Utente
Salve,
cerco un consulto per il mio problema, partendo dal principio:
all'incirca 2-3 mesi fa accusavo un problema allo stomaco, in quanto si formava dell'aria indipendentemente dai pasti, e facevo molto fatica ad espellerla, fino ad arrivare a stare come in apnea.
A questo punto insieme al mio medico curante ho deciso di effettuare una gastroscopia, nel quale è risultato Gastropatia. Duodenite bulbare ersoiva.
Effettuato test H P con risultato POSITIVO.
Dopo aver effettuato la cura per l'eradicazione per 10gg,con la terapia:
LUCEN cps 20 mg: una compressa prima di colazione e cena per 5 giorni;
AMOXINA cps 1g: una compressa dopo colazione e cena per 5 giorni
Prosegua poi con:
LUCEN cps 20 mg: una compressa prima di colazione e cena per 5 giorni;
LEVOXACIN cps 500mg: una cps dopo colazione e cena per 5 giorni;
TRIMONASE 500mg cp: una cp dopo colazione e cena per 5 giorni.

Effettuata la cura con il passare del tempo, i sintomi sono scomparsi, mentre non so se l'eradicazione è andata a buon fine in quanto devo fare l'urea breath test tra una settimana.

Mentre all'incirca una 10gg di giorni fa ho accusato altri tipi di sintomi, ma questa volta all'intestino principalmente nella zona dell'ombellico.

Puntualmente i primi scombussolamenti di pancia si avvertono prima che mi siedo a tavola per cenare e già sono sicuro che dopo aver cenato avrò questi dolori.
Dopo una mezz'oretta dalla fine del pasto, inizio ad sentire questi rumori alla pancia sopratutto in corrispondenza della costola sx, con formazione di aria in tutta la pancia che man mano si trasferisce nel retto, che a volte riesco a farla uscire facilmente e avvolte come si bloccasse con dei fastidi momentanei.
I dolori si protraggono per all'incirca per 2 ore, quasi per tutta la durata della digestione, per poi calmarsi lentamente, fino a rimanere la pancia indolenzita qualche dolore all'ano (ma soffrendo di emorroidi non so se è collegabile), la mattina mi sveglio carico di gas e leggermente appesantito ma non dolorante.
Riesco a mangiare senza problemi, e defecare normalmente una volta al di (a volte in modo soddisfacente e altre no).
Dopo il pranzo non accuso questi fastidi ma soltando dei doloretti e rumori sporadici e per niente fastidiosi.

Nell'arco della giornata effettuo molte eruttazioni.

Leggendo su internet i vari sintomi, portano da meteorismo a colite a colon irritabile, quindi non mi sono fatto un idea precisa di che posso soffrire.
Il mio farmacista di fiducia (persona molto affidabile) mi ha consigliato di assumere il Nux Vomica-Heel medicinale omeopatico prima dei pasti, cosa che non ho fatto in quanto so che alcuni farmaci interferiscono con l'Urea Breath Test che devo effettuare.

Inoltre l'unico giorno che sono stato bene è stato quando ho fatto attività fisica, non ho avuto nessun problema di questi citati.

Posso assumere il nux vomica heel considerando che devo fare il test del respiro?
Devo fare la colonoscopia o qualche altro esame? come devo comportarmi!

Grazie.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Inizierei a dire che la formazione di gas a livello intestinale e' di per se' un fenomeno normale, ma ovviamente diventa fastidioso quando questi gas sono troppi. A volte responsabile di cio' e' una flora batterica aumentata: non serve fare una colonscopia (ne' tantomeno una gastroscopia!) ma puo' essere utile una specifica terapia antibiotica che il suo Medico di Famiglia le potra' certamente prescrivere. Ovviamente tutto diventa inutile se lei non adotta una dieta che limiti l'utilizzo di alimenti che tendono a fermentare molto, e allo stesso tempo se non pratica dell'attivita' fisica regolare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Dottore grazie mille per la sua celere risposta.
Considerando quello che mi ha detto lei può essere una flora batterica aumentata in quanto questi sintomi sono iniziati a comparire dopo l'assunzione per una settimana di probiotici (actimel).
Immaginavo che la colonoscopia non è necessario, mentre la gastroscopia l'ho effettuata già circa 2-3 mesi fa, dove è risultata la Gastropatia. Duodenite bulbare ersoiva con test H P POSITIVO.

A questo punto prima di iniziare con una cura antibiotica dato che devo fare l'urea Breth test tra una settimana per verificare l'eradicazione dell'HP, posso assumere il Nux Vomica Heel (medicinale omeopatico) o anche questo può causare dei risultati falso-positivi al test del respiro?
Il Nux Vomica Hell è composto da:
Carbo vegetabilis ed Antimonium crudum che stimolano il riassorbimento delle tossine alimentari ecc.
-Nux vomica
-Argentum nitricum,
- Arsenicum album,
-Pulsatilla,
-Antimonium crudum

Grazie mille per l'attenzione.

Colgo l'occasione per augurarle delle buone vacanze.


[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'idea che i probiotici possano aver contribuito ad aumentare la flora batterica intestinale non e' del tutto sbagliata, ma sulle conseguenze di un integratore sul Breath Test onestamente non saprei proprio cosa risponderle: nel dubbio ovviamente meglio evitare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottore, la ricontatto sempre in merito al mal di pancia che va avanti oramai da circa un 20 giorni. Fino a qualche giorno fa, il dolore si era stabilizzato cioè fino alla defecazione dopo i pasti stavo bene, dopo la defecazione accusavo soltanto qualche fastidietto (ma non espellevo flautolenze) mentre prima della cena iniziavo a sentire dei rumori alla pancia e dopo cena durante la digestione avvertivo i dolori più forti (effettuando molte flautolenze con sollievo momentaneo) fino a che questo dolore scompariva del tutto.
In concomitanza con questi dolori se provavo a premere sull'addome intorno all'ombellico sentivo dolori all'interiora.
Questo tutti i giorni, fino ad ieri quando appena sveglio dopo 2-3 minuti sono dovuto correre immediatamente in bagno la consistenza delle feci è stata quasi come al solito molto morbida ma non diarrea. Nell'arco della giornata di ieri i dolori che ho prima descritto non si sono presentati ma ho avuto fitte fortissime all'addome con scariche di diarrea e con frammenti di cibo intatti.
Sentivo dolori sotto la costola sx e per tutto il colon.
Stamattina uguale, appena sveglio ho avuto delle fitte intense con scarica di diarrea e dopo qualche fitta all'addome che compare e scompare.

Da premettere che io fino a questi sintomi compari circa una ventina di giorni fa non ho avuto mai problemi all'addome.

dottore qual'è il vostro consiglio??

La ringrazio in anticipo!!

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La situazione non mi pare cambiata di molto... E' stato dal suo Medico a farsi visitare come le avevo consigliato? Ha seguito la terapia che il Collega le ha prescritto? Se si', quale? Se non ha fatto nulla, magari nemmeno seguendo specifici consigli dietetici, non vedo come possiamo sperare che le cose vadano meglio...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore, la ringrazio per la sua celere risposta!!
Per quanto riguarda la dieta ho cercato di eliminare o quanto meno ridurre cibi ad alta fermentazione, mangiare meno grassi e di fare un pò di attività fisica o almeno delle lunghe passeggiate.
Mentre per la visita dal dottore sono riuscita a farla oggi, dato che sono stato fuori casa per un pò di tempo.
Dopo avergli spiegato i miei sintomi, e dopo avermi palpato l'addome il medico mi ha detto che può trattarsi di una colica addominale, e mi ha presciritto una pasticca ogni 12 ore di Amplital da 1gr.
Inoltre mi ha prescritto un prelievo di sague venoso EMOCROMO + FORMULA perchè secondo lui può trattarsi anche di Appendicite.

Secondo voi la diagnosi può essere corretta o devo rivolgermi ad uno specialista gastroenterologo?

Grazie mille

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Beh, la diagnosi di appendicite acuta la escluderei sulla base del fatto che se cosi' fosse lei sarebbe in ospedale e non avrebbe certo avuto modo di mettersi al computer per scriverci! Per il resto attenderei il risultato degli accertamenti che le ha prescritto il Collega.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
Salve Dottore, colgo l'occasione per ringraziarla delle risposte precedenti!!

Le riscrivo sempre in merito al mio problema già sopra citato!!

Dopo aver effettuato le analisi emocromo + formula risultate senza valori anomali, il mio medico di base mi ha presciritto una pasticca ogni 12 ore di Amplital da 1gr per 5gg.

Dopo aver effettuato la cura ho recepito dei miglioramenti, i problemi erano quasi scomparsi, però tutto questo è durato solo una settimana, non ha cambiato le mie abitudini, anzi ho cercato di migliorarle mangiando sempre meno grassi e via dicendo.

I sintomi sono ricomparsi e hanno subito e si sono anche modificati!

Partendo dal fatto che la mia defecazione avviene quasi puntualmente dopo pranzo (non soffro di stitichezza e ne di diarrea), fino a questo punto non accuso fastidi rilevanti.
La consistenza delle feci e variabile da molli a formate.
Mi sento più gonfio ma riesco ad effettuare flautolenze che mi liberano dal peso in modo spontanee e senza fastidi.
Una volta defecato man mano che il tempo passa i fastidi aumentano, sento la pancia che si gonfia e non riesco ad effettuare flautolenze anche quando sono super gonfio, lo stimolo c'è ma non riesco a farle uscire!
Questo fastidio si protrae per 3-4 ore, se provo a schiacciare con le dita nella zona sotto l'ombellico sento del dolore interno, cosa che non avviene prima di defecare o quando non ho i fastidi!

Il dolore scompare, non so se è una coincidenza, dopo aver cenato, man mano sento che si allevia fino a scomparire però lasciando un senso di indolenzimento quasi nullo nell'addome inferiore.

Ho notato che assumendo del carbone vegetale qunado iniziano i primi sintomi, anche dopo 3 ore dal pranzo, i sintomi non compaiono e riesco a liberarmi dai gas intestinali.

Sono dimagrito un pò ma questo è dovuto anche al fatto di mangiare cose meno grasse, ma il peso rimane stabile da più di un mese!

A questo punto volevo sapere come risolvere questa situazione, può essere utile dell'enterogermina come consigliatomi dal mio farmacista in quanto la mia flora batterica si è scombussolata dopo aver assunto gli antibiotici per l'eradicazione dell'Helicobacter pylori (non dimenticando che questi sintomi sono iniziati all'incirca un 20gg dopo la cura)?

Altrimenti che fare??

Grazie mille!!

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'Enterogermina, un pro-biotico, va nella direzione esattamente opposta a quella indicata dal suo Medico, che invece le ha prescritto un anti-biotico, proprio allo scopo di ridurre la flora batterica intestinale. Che poi e' la stessa identica cosa che le avevo consigliato io stesso nella mia prima risposta (rilegga quella di martedì 14 agosto 2012 ore 18:52).
L'idea del carbone vegetale ci fa capire comunque che di gas nel suo intestino ce ne sono ancora tanti: quando il carbone li assorbe lei sta meglio, se invece non prende il carbone la tensione le causa dolore. Io penso insomma che prima di seguire i consigli del farmacista (che non e' un Medico, che non l'ha visitata e che non puo' fare prescrizioni) sarebbe meglio riparlare con il suo Curante.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com