Attivo dal 2015 al 2015
Buongiorno, da circa un mese, a fasi alterne, soffro di pesantezza e bruciore lieve all'ano e al coccige (proprio al centro tra le natiche). Non ho muco, nè dolore o sanguinamenti all'atto della defecazione che è sempre regolare con feci molto morbide, mai sofferto nè di stipsi, nè di diarrea nell'ultimo periodo. L'esordio di questo disturbo è stato preceduto da dolore addominale destro per il quale mi sono sottoposta a eco addominale completo, analisi del sangue e tre visite fatte da medici diversi (incluso gastroenterologo) che non hanno evidenziato nulla di anomalo. Analisi del sangue tutte perfettamente nella norma. Il dolore addominale è scomparso con aggiustamenti della dieta suggeriti dal gastroenterologo mentre il fastidio al retto e al coccige persistono. Il gastroenterologo aveva rilevato alla visita solo una leggera infiammazione e assenza di emorroidi e di nuovo sollecitato da me qualche giorno dopo la visita per la persistenza dei sintomi ha ipotizzato una proctite per la quale mi ha prescritto asacol supposte due volte al giorno, quindi rivaluteremo tra una settimana ed eventualmente faremo rettoscopia. Premesso che sono terrorizzata dall'idea di avere un tumore, le mie domande sono queste: il fastidio al retto e al coccige potrebbero essere collegati? questa proctite potrebbe dipendere dal largo uso che ho fatto nell'ultimo mese di preparati topici contro le emorroidi? Dati i sintomi infatti ho creduto si trattasse di questo e, consigliata dal mio medico curante, vi ho fatto ricorso. Per il resto sto bene. Non ho avuto dimagrimenti improvvisi e immotivati, non mi sento stanca, non ho precedenti familiari di tumore al colon. Grazie a chi vorrà rispondermi e nei limiti del possibile tranquillizzarmi.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se non ha avuto alterazioni dell'alvo e sanguinamenti, è più facile che si tratti di una patologia benigna che di un tumore, quindi si tranquillizzi, ma per diagnosticare una sospetta proctite una rettocolonscopia è indispensabile.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Anzitutto la ringrazio per la cortese e celere risposta. La rettoscopia mi sa che dovrò farla perchè il gastroenterologo mi è sembrato dell'avviso di farla ugualmente. Vuol dire che l'affronterò con un po' meno timori. Grazie ancora e buona serata!

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Gentile dottor Sforza, torno a disturbare perché il dolore addominale a destra (altezza ombelico) si è ripresentato da stamattina. Non passa con impacchi di acqua calda ne con spasmex. Il gastroenterologo mi aveva prescritto lucen da 40 la mattina e rivalutare tra un mese. Il fastidio all'ano però è migliorato. È mai possibile che quando passa il primo torna il secondo e viceversa? Sono esasperata e ho paura ci sia qualcosa di brutto al colon. Secondo lei può trattarsi di due disturbi indipendenti? Cosa mi consiglia?

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si sembrano due problemi diversi, comunque la colonscopia dissiperà i suoi dubbi, ma non pensi subito alle cose peggiori che sono percentualmente meno frequenti.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Grazie mille, ma secondo lei c'è la possibilità che si tratti di colon irritabile? Ci ho sofferto in passato e allora il mio medico di base (che era gastroenterologo) mi risolse il problema in un lampo prescrivendomi dieta rigorosa e debridat prima dei pasti. Grazie ancora.

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, potrebbe essere.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Grazie ancora, speriamo sia questo. Buona serata e buon lavoro!

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Grazie e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Buongiorno, mi perdoni se torno a sollecitarla. Per il disturbo all'addome destro mi è stato prescritto valpinax 20 da prendere tre volte al giorno. Non ho capito se questo farmaco serve a far passare il dolore nel giro di poco (come lo spasmex per intenderci) o se il dolore tende a scomparire (speriamo) col passare dei giorni. Grazie.

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sull'andamento del dolore senza avere una diagnosi chiara, non è serio fare previsioni. Il farmaco che le è stato prescritto non è un antidolorifico e l'eventuale beneficio non si verifica immediatamente.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Grazie mille

[#13]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#14] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Gentile dottor Sforza, dopo aver smesso (al secondo giorno di cura) il valpinax perchè mi dava molta sonnolenza mi sono rivolta a un internista al quale ho sottoposto entrambi i miei disturbi (pensatezza ano e dolore addome). Dopo un'ecografia che a me è sembrata molto, molto più accurata della precedente e una vista all'addome in cui il colon è risultato dolente alla palpazione e una serie di domande che lei può immaginare sull'andamento del dolore, eventuale familiarità, abitudini alimentari, eventuali stress o ansie (che in questo periodo sono fortissimi) e così via mi ha diagnosticato il colon irritabile e prescritto dieta e lexil. Secondo lui anche il senso di pesantezza anale (che in effetti si allevia con l'evacuazione e le arie) è ascrivibile a questa condizione e mi ha prescritto supposte topster. Lei può confermarmi che il colon irritabile da pure questo tipo di sintomo? Inoltre ha rilevato un adenomioma di 2mm alla colicisti (che nella precedente ecografia non si era visto). Mi conferma che non è preoccupante ma solo da tenere sotto controllo nel tempo per monitorare eventuali aumenti di dimensioni?
Grazie

[#15]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si faccia pure seguire dall'internista, ma le ribadisco che per diagnosticare una proctite, perchè il topster per quella è prescritto bisogna fare una colonscopia. Riguardo all'adenomioma, per le dimensioni che ha citato è giusto controllarlo nel tempo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#16] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Buonasera, torno a disturbarla per il problema all'ano. Dopo circa dieci giorni di cura con lexil e dieta il dolore all'addome è scomparso. Il senso di pesantezza all'ano è molto affievolito, quasi scomparso ma persiste il bruciore che si accentua nel pomeriggio. Lei mi ha già detto che per fare una diagnosi di proctite bisogna fare la rettoscopia e questo è chiaro. Adesso però torno a scriverle perchè il bruciore è accompagnato da questo dolore al coccige e io sono terrorizzata dall'idea che tra i due sintomi ci sia un legame e che si tratti di un tumore.
Mi sembra di capire che lei esclude che anche il bruciore all'ano sia dovuto al colon irritabile. Le chiedo il dolore al coccige e il bruciore all'ano possono essere collegati? Il bruciore potrebbe essere dovuto all'uso eccessivo di supposte e creme? Tenga conto che è da dicembre, cioè due mesi, che io seguo terapie di questo tipo e per un mese e più ho inutilmente usato pomate antiemorroidarie.
Ho chiesto un consulto in chirurgia per capire se potrebbe trattarsi di coccigodinia. Lei cosa ne pensa?

[#17]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente non voglio ripetermi e ciò che penso glielo ho ampiamente espresso, la visita internistica mi sembra che già l'abbia tranquillizzata sulla possibile origine dei suoi disturbi ed è indispensabile anche la colonscopia. Non trascuri inoltre anche il suo stato psicologico che incide in maniera peggiorativa sulla percezione dei suoi sintomi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#18] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Grazie mille per la risposta. So bene di essere un soggetto iper ansioso e questo peggiora le cose.

[#19]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#20] dopo  
Attivo dal 2015 al 2015
Buongiorno, ho finalmente dato seguito al suo consiglio (almeno in parte visto che lei parlava di colonscopia e credo siano due cose diverse) ed eseguito visita proctologica e, sulla base di questa, rettoscopia la quale non ha evidenziato niente di preoccupante. Le riporto sinteticamente il referto: Addome trattabile, non dolente alla palpazione superficiale e profonda. Colon spastico a sinistra. Organi ipocondriaci in sede. Peristalsi presente. Non meteorismo. Sfintere anale continente. L'integrazione con rettoscopia mostra al livello dell'ampolla rettale una angiectasia di circa 0,6 cm senza segni di sanguinamento acuto o recente. Presenza di emorroidi interne.

Il medico mi ha in sostanza detto di stare serena (anche le emorroidi che pure ci sono sono "in buone condizioni") e di limitarmi a controlli periodici per tenere d'occhio l'angiectasia e valutare eventuali terapie future. D'altra parte, la terapia con antispastici prescritta dall'internista ha risolto del tutto il dolore all'addome destro, quindi forse se adesso mi tranquillizzo un po'....

Mi sembrava giusto e cortese darle un riscontro, visto il servizio che Lei gentilmente rende su questo sito.

Buon lavoro!



[#21]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Va bene e come ha constatato non c'è una proctite, quindi adesso lo specialista potrà curarla con maggiore precisione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza