Utente
Gentili Dottori, sono preoccupato per mia moglie (43 anni) che è stata operata 6 settimane fa di ragade anale (asportazione completa della ragade e sfinterotomia).
Fin dall'inizio il dolore per lei è stato molto forte e non accennava a regredire malgrado il tempo che passava. Quindici giorni fa durante la visita di controllo il medico ha notato che la ferita si è ben cicatrizzata esteriormente, ma internamente è ancora aperta. Per incentivare la cicatrizzazione le ha pertanto prescritto 1 supposta ogni sera di Pentacol per 20 giorni. Il dolore in generale si è attenuato, ma dopo l'evacuazione ritorna insopportabile con dolori, fitte e bruciori che perdurano per almeno 8 ore.
Anche le perdite non accennano a diminuire, si ritrova infatti nelle garze che mette sull'ano anche residui di feci e piccole tracce rosate,
Poiché ho letto sul vostro sito che la guarigione si ottiene di solito in 4 - 6 settimane e che spesso il decorso non è doloroso, siamo abbastanza preoccupati.
Inoltre da 4 giorni a questa parte quando il dolore si affievolisce subentra un forte prurito.
Vorrei chiederVi se nella Vostra esperienza avete visto altri casi la cui guarigione,dopo l'intervento, è stata così difficoltosa e cosa si può fare per guarire al più presto. (Un cicatrizzante migliore del Pentacol?)
Rimango nella speranza di avere una Vostra cortese risposta.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
La descrizione corrisponde ad un ritardo di cicatrizzazione.
Accade di frequente e può essere risolta farmacologicamente.
Non si preoccupi e segua i consigli del curante.

Per regolamento non facciamo prescrizioni o modifichiamo terapie
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor D'Oriano,
La ringrazio molto per la Sua gentile risposta, che ci dà davvero speranza.