Utente



Salve Dottore. Avrei bisogno di una sua consulenza. Sono un ragazzo di 19 anni, e a volte, quando vado in bagno vedo delle tracce di sangue sulla carta igienica. La cosa è saltuaria, nel senso che si ripresenta a distanza di giorni, a volte settimane. Durante lo scorso periodo estivo non si è mai presentata, mentre invece negli ultimi giorni del Dicembre scorso (attorno al 27-28-29-30 Dicembre 2011) sanguinavo ogni giorno, per poi smettere attorno al 1 Gennaio, fino ad un mese fa quando ha ripreso. In questo periodo diciamo che sanguino circa una volta ogni due settimane. Io ho un'attività intestinale abbastanza regolare (vado di corpo in media una volta al giorno e la consistenza delle feci mi sembra giusta). Ho notato i primi sanguinamenti l'anno scorso, quando andavo ancora a scuola, mi sembra attorno a febbraio-marzo ma erano saltuari. Il picco di sanguinamenti, come ho già detto, è stato durante gli ultimi 5-6 giorni di Dicembre. Quando vado di corpo non provo particolare dolore, o forse provo dolore ma lo sopporto senza problemi. Io ho consultato due farmacisti, i quali mi hanno detto che non devo preoccuparmi. Lei cosa può dirmi in merito? Grazie royalzara@yahoo.it

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Due farmacisti le hanno detto di non preoccuparsi? In che senso, scusi? Se si riferiscono al fatto, che alla sua giovane eta', le possibilita' di avere un tumore e' molto bassa posso anche essere d'accordo; ma tenga conto che si tratta soltanto di una valutazione probabilistica, non certo di una valutazione secondaria ad una visita medica, perche' non penso che i farmacisti l'abbiano visitata in negozio, visto che non sono medici...
Se invece si riferissero al fatto che non deve tenere conto della sua patologia allora non sono affatto d'accordo: guardi cosa succede https://www.medicitalia.it/blog/colonproctologia/2052-emorroidi-di-iv-grado-perche-arrivare-a-questo-punto.html a chi, magari mal consigliato, per anni "non si e' preoccupato"... Questo nell'ipotesi (probabile, ma non certa finche' non si fa visitare da uno Specialista) che possa trattarsi di emorroidi. Comunque non si spaventi per la foto di cui le ho allegato il link: sono situazioni limite che coinvolgono soltanto chi, appunto, decide autonomamente di non affidarsi al Medico per anni. A lei bastera' andare dal suo Medico Curante, farsi prescrivere evntualmente una visita specialistica e vedra' che presto il suo sanguinamento sara' un ricordo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Ho saputo che chi ha le emorroidi non può nemmeno sedersi.. Io invece mi siedo tranquillamente..Ma i sintomi che le ho scritto corrispondono a qualcosa di grave?

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non riesce a sedersi che ha delle emorroidi ad uno stadio molto avanzato, come quelle che avra' visto nella foto. Chi invece ha delle emorroidi di primo o secondo grado forse non se ne accorgerebbe nemmeno, se non fosse appunto per le perdite di sangue...
Ad ogni modo i sintomi cosi' come lei li ha descritti possono corrispondere in teoria a tante cose: non e' possibile dire nulla sulla sola base di un sanguinamento, sebbene lei abbia meticolosamente riferito tutte le date in cui cio' e' avvenuto. La cosa piu' probabile, vista anche la sua eta', e' forse una patologia emorroidaria, ma da qui e' chiaro che non possiamo escludere nulla: ci vuole una visita medica!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottore, volevo intanto ringraziarla per le risposte. Avrei ancora dei dubbi:
a) ieri mi sono fatto visitare dal mio Dottore di base, il quale mi ha detto che la pelle che attornia l'ano è piuttosto rossa, ma nel contempo di non aver visto né emorroidi estene né ragadi. Inoltre mi ha fatto notare la mia villosità, la quale può contribuire a questi disturbi.
b) da bambino ero un super-allergico. Ho avuto diversi problemi agli occhi e alla cute specialmente nelle parti del corpo soggette a piegamenti (braccia, gambe, ecc), pertanto ho dovuto assumere diversi medicinali e talvolta antibiotici. E' possibile che questi sanguinamenti siano dovuti ad uno sfogo (sebbene a distanza di diversi anni) di tutto quello che ho ingerito da bambino?
c) intanto ho prenotato 3 esami delle feci. Ho letto su Internet che nei giorni che precedono l'esame non dovrò mangiare carni rosse, o medicine e che non dovrò "eseguire il test in presenza di emorroidi sanguinanti" ma io come faccio a sapere se sono le emorroidi o meno? Faccio il test apposta per scoprilo! Non le sembra un po' una contraddizione? Grazie

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Rispondo con ordine.
a. Potrebbero esserci pero' delle emorroidi interne: per diagnosticarle ci vuole un'esplorazione rettale o meglio ancora sarebbe un'anoscopia. Le emorroidi visibili dall'esterno, cioe' fuori dal canale anale, sono solo quelle piu' gravi, che pero' non sono piu' del 5-10% dei casi... Insomma, con l'ispezione il suo Medico le ha detto che non ha una malattia ad uno stadio molto avanzato, ma non sappiamo ancora se ha emorroidi interne o meno...
b. Escludo che quello che ha ingerito molti anni fa possa darle una rettorragia.
c. Non e' una contraddizione, perche' l'esame delle feci NON serve per diagnosticare le emorroidi, ma per studiare il funzionamento e lo stato di salute dell'intero intestino. Per diagnosticare le emorroidi, come gia' le ho detto, serve una visita proctologica! L'esame delle feci, e' chiaro, puo' venire falsato da qualunque sanguimento in atto nel tubo digerente, che si parli di emorroidi o che si parli di sanguinamento gengivale per aver spazzolato i denti con troppa foga. Quindi in caso cio' accada l'esame non sara' dirimente e andra' ripetuto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Allora se io dovessi trovare del sangue sulla carta igienica dovrei automaticamente escludere quel campione di feci? O lei mi consiglia di farmi prescrivere direttamente un'anoscopia?

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono due cose diverse: come le ho detto l'esame delle feci non e' utile a diagnosticare le emorroidi, serve per altri scopi. L'anoscopia invece e' una metodica che utilizza il Medico (in genere un Proctologo) per vedere meglio le condizioni interne al canale anale e fare quindi diagnosi di emorroidi o meno.
Nel suo caso insomma dovrebbe fare entrambe le cose, ma e' chiaro che se trova sangue nella carta igienica la ricerca di sangue occulto nelle feci diventa inutile. Essa serve infatti per vedere se c'e' un sanguinamento gastrico oppure proveniente da altre parti del tubo digerente, ma se il sangue e' addirittura visibile chi leggera' il referto non sara' in grado di distinguere da dove viene il sangue, quindi l'esame e' inutile. Curi le emorroidi con l'aiuto di uno Specialista, attenda 7/10 giorni dall'ultimo sanguinamento visibile e poi faccia l'esame delle feci...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
salve Dott. Le scrivo dopo circa 2 mesi dall'ultimo messaggio. Le mie condizioni sono le seguenti: il sangue sulla carta igienica non c'è più.. Mi sono fatto visitare dal mio Medico, il quale mi ha detto che se il problema sarebbe persistito, avrei dovuto fare l'esame del sangue occulto. Non avendolo più notato, non ho proceduto in tal senso. Il problema è un altro. Capita a volte (non sempre) di vedere del materiale bianco attorno alle feci, anche se non molto (probabilmente muco). Come le ripeto, ho vent'anni e non ho mai avuto problemi intestinali, né di stomaco. Mai vomitato, qualche nausea, ma niente di più. Non mangio cibo spazzatura. Mi faccia sapere cosa ne pensa. Ho dei disturbi (ma non forti, tantoché non li definisco neanche dolori) sulla parte sinistra dell'addome, a volte, ma è più raro, anche sulla parte destra che durano ciascuno pochi secondi. Quando vado di corpo, noto la consistenza delle feci apprentemente buona. Nell'ultimo anno mi è capitata una scarica di diarrea. Il non è sempre uguale, a volte è più sul marrone, a volte più chiaro, tendente addirittura all'arancione. Sono un tipo molto ansioso, e ho avuto problemi con l'allergia (a diversi cibi, al polline ecc.) in passato, soprattutto alla pelle (dermatiti) e agli occhi, ma come le ripeto, non ho mai avuto problemi riguardanti l'apparato digerente. Attendo risposte.

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La ricerca del sangue occulto andrebbe eseguita, insieme all'esame delle feci. Ma non per il motivo che scrive lei, perche' non e' affatto vero che bisogna fare il sangue occulto solo qualora prosegua il sanguinamento anale; anzi e' vero il contrario: "occulto" vuol dire "non visibile", quindi e' un esame che serve per ricercare chimicamente tracce di sangue non apprezzabili a occhio nudo, sulla carta igienica; quando il sangue e' visibile non serve ricercarlo con altri metodi; se invece non si nota ad occhio nudo il laboratorio puo' venirci in aiuto. Un'ultima raccomandazione se decide di sottoporsi a questo esame curi bene la preparazione, perche' altrimenti otterrebbe falsi positivi, suggestivi di sanguinamento del tubo gastroenterico e invece magari si tratta solo di un po' di sangue che viene, che so, dalle gengive strofinate troppo energicamente con lo spazzolino...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente
Salve Dottore. Due giorni fa è ripreso il sanguinamento (ho visto una goccia sulla carta igienica). Ieri sera ho avuto due scariche di feci molli con della sostanza bianca sopra. Questa sostanza non si è mai presentata insieme al sangue. Cioé, ho avuto o una o l'altra a distanza di giorni. Sono disperato. Non so cosa fare. Non ho accusato dolori, se non quelli che precedono l'evacuazione (ordinaria ammin.). Non sono dimagrito, non ho mai perso l'appetito e queste scariche non le avevo da almeno 1-2 mesi. Ieri sera ho preso anche dell'Immodium. Secondo lei questi problemi possono essere dovuti da un'amalgama odontoiatrica di piombo che mi hanno installato un po' di anni fa?

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Beh, a quest'ultima domanda mi sentirei di rispondere di no. Comunque se c'e' un sanguinamento visibile l'esame del sangue occulto non lo puo' fare, perche' le darebbe un risultato non affidabile. Deve piuttosto risolvere il problema tramite il suo Proctologo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente
avevo letto questo articolo http://www.mednat.org/amalgami/amalgama.html non so se sia fondato o meno. Io non conosco nessun proctologo. Ma adesso cosa dovrei fare di preciso?

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'articolo che lei cita e' esterno al nostro sito, quindi non so dirle se si tratti di notizie fondate o meno.
Per trovare un Proctologo nella sua citta' puo' fare una ricerca cliccando sui seguenti link: https://www.medicitalia.it/specialisti/colonproctologia/ e https://www.medicitalia.it/medici-specialisti-provincia/ oppure chieda al suo Medico di Famiglia di consigliarle il Centro Proctologico piu' vicino.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente
Dottore, torno a scriverle.. Volevo ringraziarla delle risposte che mi ha fornito , sempre tempestivamente e con precisione. Volevo informarla degli accertamenti che ho fatto negli ultimi 20 giorni. Il dottore mi ha prescritto le analisi del sangue e delle urine. Gli unici valori sballati erano: colesterolo basso (sia l'ldl che l'hdl) e inoltre hanno trovato (più preoccupante) 0,06mg/dl di emoglobina nelle urine. Ieri sono andato a farmi fare un'ecografia (come privato, altrimenti avrei aspettato troppo tempo) dell'addome completo, la quale ha avuto esito negativo. La dottoressa che mi ha fatto l'ecografia mi ha detto che non è nulla di grave ma ha detto che volendo sarebbe bene andare a fondo per quanto riguarda l'origine del sanguinamento. Una volta uscito dall'ospedale sono andato dal medico curante, il quale mi ha detto anch'egli che non è nulla di importante e che probabilente sono piccole emorroidi.. Ho notato infatti, negli ultimi giorni, che dopo la defecazione è uscito un po' di sangue dopo parecchio tempo, e guarda caso, i giorni precedenti ho condito le insalate con aceto, ho bevuto 2 Coca-C.., cose che non favevo da parecchio tempo, ma in compenso da qualche mese ho eliminato i cibi piccanti, dei quali ne facevo largo uso. Il dottore mi ha prscitto le analisi delle feci, ma a questo punto non credo che servano, piuttosto una rettoscopia. Mi sto chiedendo piuttosto, ora, quale siano le cause dell'emoglobina nelle urine.. Ho pensato che possa essere del sangue delle emorroidi che si è riversato nel colon e sia stato "aspirato" dallo stesso e si sia riversato nella vescica o nei reni. Lei che ne pensa? Grazie

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'emoglobina nelle urine ha tutt'altre cause che quelle da lei citate, ma entro certi limiti si tratta di riscontri molto frequenti e non preoccupanti. Per quanto riguarda il resto credo che forse nemmeno la rettoscopia sia necessaria: cominci pero' a prenotarsi una visita proctologica, poi se il Collega lo riterra' davvero indispensabile procedera' lui stesso ad effettuare la rettoscopia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente
Secondo quanto detto è necessaria? Se sì, devo farmela prenotare con una certa urgenza, e dunque da privato? Il dottore mi aveva prescritto una crema chiamata , la quale però, non l'ho comprata poiché non ero certo che potessero essere problemi riguardanti le emorroidi . Crede che sia necessario comprarla prima dell'eventuale visita proctologica? Inoltre volevo chiederle se è veramente attendibile l'esito dell'ecografia.. Ho letto su internet che l'ecografia non è il massimo dell'attendibilità.

[#17]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ecografia e' attendibile, ma essendo un esame dipendente dalla bravura dell'operatore ovviamente deve essere fatta da un professionista competente. Per farle un esempio: la misurazione della febbre con un termometro non e' un esame operatore-dipendente, quindi si tratta di un dato inconfutabile; un'intervento chirurgico invece, come l'ecografia, e' operatore-dipendente, e infatti i risultati sono diversi se il Chirurgo e' bravo rispetto a quelli di uno che si improvvisa tale.
La pomata e' un farmaco come tutti gli altri, con i suoi pro e i suoi contro: va quindi utilizzato soltanto a seguito del consiglio da parte di un Medico che abbia visto di persona qual'e' il problema.
Infine ho scritto che forse la rettoscopia non e' necessaria: prenoti una visita proctologica, questo si', poi lo Specialista decidera' se vale la pena di esplorare, oltre all'ano, anche il retto, e quindi le prescrivera' una rettoscopia, anzi se è ben attrezzato probabilmente le proporra' di farla durante la visita stessa; sempre e solo se serve davvero...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#18] dopo  
Utente
La ragazza che mi ha prenotato la visita ha detto che la dottoressa che mi avrebbe visitato sarebbe stata brava, nonostante fosse stata giovane, la stessa cosa me l'ha detta il mio medico. Non può credere alla sensazione di sollievo che ho avuto una volta saputo che l'ecografia ha avuto esito negativo.. Dopo un anno e mezzo di preoccupazioni.. Comunque ieri ho fatto un lavoro che necesitava di parecchi sforzi.. Alla fine ho sentito dei dolorini sempre sulla parte sinistra dell'ombelico.. Comunque la cosa non mi ha preoccupato più di tanto in quanto l'ecografia dell'altro ieri ha avuto esito negativo.. Comunque andrò a prenotarmi una visita, come lei ha detto, ma non so se prenotarla ancora come privato o normalmente.. Comunque sia il mio medico che la dottoressa che mi ha visitato hanno detto che non si tratta di nulla di grave, vista l'età, e visto il referto.. E' d'accordo, in base a quato scritto finora? Grazie

[#19]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Da un punto di vista statistico sembra difficile che lei possa avere qualcosa di particolarmente grave, pero' ovviamente non potendo verificare di persona non posso darle certezze.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#20] dopo  
Utente
Ok.. Ultima domanda.. Il dottore mi ha prescritto un esame del sangue occulto nelle feci, il quale non sarebbe da fare (come mi ha detto il dottore stesso) con urgenza.. Crede lei che sia davvero indispensabile effettuare questo esame, sia meglio prenotare direttamente una visita proctologica per ottobre-novembre o provare prima con la pomata? Volevo ringraziarla ancora per la sua disponibilità, la gentilezza, la precisione e la professionalità con cui mi ha risposto in questi mesi..

[#21]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'esame del sangue occulto, come mi sembrava di averle gia' scritto, non serve per fare diagnosi di emorroidi, bensi' per vedere se vi sono patologie del tratto gastroenterico superiore, per esempio a carico dello stomaco. Il problema e' che se vi sono altre perdite di sangue presenti, come le emorroidi o le gengive sanguinanti, il test del sangue occulto non si puo' fare, perche' darebbe dei falsi risultati.
Per il resto, come le ho gia' detto, mi sembra piu' logico fare prima la visita proctologica e poi utilizzare farmaci, in pomata o in qualsiasi altra forma: se non siamo sicuri della diagnosi come fa a sapere che pomata deve utilizzare? Ne mette una a casaccio sperando in un colpo di fortuna? Faccia lei...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com