Proctite periemorroidaria

Gent.mi dott.ri,
richiedo un parerev in merito a quanto appresso vado a descrivervi.
Premetto che soffro di una ibd, alcuni dicono crohn altri rcu dal 2007.
Dopo periodo di benessere, da marzo di quest'anno le mie feci sono cominciate a diventare più sottili, meno consistenti, ma mai diarroiche. Poi da Aprile apparivano strisciate di sangue. Il sangue piano piano è aumentatoe il mio ge mi ha fatto una colon di controllo col risultato che la ibd è lievemente attiva ma la linea pettinea è edematosa e fragile al trauma, mentre il resto del retto è ok.
Preciso che nel canale anale vi è la presenza di emorroidi di ii grado, viste anche dal chirurgo.
Diagnosi, proctite periemorroidaria.
Faccio topster supposte e sembra andare meglio, ma da qualche giorno rivedo un pochino di sangue.
Se la diagnosi è corretta, come credo, che cura di mantenimento mi consigliereste?
dato che il mio ge se sta un po fregando, vorrri capire se c'è una terapia di mantenimento per evitare il sanguinamento oppure me lo dovrò portare a vita.
abito in zona vicino bari, qualcuno mi saprebbe incare un prictologo con gli attributi che seriamente mi prenda a cuore?
grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
La proctite (se non è ulcerativa) non è fonte di sanguinamento.
Deve probabilmente verificare che tale problematica non sia legata la IBD di cui riferisce di essere affetto.

La terapia è conseguente alla esatta origine del problema,
...ma non può essere consigliata online.
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test