto che ho una dieta non tanto sana, anzi è del tutto malsana.
Frutta e verdura poi non ne parliamo, non mi piacciono e non ne mangio nemmeno un po'.
Per il fatto dell'ansia è verissimo anche questo, diciamo che mia mamma mia ha "ereditato" questa brutta ipocondria che non mi lascia in pace un solo minuto. Vorrei fare la colonscopia ma ho paura che faccia male e siccome la rettoscopia è già stata tanto invasiva per me non oso immaginare come sarà invasiva la colon!

[#4]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signora, in mani esperte gli esami endoscopici non sono così traumatici come si possono immaginare,inoltre possono essere somministrati dei tranquillanti per migliorare l'accettazione da parte del paziente. Comunque se lei ha già mal sopportato la rettoscopia può eseguire, dopo aver informato il suo curante, una colonscopia virtuale che sicuramente affronterebbe con minor paura.
Saluti e Auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#5] dopo  
Utente
Non sapevo dell'esistenza di questa colonscopia virtuale, ne parlerò con il mio medico. E' un problema però se per il momento cerco di non farla? Nel senso, potrei aspettare ancora un po' oppure è meglio farla subito? So che è brutto da dire ma non ho molti soldi e dovrei pagarmela io in più voglio cercare di tranquillizzarmi da sola, se poi non resisto andrò a farla.

Saluti.

[#6]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non vi è urgenza è solo perchè lei si convinca di non avere alcuna malattia organica importante del colon.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Pur essendo percentualmente davvero molto bassi i rischi connessi con l'esecuzione di una colonscopia non sono comunque pari a zero: non e' insomma lo stesso che fare un'ecografia, quindi questo esame andrebbe riservato a quei casi per cui realmente ve ne sia l'indicazione. D'altro canto la colonografia TC, detta anche colonscopia virtuale, non e' esattamente la stessa cosa, e spesso non e' l'esame adatto per rispondere a tutti i quesiti; inoltre non consente, per ovvie ragioni, di prelevare frammenti di mucosa e quindi di eseguire il relativo esame istologico.
Comprendo le sue paure derivanti da un problema sostanzialmente psicologico, come lei stessa ha rilevato, ma a mio personale parere dovra' dunque essere il suo Medico a decidere se e quale esame sia utile a sciogliere i dubbi sul suo caso; sempre ovviamente, vista la sua giovanissima eta', che questi dubbi ci siano davvero!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signora volevo aggiungerle che la colonscopia virtuale é un esame ovviamente coperto dal sistema sanitario nazionale e che quindi se il suo curante dovesse ritenere opportuna la prescrizione dello stesso per le informazioni che a lei ed al suo medico occorrono non dovrebbe preoccuparsi del costo.
Cordiali saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#9] dopo  
Utente
Vi ringrazio. Domani andrò a prenotare una visita dal mio medico curante e visto che ci sono mi farò anche prendere una visita da un dietologo, vorrei tanto migliorare la mia dieta e riuscire a cambiarla. Soprattutto perché ho notato che dopo l'assunzione di latte alla mattina dopo circa 10 minuti devo andar in bagno ed è qui che trovo le feci molli. Quindi ho pensato che magari potrebbe essere il latte a darmi questo problema. Per esempio questa mattina, appena fatto colazione, ci sono stati dei borbotti allo stomaco e poi sono andata in bagno (era due giorni che non andavo) e sono confusa perché penso si tratti di diarrea: la parte iniziale era ben formata, non molle ne durissima, mentre la parte terminale era più molle e ho notato che alla fine sono "caduti" altri "pezzettini" più velocemente e più mollicci (non erano liquidi perchè erano formati anche se molto molli)E' da due giorni che assumo integratori alimentari di fermenti lattici nella speranza che aiutino in qualcosa.

Sì può trattare di diarrea questa volta?

Ringrazio e mi scuso per l'insistenza.
Cordiali saluti.

[#10]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non credo che cio' che lei ha descritto possa essere definito un alvo diarroico: le feci sono sempre diverse ogni volta e variano forma e consistenza, entro certi limiti, in conseguenza di cio' che si mangia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signora, se dice ora, che il fastidio lo avverte dopo aver bevuto il latte, indaghi su eventuali intolleranze alimentari e se così fosse ne eviti l'assunzione, ma se lei non è convinta di ciò come io penso, si faccia prescrivere dal suo curante se è
d'accordo, ulteriori indagini non perchè si sospetti altro, ma perchè sia rasserenata lei di non avere nulla di importante.
Saluti ed auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Utente
Potrebbe farmi, se non le dispiace e ha tempo ovviamente, una breve descrizione di cosa sia la stipsi e cosa sia la diarrea? In modo tale che non mi vengano più dubbi e che continuo a chiedere.. Su internet ci sono tante descrizioni ma sono tutte una diversa dall'altra e mi manda solo in confusione.

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Si parla di stipsi in caso di evacuazioni inferiori a 2-3 volte a settimana, con feci secche e defecazione insufficiente, dolorosa, faticosa o prolungata. Si parla di diarrea invece quando si superano le 3-4 evacuazioni al giorno con emissione di feci non formate, liquide o semiliquide .
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente
Ora mi è tutto chiaro.
Grazie di tutto.

[#15] dopo  
Utente
Scusate volevo chiedere la Colonscopia virtuale è possibile farla attraverso il ticket? Perché il mio medico non riesce a trovarla nel suo computer.
Ho deciso di fare questa perché è meno invasiva e solo per tranquillizzarmi un po'..

[#16]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certo che si'!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#17] dopo  
Utente
Mi scusi ancora. Oggi sono un po' preoccupata perché mi sono accorta, dopo vari ripensamenti, che ogni volta che ho sanguinamenti sulla carta igienica o prima o dopo mi prendono i fastidi allo ?stomaco? al ?colon? non saprei dove focalizzare il fastidio. Ho pensato perchè tre giorni fa ho avuto una defecazione dolorosa e difficoltosa e si è ripresentata quella gocciolina rosa di sangue con dolore e prurito in seguito e in quel giorno e tutt'ora ho fastidi all'addome. So di soffrire di colon irritabile ma di solito quando ho degli attacchi mi fa male soprattutto e molto forte il lato in basso a sinistra non ho mai avuto fastidio.
Forse sono io che ci penso troppo non saprei, anche perchè non sempre con il sangue si è presentato il dolore. Ieri per esempio essendo la Vigilia sono stata più tranquilla e non avevo dolori mentre oggi pensandoci tutto il giorno ho sofferto verso l'ora di cena di questo fastidio.
Ho provato a prendere un antispastico ed è passato. La colonscopia virtuale sono andata a prenotarla ma i tempi sono molto lunghi e sinceramente non ne ho parlato con il mio medico, perché anche se è brutto dirlo, è una persona abbastanza superficiale e dice che i dolori che potrebbero essere una leggera gastrite o qualcosa nello stomaco ma non mi ha dato nulla ne nessun esame da fare io non capisco, non mi ha nemmeno palpato l'addome.
So benissimo che soffrendo di emorroidi e ragade il sangue potrebbe provenire da lì ma sono preoccupata lo stesso e non poco...
Scusate per il disturbo..ma non potendo parlare con nessuna di questa mia paura la mia unica valvola di sfogo è questo sito..
Auguri di Buone Feste!

[#18]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il sangue rosso vivo di norma e' sintomo di patologie del retto, mentre la gastrite in genere non da' questi segni. Cio' non toglie che potrebbe avere entrambe le cose, purtroppo... Per quanto riguarda la colonscopia virtuale faccia come dice il suo Medico, ma ricordi che non si dovrebbe fare un esame, qualunque sia, solo per "stare tranquilla": meglio fare una colonscopia endoscopica, se occorre; oppure niente, se non c'e' indicazione a farla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#19] dopo  
Utente
Se il sangue provenisse dal colon il sangue sarebbe sempre rosso vivo? Perché quando mi capita cerco di guardare anche dentro il water se ci sono gocce di sangue o magari che le feci siano sporche ma non ho mai trovato nulla solo sulla carta igienica.. le feci sempre pulite, solo una volta ho trovato poco sangue diciamo che sporcavano la parte superiore delle feci, non era frammisto a esse.. poi magari non cambia niente non so.
Il medico, proctologo, gastroenterologo non mi hanno mai parlato di colonscopia, anzi il gastroenterologo dopo avermi fatto la rettoscopia mi disse che la colonscopia non era necessaria...

[#20]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe trattarsi dunque di una rettorragia "bassa": per questo il Collega non ritiene indispensabile una colonscopia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#21] dopo  
Utente
E se il mio mal di pancia (ora ho fastidi anche al lato sinistro in basso verso le ovaie) fosse colon irritabile c'è qualche correlazione? Potrebbe peggiorare le mie emorroidi e ragade? Sono quattro giorni che non vado in bagno ho solo tanta aria e borbotti e ho paura che così facendo le mie feci diventino più dure causandomi poi dolori e sanguinamenti. E' una ruota che non finisce mai praticamente.

[#22]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In effetti le feci dure possono acuire i sintomi relativi a patologie come le ragadi e le emorroidi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com