Utente
Salve, a tutti. cercherò di descrivere i miei sintomi ed essere piu' preciso possibile.
Quattro anni fa mi è stata diagnosticata dal medico di base una normale colite. All'epoca feci solo esami del sangue. Avevo leggeri dolori sotto l'inguine e sensazioni di dover andare in bagno e scariche con feci con muco non sempre formate dalle 2 alle 3 al giorno. E' andata con alti e bassi, piu' alti che bassi, alla fine me ne fregavo e ho imparato a gestirla. Non prendevo nulla anche se le feci a volte erano liquide, a volte semi dure o plotacee. Insomma facevano a modo loro, come ho detto imparando a gestirla
non ho mai avuto grossi problemi soprattutto tra amici e vari attività ho sempre bevuto e mangiato senza problemi.

Da un pò di tempo le cose andavano bene e usavo diciamo un truchetto: la mattina andavo in bagno poi aspettavo ancora un pò e riandavo cosi tutto il giorno stavo bene. Tutto questo fino a marzo , quando in bagno nella carta igienica c'era sangue. Non c'era tutti i giorni era a giorni alterni. molte volte le feci erano leggere quindi non riuscivo a vederle, l'acqua non era rossa, c'era solo qualche puntino esterno alla tazza. però non avevo nessun tipo di disturbo era tutto nella norma come stile di vita. Andavo le classiche due volte e mangiavo e bevevo di tutto. Dopo questo mesetto sono tornati i doloretti che avevo anche con la colite un pò di tenesmo, dolore leggero al basso ventre, però quando sono arrivati questi dolori da colite il sangue e' scomparso e vado in bagno regolarmente 1 max 2 volte al giorno.
In questo periodo cuasa anche feste ho mangiato e bevuto di tutto senza problemi di sangue , tranne i sintomi che avevo i della colite normale. Vado dal mio medico e mi prescrive una colonscopia per probabile ibd. Per paura e pigrizia ancora non la prenoto e mi sono rivolto ad un colonproctologo. Mi ha visitato e fatto una videoproctoscopia rilevando una leggera proctite, emorroidi di primo grado e lacerazione anali a detta sua causate magari dall'aver strofinato troppo con la carta igienica. Vista la mia ansia ed essermi informato sulla rcu, gli ho posto diverse volte la fatidica domanda se fosse rcu e lui mi ha confermato piu' volte di no, ma che si tratta solo di una blanda proctite da curare con un clister di asacol la sera per 20 giorni, giusto per eliminare il leggero tenesmo serale. Piu' mi ha prescritto delle pomate anali perchè credevo di avere una fistola e invece erano solo punti neri e grasso, e piu' un altro farmaco e tisana per la normale colite. Io ovviamente a breve andrò a farmi una colonscopia, possibile che ho preso un proctologo così incompetente che mi voleva mettere per iscritto di non avere una rcu, ma solo una leggera proctite causata dalla colite normale.

Grazie. ps: ormai è piu' di un mese che senza prendere nulla non ho sangue, ma solo lievi fastidi che accusavo già 4 anni fa con la colite.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Con i limiti del consulto a distanza,
mi sento di condividere la posizione del suo proctologo.


Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, per la celere risposta. io in settimana farò ugualmente la colon
con biopsia. Sono un pò in ansia perchè leggo che molte proctiti anche lievi
sono sintomo di ibd e mai di normale colite. Quindi secondo lei ci sono buone possibilità
che questa infiammazione sia dovuta alla normale colite e si può guarire? grazie

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it