x

x

Le feci, anche quando sono morbide

salve dottore ho 47 anni le espongo il mio problema. ad agosto 2012 dopo aver esagerato con il
mangiare piccante ( era circa un mesetto che mangiavo quasi tutti giorni pecorino e altri
cibi speziati e bevendo vino rosso e birre e molto poca acqua), un pomeriggio ho avertito
delle fitte alla pancia e dopo un po' ho avuto diarrea rossa con fortissimo odore,potrei
paragonarlo ad un forte odore di candegina.
le volte dopo che sono andato di intestino ho visto sempre un po' sangue nel water.
ma ogni volta un po' meno, ma comunque da quel primo episodio
ho cominciato a farci caso, e tutte le volte o quasi che vado in bagno anche adesso
vedo delle strisciate di sangue sopra le feci, anche quando sono morbide
(di solito vado di intestino ogni 3 giorni spesso con feci dure e con dolore).
so' che e' importante il colore del sangue ma non so' distinguerlo bene. posso dire che
non e' rosso acceso e' un rosso spento ma non molto scuro pero'.
dopo un bel po' di tempo che controllavo e i sanguinamenti continuavano, ne ho parlato con
il medico di famiglia, che mi ha fatto fare delle analisi del sangue e la ricerca del sangue occulto,
che oviamente e' risultato positivo. ma dalle analisi del sangue non risultava niente.
aveva prescritto anche un ecografia al addome completo, che ho fatto
ed anche quella va' bene. mi ha poi richiesto una colonoscopia che non ho piu' fatto,
perche' il giorno prestabilito dopo aver assunto 2 buste di phospho lax come preparazione
e averci bevuto molta acqua, ho avuto varie scariche consecutive di diarrea che mi hanno
provocato una forte infiammazione della mucosa del ano. quindi ho dovuto rinunciare alla colon,
poiche in quelle condizioni anche se' me lavrebbero fatta, l'esecuzione sarebbe stata sens'altro
compromessa visto che non riuscivo neanche a toccarmi sensa sentire del dolore. in questi giorni
ho pensato di richiedere una visita proctologica prima di prenotare la colonoscopia, per vedere se'
avevo delle emmoroidi interne che potevano essere causa di quei sanguinamenti, ed eventualmente curarmi
per quelle per poi controllare se' i sanguinementi sarebbero continuanuati.la diagnosi della visita e' stata che il
proctologo ha trovato un prolasso mucoso del retto di 2°-3° grado con minima componente emorroidaria,
dovuto ai continui sforzi evacuativi per la stipsi e uno sforzo alsando un peso eccessivo (di cui ho
informato il proctologo) che era edema del bordo anale per edema del prolasso. inoltre mi ha consigliato una
alimentazione ricca di liquidi e fibre per migliorare la stipsi e ridurre il trauma evaquativo. e se'
i sanguinamenti persistono anche una colonoscopia di completamento diagnostico e un controllo fra 6 mesi
per follow up del prolasso. e mi ha detto che appunto bevendo 3 lt di acqua al giorno e/o mangiando
alimenti con fibre i sanguinamenti sarebbero cessati dopo pochi giorni, sensa specificare quanti piu' o meno.
adesso che sono passati gia' 9 giorni da quando bevo 3 lt di acqua al giorno e mangio verdure,
quando vado di intestino vado morbido,
pero' i sanguinamenti ci sono sempre. ora vorrei sapere da lei, quanto tempo dovra' passare finche' termineranno
i sanguinamenti dovuti al prolasso?. e quindi quanto dovro' aspettare per escludere questa causa ?.
e secondo lei il sanguinamento dovuto a queste cause deve essere per forza di colore rosso acceso/vivo o
puo' essere anche piu' scuro come nel mio caso ?. e o da cosa altro potrebbero derivare ?.

grazie









[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Considerata la sua età prossima ai 50 anni ed il persistere dei sanguinamenti,
è consigliabile eseguire una dirimente colonscopia di screening.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve, dottore e grazie per il pronto consiglio. visto che probabilmente dovro' sottopormi alla colonscopia vorrei non ripetere l'esperienza su' detta ( quella del infiammazione). quindi le chiedo se' puo' consigliarmi pomate e/o prodotti per eliminare/ridurre l'infiammazione da diarrea causata dalla preparazione. e in ogni caso l'acqua da bere dopo le bustine di lassativo va assunta fino a quando si evacua solo acqua del tutto chiara, o basta che non ci siano dei residui solidi ?. le chiedo questo, perche' probabilmente, la volta scorsa credo di aver bevuto piu' acqua del dovuto, per paura di non essere pulito.
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Deve bere esattamente (senza sconti e senza acqua aggiuntiva) quello che è specificato nella preparazione consigliata dal centro a cui afferirà,
seguendo anche le tempistiche riportate nella brochure.
Una buona pulizia del colon è fondamentale.

Cordialità

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio