Utente
Buongiorno,
da due giorni ho la sensazione di avere un corpo estraneo nell'ano, che mi fa male sia da seduto che in piedi, alleviandosi un po' solo da sdraiato. Inoltre ho uno stimolo permanente di andare di corpo (in realtá ci vado 2-3 volte al giorno...ma lo stimolo è continuo...anche quando non devo "fare" nulla).
Specifico che le feci sono normali per consistenza (nè diarrea nè stipsi), e che non ho notato sanguinamento.
Esternamente inoltre non si vede assolutamente nulla.
La sostituta della mia dottoressa (purtroppo non c'è...mi fiderei di più!) mi ha prescritto senza visitarmi del venoruton 1000 3 volte al giorno, perché potrebbero essere emorroidi interne, e, qualora non passasse, colonscopia.
È la terapia giusta?
Dovrei prendere qualcos'altro?
Sarei tentato di prendere qualche antinfiammatorio (tipo aulin) se non altro per diminuire il dolore/fastidio...
Mille grazie se vorrete rispondermi.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
prima della terapia è utile una ispezione-esplorazione della regione ano-perineale.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
Ho fatto come consigliato una visita proctologica con uno specialista.
Dall'esplorazione rettale è emerso che non ho nè emorroidi nè ragadi.
Il dottore mi ha diagnosticato una proctite e prescritto una cura con asacol (2 compresse al giorno da 800 mg e una supposta da 500 mg) per 30 giorni.
Dopo 5-6 giorni il dolore è sparito. Stupidamente sono andato a correre (10 minuti) e il dolore è ricomparso. È normale?
Adesso dovrei stare a riposo almeno fino alla fine della cura (ancora 19 giorni)?
Grazie se vorrete rispondermi.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
L'attività fisica, non è correlabile con la problematica che l'è stata diagnosticata. Può riprendere l'attività in questione, se persiste la sintomatologia informi lo specialista per eventuali altre decisioni diagnostico-terapeutiche.
Cordiali saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
scusi la domanda forse un pò banale:
è stata eseguita un'ano-procto-scopia?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie a entrambi per la risposta.
Non ho fatto nessun esame particolare...solo un'esplorazione col dito.
Dopodomani andrò ancora dal medico, che credo mi prescriverà una rettoscopia a questo punto. E la faccio "volentieri" perchè vorrei avere una diagnosi certa.
Al momento non ho dolore, soltanto un fastidio e la sensazione sgradevole di dover andare sempre di corpo (in lieve attenuazione rispetto a 2-3 giorni fa).
Ne approfitto per un paio di domande:
Può essere davvero solo un 'infiammazione e durare così tanto?
La rettoscopia è meglio farla col rettoscopio rigido o con quello flessibile (come idea mi sembra meno doloroso...)?

Grazie

[#6]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ha o ha avuto febbre? e' stato operato in passato all' anoretto per qualsiasi motivo?
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#7] dopo  
Utente
Mai avuto febbre e mai operato all'anoretto Dr. Favara.
E aggiungo che non ho mai avuto mal di pancia, nè dolori al colon, nè diarrea, nè problemi di stipsi, nè sanguinamento.
E non faccio nessuna fatica a scaricarmi (2-3 volte al giorno...che per me è la norma da sempre)

Solo un fastidio dentro (come se ci fosse qualcosa...ma appena dentro...come quando c'è una supposta per intenderci) e soprattutto la sensazione continua di dover andar di corpo.

Un amico di famiglia (medico) mi ha detto che potrebbe essere anche una cosa di nervi...che possono dare se infiammati lo stimolo...può essere?

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Puo' essere, anche se non la considererei l' ipotesi piu' probabile. Eseguirei gli accertamenti che il proctologo le consiglierà alla prossima visita.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le devo una risposta alla mia domanda che, verifico,
non era quindi, come potevo pensare, così banale e scontata.

La diagnosi di proctite può essere posta solo attraverso indagini di laboratorio (tampone rettale) ed esami endoscopici (che permettono di visualizzare le pareti interne del retto o di altri segmenti colici, ed, eventualmente, di eseguire biopsie).

Personalmente non riesco a far diagnosi di proctite con <<un'esplorazione col dito>> e quindi penso che la sua sensazione di corpo estraneo, prima di addebitarla allo stress, vada adeguatamente indagata.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Farò il prima possibile qualche esame...immagino la rettoscopia (spero non sia dolorosa!).

Grazie per le risposte....date veramente un bel servizio.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Grazie a lei per un riconoscimento che ci onora.

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it