Utente
Salve, ho bisogno di un consiglio. Sono stata operata in data 26 agosto di emorroidectomia (emorroidi, 2ragadi e prolasso), credo con la tecnica Milligan Morgan perché so che mi hanno dato dei punti. Mi sono ridotta ad operarmi in condizioni che definirei "disastrose" xchè, per la paura dell'intervento...ho evitato fino alla fine, ma poi, visto che era più di un mese che non mi passava con alcun tipo di farmaco una crisi emorroidaria dolorosissima e la mia vita era diventata "vegetativa", sono finita in sala operatoria scegliendo comunque un chirurgo specializzato in colonproctologia. Questo chirurgo, però, ha un carattere "di poche parole" e non riesco a comunicarci molto bene. In breve. Interveno ok, anestesia lombare + sedazione, 3 giorni di ricovero, 5 giorni di toradol, 10 giorni Flagyl e Olio di vaselina, pochissimi dolori. Non avendo mai avuto problemi di stitichezza, le mie evacuazioni sono state da subito regolari, poco dolorose, anche se non sono stata molto attenta all'alimentazione salvo per cibi piccanti o vino. Ora: a quasi un mese dall'intervento ho visto grandi miglioramenti, ma a un certo punto mi si è stabilizzata la situazione. Riesco a camminare solo per breve tempo xchè mi sento un peso/bruciore all'ano ed ho bisogno di sedermi e questo non mi permette di riprendere completamente la mia vita normale. Inoltre ho notato che l'ano non è "liscio". Ho come una "pallina-piccolissima protuberanza" intorno all'ano (che non mi sembra emorroide, ma più come una cicatrice sporgente) e credo sia quella a darmi fastidio quando cammino. In più da una settimana ho prurito nella zona perianale e anale (con qualche pizzicorino in più dove avevo una delle ragadi) e non riesco a capire se siano i punti che si stanno riassorbendo o le garze sterili che il medico ha detto di mettere sull'ano per tenerlo asciutto il più possibile. 10 giorni fa al controllo il mio chirurgo di poche parole ha detto che è tutto "regolare" e non ha dato peso né alle "protuberanze" né al "prurito"; ho chiesto una pomata ma mi ha detto che è meglio non mettere niente aggiungendo che mi son fatta prendere dalla fretta e per la mia "ricostruzione dell'ano" ci vogliono almeno 6 settimane per la ripresa. La garza l'ho tolta di mia iniziativa xchè mi sembra sia quella a darmi "allergia-prurito" ...fatto è che 1) cammino poco perché non mi riesce più di tanto 2) la situazione sembra essersi stabilizzata così da una settimana. A breve avrò altro controllo ma certo, se l'operazione non fosse riuscita bene, non sarebbe il mio medico a dirmelo no? Quindi che fare? Vorrei un consiglio: è normale un post operatorio così lungo con la sintomatologia descritta? E siccome insegno ginnastica dolce, potrò riprendere la mia attività tra una decina di giorni? Ecco: vorrei solo un parere in più, se possibile. La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
L' intervento eseguito comporta un decorso postoperatorio compatibile con quanto descritto.
Il controllo eseguito conferma che si tratta di un decorso regolare.
A breve i disturbi scompariranno. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la sollecita risposta...a questo punto confido solo nel "tempo"...
Saluti e ancora grazie