Utente
Salve,
E' da un pò di tempo che ho alcuni disturbi, che mi fanno pensare alla sindrome del colon irritabile, smanettando sul web, ho letto in diversi articoli che i sintomi del colon irritabile sono più o meno uguali ai miei.
Spesso di recente, ho dolore di schiena lombare, inizialmente sembrava fastidio ai reni, poi invece è diventata mal di schiena a tutti gli effetti, infatti stavo bene solo sdraiato, pur faticando a trovare la posizione giusta, poi, un giorno/due soffro di stitichezza, finita la stitichezza, inizio ad andare in bagno anche più del dovuto, spesso ho anche 3 scariche nell'arco di 30/45 minuti. In questo momento ad esempio, accuso un leggero fastidio lungo il fianco sinistro, al centro della schiena e un pò di crampi alla pancia, infatti ho preso un antispastico.
Soffro d'ansia, e non ho una vita serenissima per via di alcuni miei problemi personali. I miei orari non sono sempre regolari, di conseguenza anche i pasti.
Un'altra cosa, la mattina, mi alzo spesso e volentieri con la bocca asciutta e amara, sento salire dallo stomaco qualcosa, ogni tanto, ma raramente mi sembra di sentire sangue, cosa che ho sempre collegato alla mia gengivite. Qualche altro sintomo che presento ai già elencati, gonfiore alla pancia, ogni tanto bruciore, che spesso collego alla fame, sono spesso svogliato e nervoso e in questo periodo, sempre per via di alcuni miei problemi personali sono piuttosto teso, in ansia, preoccupato, etc...
Lunedì, o comunque molto presto, andrò dal medico di famiglia, vediamo che mi dice lui, sono disposto a farmi le analisi o qualche altro controllo, diciamo a tutto tranne la colonoscopia e la gastroscopia.
Detto questo, secondo voi, può trattarsi di colon irritabile?
E un consiglio, cosa è meglio NON mangiare in questo periodo, per vedere se magari evitando qualcosa, i miei fastidi passano. Per logica escludo le bevande gassate, ma cos'altro evitare? Io la mattina, faccio colazione una volta con il latte (spesso mi causa alcuni dei sintomi sopra elencati), una mattina panino con prosciutto o salame, Il pranzo spesso lo salto, la cena la faccio sempre, variando molto, ogni tanto la notte mi viene fame quando salto il pranzo e ingoio schifezze di ogni tipo, pizze surgelate, panini, merendine, e schifezze varie.
Aspetto una vostra risposta, vi ringrazio anticipatamente. Se vi serve qualche altra informazione, sono a vostra completa disposizione.

PS: Ho dimenticato a dirvi che ogni tanto, l'ultima volta ieri, ho avuto come un 'sasso' alla gola, tempo fa questo era un sintomo che mi si presentava quando avevo attacchi d'ansia, ma ho letto che può anche essere un sintomo che si presenta, non so come, col colon irritabile.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La Sindrome del Colon Irritabile può essere definita solo quando sono state escluse altre importanti cause che potrebbero dare, in parte, gli stessi sintomi. Dalla sua descrizione mi sembra che ci siano buone possibilità perché si possa concludere in questo modo anche nel suo caso, ma è ovvio che una visita dal Medico di Famiglia, ed eventualmente qualche indagine mirata, sono passi necessari per poterne essere certi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Oggi ad esempio, ho avuto ed ho tutt'ora delle fitte non continue, fortunatamente, sul fianco sx, lato posteriore, in alto, praticamente localizzato nelle prime costole, con la sensazione continua di dover defecare, infatti, sono andato in bagno, non so più quante volte, ho perso il conto, le prime due volte, ho fatto qualcosa, poi sempre niente, ho trovato pure un pò di sangue sulla carta igienica, non vivo, sicuramente con lo sforzo continuo si è rotta qualche vena, il tutto accompagnato da un senso di malessere generale, uguale a quale accusato qualche mese fa, quando sono finito in ospedale per disturbi d'ansia. Ripeto quanto detto prima, è un periodo non brillantissimo per me, ci sono alcune cose in questi giorni che mi hanno turbato parecchio, e che continuano a turbarmi. Ad esempio, in questi giorni, continuo a pensare che giorno 5 devono asportare la tiroide a mia cognata per un nodulo, a quanto pare maligno (a proposito, ho provato a chiedere un consulto ad un endocrinologo, ma ci sono troppi messaggi in coda e quindi non mi è possibile inviare un messaggio, per questo, se qualcuno di voi, sa dirmi qualcosina in merito, ve ne sarei grato) e questo mi provoca molta ansia. Domani comunque vado dal medico di famiglia. Oggi ho preso un antispastico, dopo cena una tachipirina, su consiglio di un amico medico, probabilmente prima di andare a letto prenderò delle gocce di bach, rescue remedy, che non è un farmaco ma è un buon tranquillante.

Secondo voi, di cosa si può trattare? Colon irritabile? Colite? Chiaramente so che sono necessari controlli reali, quindi non mi fermerò al vostro consulto ONLINE.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Colite è spesso un termine, non corretto ma comunemente utilizzato, per indicare appunto la Sindrome del Colon Irritabile. Del resto le sue precisazioni non fanno che rafforzare le probabilità che sia proprio questo il suo problema.
Per quanto concerne la malattia di sua cognata non posso fare altro che rimandarla alla risposta che, spero presto, le daranno i Colleghi dell'Endocrinologia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com