Il medico in uesto caso ha escluso la presenza di fistola e mi ha riparlato di emorroide

Da fine luglio ho avuto un problema di emorroidi sanguinanti. O meglio cosa mi sono state classificate alla visita al pronto soccorso. MI sono state prescritte delle pillole di arvenum che ho regolarmente preso 2 volte al giorno. L'emorroide si è pian piano sgonfiata ma per 20 giorni ho continuato a subire perdite di sangue e di un muco giallo. Durante la defecazione non ho avuto particolari fastidi ma la perdita di muco e sangue e' rimasta costante fino ad attenuersi. MI sono sotto posto a visita chirurgica e il referto dice questo: "riferita ematochezia con emissione di muco con nodulo congesto e dolente in regione anale. All'esame obiettivo non sanguinamento in atto non processi patologici apprezzabili in ampolla rettale. Non emorroidi congeste. Presenza di piccolo fibroma flogosato in regione anale ore 9 al margine mucocutaneo. Si consiglia rettoscopia per valutare presenza di proctite o di tramiti fistolosi interni."
Il medico che che mi ha visitato ha scluso che fossero emorroidi ma mi ha parlato di possibile fistola e della quasi certezza di dover asportare il piccolo nodulo chirurgicamente.
Ho effettuato come consigliato la rettoscopia e il referto è questo:
"Esplorazione rettale positiva per spasmi dello sfintere anale interno.Discreta la distensibilità del viscere in toto. Esame condotto fino al giunto discendente - sigma a livello del quale si interrompe per la presenza di materiale fecale solido. Non lesioni infiltrative e ulcerative da segnalare a carico dei segmenti esplorati. presenza di gozzi emorroidari di secondo terzo grado con le stigmate di sanguinamento e di nodulo emorroidario esterno trombizzato in risoluzione"
Il medico in uesto caso ha escluso la presenza di fistola e mi ha riparlato di emorroide prescrivendomi bustine di flebinec per 20 giorni (2 per i primi 5 giorni, 1 per i restanti) e Plantalax ( 1 bustina per due mesi). Mi ha detto di far sgonfiare cosi' il nodulo e di non considerare l'asportazione chirurgica.
Ora io non ho alcun fastidio di nessun tipo, nè in fase di defecazione nè prima nè dopo, ma sono perplesso visto che il nodulo seppur piccolo è presente ormai da luglio. Inoltre il Plantalax ho letto che è un lassativo di cui sinceramente non credo di aver bisogno visto che vado di corpo bene e regolarmente.
A questo punto non so cosa fare, se aspettare e vedere se si sgonfia il nodulo o asportarlo. Puo' ri gonfiarsi e darmi problemi?
Grazie

[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 206 8
Corretto il consiglio del medico che ha consigliato di non intervenire subito.

Dr. Roberto Rossi

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test