Utente
Gentilissimi, buonasera.
Il mio consulto arriva a seguito di una serie disturbi a livello gastrointestinale. premettendo una gastrite cronica che si acutizza in alcuni periodi e che tengo a bada con qualche farmaco e correggendo un po' l'alimentazione, ultimamente il vero problema è a livello intestinale. preciso che sono donna e ho quasi 30 anni.(e in passato ho sofferto di disturbi alimentari, anoressia forse con la testa ancora non ne sono venuta totalmente fuori)
non solo soffro di stitichezza, ma le poche volte in cui riesco a liberarmi naturalmente non mi svuoto completamente. quando faccio ricorso a qualche balsndo lassativo (a base di aloe senna rabarbaro finocchio..) va decisamente meglio...ma vi assicuro che pesandomi prima e dopo arrivo a pesare anche 1 kg in meno. e avverto comunque dolori. tra l'altro mi riempio anche molto d'aria e spesos non c'è nè finocchio nè simeticone che tenga. sembro davero al quinto mese di gravidanza e mi si forma una ciambella tutto intorno alla vita.che tra l'altro spesso penso possa dipendere anche da una ritenzione dovuta alla necessita di acqua che ha l'intestino per ""produrre"??
non ho mai fatto colonscopie e sinceramente me le eviterei volentieri. mamma e nonna materna soffrono di diverticolite. papà ha avuto qualche disturbo simile. nonna paterna operata qualche anno fa di tumore all'intestino(1kg di massa asportata). ho provato regolatori, fibra liquida, fermenti. mi hanno dato kiwi a digiuno, anti dispeptici, motilium, motilex, papaia. e molto altro. in ultimo oggi delle foglie di ficus. il tutto è praticamente sempre indipendente dall'alimentazione, che è piuttosto leggera, poco elaborata e saltuarissimi stravizi. no alcol, no fumo, attività fisica da 3 a 5 volte a settimana.
yogurt immancabile, visto che lo adoro.
una domanda, tutto ciò può influire con una mia resistenza al perdere peso nonostante le 1400calorie scarse al giorno e attività fisica?
e soprattutto cosa mi consgiliate per questo problema? cosa può essere?
grazie mille per la disponibilità e il tempo dedicatomi.
saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La sensazione di non riuscire a svuotare completamente l'intestino andrebbe per prima cosa senza dubbio indagata. Il resto di cio' che racconta e' invece di riscontro comune, in particolare nelle giovani donne: non c'e' una diretta relazione con la difficolta' a rientrare nel peso forma, ma e' evidente comunque che la dieta resta alla base di tutto; e il fatto che sia leggera e poco elaborata non le garantisce che sia a tutti gli effetti la migliore per il suo organismo. Inoltre i problemi potrebbero derivare non soltanto da quest'ultima, ma anche da alcuni meccanismi ormonali: ovvio che riguardo quest'ultimo aspetto sarebbe meglio sentire un dietologo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la tempestiva risposta.
Per il mancato calo di peso mi sto rassegnando...ho sentito dietologi, nutrizionisti, endocrinologi. nessuno che sia riuscito a trovare una causa. sono effettivamente rassegnata. ma ok, non è l'intestino, prima o poi lo capirò...
grazie ancora. saluti.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi permetto di ribadire comunque che la sensazione di non riuscire a svuotare completamente l'intestino rimane la cosa piu' importante da verificare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
si assolutamente,quello lo farò di certo.
Grazie ancora

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Gentile dottore oggi la mia d.sa mi ha prescritto un'ecografia completa dell'addome delle anse intestinali.

cominciamo da qua.

se non fosse che l'esame venga fatto in pochissime strutture e l'appuntamento mi è stato datoper il 25 luglio 2012 sarei anche contenta. ovviamente cercherò altre strutture, intanto quello è prenotato.

grazie ancora
Saluti

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Accidenti... fra quasi un anno! Mi sembra impossibile che non si riesca a trovare di meglio. Le consiglio di fare qualche ricerca, magari provando a contattare gli Ospedali dei centri piu' piccoli: a volte conviene spostarsi di qualche chilometro, allontanandosi dalle grandi citta', per ottenere appuntamenti in tempi piu' accettabili.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
G.mo buongiorno, leggendo in rete informazioni sull'esame ho capito che il sacco è l'ospedale migliore della zona, ma credo che una struttura come il san raffaele non possa essere da meno quindi ho sentito l'ospedale e mi faranno l'esame lunedì prossimo.
le farò sapere.
grazie mille.

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Conosco per fama gli Ospedali da lei citati: di sicuro non sara' un problema trovare ottimi Ecografisti in entrambi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente
Gentilissimo dr Spina, eccomi come promesso con l'esito dell'ecografia delle anse intestinali.

in fid si osserva ansa riferibile a ileo terminale caratterizzata da parete nei limiti per ecostruttura spessore ed elasticità.

nella norma le pareti coliche con austratura normorappresentata.
diffuso ingombro fecale
non ipertrofia del mesentere nè adenomegalie.
non versamento libero o raccolte addominali.
non ulteriori reperti di rilievo a carico dei restanti organi addominali.

Bene per fortuna non ci sono problemi..salvo quel diffuso ingombro fecale...tenga conto che la sera prima avevo preso un lassativo...

La gastroent che mi ha fatto l'eco mi aveva preannunciato che l'unica cosa che si evinceva era appunto un intestino estremamente pigro con difficoltà di svuotamento. ma nulla di più. (salvo l'ovaio policistico ma quello a titolo informativo me l'ha detto, andrò dal ginecologo)

La mia d.sa non mi ha detto nulal di più se non provare qualche regolatore intestinale. naturale.

che per carità va anche bene eh..ma io faccio attività fisica da 4 a 7 volte la settimana(per 60min circa a sessione), bevo di conseguenza e comunque in generale.
mangio frutta e verdura. sono quasi nulli i carboidrati raffinati..ma in genere i carboidrati sono molto poco presenti.

i cereali integrali spesso e volentieri mi provocano solo enorme gonfiore.

ho provato la fibra liquida, risultati scarsi.

non so come altro poter intervenire. la sensazione di pesantezza e i dolori anche dopo l'evacuazione spesso sono fastidiosi, il visibile gonfiore fastidioso(ma da 6 mesi di gravidanza eh!mica poco!)

sto anche usando del ficus carica, che aiuta la digestione.

mi devo rassegnare??

grazie mille ancora.

Saluti. buona serata.

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
No, non si deve rassegnare, altrimenti la situazione peggiorera'! Continui con le verdure cotte, tanta acqua e l'attivita' fisica: e' una situazione difficile, mi rendo conto; ma purtroppo bisognera' imparare a conviverci, cercando nel contempo di "limitare i danni".
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com