x

x

Sangue feci

Buongiorno, sono una signora di 38 anni. Da almeno 20 anni soffro di periodiche proctorragie terminali rosso vivo senza dolore nella defecazione che risulta agevole. Ho una grossa familiarità per emorroidi e un caso di cancro al colon (nonno paterno 80 anni). Circa 3 mesi fa mi sono rivolta al proctologo che in anoscopia ha riscontrato emorroidi di II grado congeste su cui ha esguito legature elastiche a ore 7 e 12. Da quella legatura con mio grande sollievo non ho mai visto sangue a parte sta mattina. Devo premettere che erano giorni che mi sentivo gonfia e avevo prurito ma non mi sarei mai aspettata di tornare di nuovo a sanguinare. Mi domandavo come mai sono tornata ancora ad avere sangue e siccome sono un tipo molto ansioso m chiedo come possa io stare tranquilla che in realtà il sangue non sia dovuto a altro. Se può servire seguo la dieta mediterranea e abbondo (forse troppo) di frutta, verdura, legumi e frutta secca, faccio palestra x 5 volte a settimana e bevo almeno 3 litri di acqua al giorno. Niente fumo, alcoolici, carni rosse o processate, niente farine raffinate, zuccheri o altre cose che non vanno bene alla salute. Ringraziando porgo sinceri saluti.
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente è facile che si tratti di una recidiva emorroidaria, ma se persiste la sintomatologia ripeta la visita proctologica ed eventualmente si sottoponga ad una colonscopia.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, mi scuso per non averla ringraziata prima ma non mi sono più collegata. Nel frattempo 1 settimana fa sono tornata dal proctologo che in anoscopia ha completato le legature a ore 10 e 3. Esternamente a ore 6 piccolo esito di tromboflebite marginale. Lo specialista mi ha detto che il sangue che ho visto era dovuto a questo trombo esterno. Tornata a casa, ahimè, mi è venuta l'influenza con 10 episodi di vomito in 5 ore e feci alquanto acide. Non so dirle se il sangue copioso fosse terminato perchè avevo anche le mestruazioni. Ad oggi non ho più emorragia ma ogni tanto vedo 1 goccia sulla carta igienica. Esternamente mi sento gonfia e sento bruciore. Cosa ne pensa? Grazie.
[#3]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Penso che vada meglio, ma comunque ritorni a controllo quando la situazione extra emorroidaria, sarà completamente rientrata.
Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, sempre gentilissimo e disponibile.
[#5]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Di nulla e auguri
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore, torno a disturbarla perché dopo giorni senza sangue sta mattina di nuovo proctorragia. Sta volta ero preparata perché nei giorni precedenti sentivo le emorroidi esterne gonfie con delle palline dure proprio su di esse. Immagino siano questi famosi trombi esterni. Ovviamente se entro qualche giorno la situazione non tornerà alla normalità andrò nuovamente dal proctologo ma intanto volevo chiedere a lei: io faccio una vita veramente sana. Son stata definita dallo psicologo ortoressica border line e perfino il proctologo mi ha detto che potrei essere anche un po' più indulgente nell'alimentazione. Per quale motivo, allora, mi si formano questi trombi? Non c'è un modo per prevenirli? Mi vien quasi voglia di ascoltare chi dice "tanto non serve a niente mangiare sano e fare attività fisica, se è il tuo destino crepi lo stesso." :(
Grazie dottore e scusi lo sfogo ma vedo gente maltrattare il corpo e stare meglio di me. :(
[#7]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente, ha una predisposizione genetica, come chi soffre di vene varicose, ma se non seguisse un'alimentazione sana, questi sintomi sarebbero ancora più frequenti.
Saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie caro dottore lei è sempre pronto e gentile nelle risposte. Per una maggiore tranquillità vorrei fare la colonscopia ma il proctologo non sembra molto d'accordo, asserendo che la causa di queste emorragie è proprio da ricercare nelle emorroidi interne (ora legate) e in questi trombi esterni. Ma come può una persona star tranquilla sul tumore al colon? So anche io, visto che mio nonno l'ha avuto all'età di 80 anni, che ci sono tanti altri sintomi correlati ma insomma un po' di ansia c'è sempre.
Buona giornata di sole (qui splende un sole forte).
[#9]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente, il suo medico si orienta su tutto un insieme di sintomi e quindi si è sentito di tranquillizzarla, comunque se il sanguinamento dovesse essere costante nel tempo, ritengo che potrà assecondare la sua richiesta.
Saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore!
[#11]
dopo
Utente
Utente
Un'ultima cosa dottore: i trombi e le emorroidi possono dare anche coaguli? perchè io oggi ho visto oltre che l'emorragia anche dei veri e propri coaguli di sangue. Grazie nuovamente.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Coaguli di sangue e sangue a spruzzo sulla tazza. Grazie ancora...e scusi ma sono in forte ansia.
[#13]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
I trombi sono coaguli di sangue.
Saluti
[#14]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno caro Dottore, vorrei aggiornarla sulla mia odissea. Sabato mattina prima evacuazione con sangue e coaguli. Seguono altre 3 evacuazioni con scariche diarroiche e fiumi di sangue. Prendo paura e corro in PS. Li mi controlla un medico che trova sangue rosso vivo nell'ano. Mi spedisce, perciò, in chirurgia per vedere da dove arriva sto sangue e mi fa fare l'emocromo. La chirurga, appena mette il divaricatore, vede subito che ho una emorroide sanguinante. Prova di tutto per fermare il sangue ma non riesce a fare nessuna legatura che tenga (forse è un po' inesperta). Fortunatamente, nonostante le perdite di sangue avute a casa e le manovre della dottoressa (lettino inzuppato di sangue), il mio emocromo è ottimo. Mi mette quindi dentro una garza con del tranex e mi rispedisce in Ps in osservazione. Alla sera ricontrollo. C'è ancora sangue dentro ma lei dice che è quello vecchio, quindi l'emorragia si è fermata. Mi manda a casa dicendomi di prendere DAFLON e di tornare dal proctologo. Da ieri ho ancora sangue ma molto meno rispetto a sabato.
Non c'è un modo per evitare tutto questo? Dovrò convivere per tutta la vita con questi problemi? Cosa mi consiglia? Grazie
[#15]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Se con la terapia del proctologo, la sintomatologia dovesse persistere, le consiglio di considerare di sottoporsi all'intervento.
Saluti
[#16]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, se non opero il rischio e di anemizzarmi giusto? Ma non sono recidive le emorroidi? sa com'è... non vorrei andare sotto i ferri per poi essere al punto di partenza.
E per quanto riguarda la colon? E' meglio posticipare la prima verso i 45 anni o magari verso i 40 anni (ora ne ho 38)?
Grazie sempre gentilissimo.
[#17]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Se continua a sanguinare, si anemizzera' ovviamente, la colon con la persistenza del sintomo sarà necessaria e così sarà anche se pianificherà l'intervento. La sindrome emorroidaria può essere recidiva, ma con la tecnica giusta per la sua patologia ed in buone mani le possibilità della stessa diminuiscono considerevolmente.
Saluti
[#18]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore alla prossima puntata.
[#19]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Mi aggiorni dopo l'intervento se si decide, credo ora che abbia le idee chiare sulla sua situazione.
Saluti
[#20]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno caro Dottore, la aggiorno sulla mia situazione. Da ieri ho smesso di prendere Daflon (preso per circa 13 giorni). Non ho più avuto emorragie ma solo qualche goccia di sangue rosso vivo sulla carta igienica. Crede che sia un miglioramento? Vorrei a sto punto chiedere un altro consulto per discutere su un eventuale operazione. A suo avviso dovrei rivolgermi a un altro proctologo o a un gastroenterologo? Verrei dai lei, che è così simpatico, ma, ahimè, sta troppo lontano. ^_^
[#21]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente, se cambia proctologo, si rivolga ad un professionista notoriamente più esperto, nella sua regione ci sono. Le considerazioni sulla sua situazione rimangono le medesime di prima.
Saluti
[#22]
dopo
Utente
Utente
Dottore, non ho capito in che senso le considerazioni rimangono le stesse.
Il mio terrore è quello di avere altro oltre alle emorroidi e queste perdite di sangue, copiose o centellinate, mi creano ansia nonostante si veda da dove provenga il sanguinamento.
Per quanto riguarda la scelta del medico mi sono rivolta proprio a uno dei massimi esperti nel campo. :(
[#23]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Le medesime significa che ciò che abbiamo fino a qui detto rimane tutto uguale e quindi non ha alcun motivo di farsi prendere dall'ansia. Se nonostante tutto, non riesce a tenere sotto controllo l'aspetto psicologico ipocondriaco, valuti se è il caso di farsi aiutare anche su questa problematica.
Saluti
[#24]
dopo
Utente
Utente
Grazie Doc! Non mi vergogno a dire che vado anche da uno psicologo appunto per curare ipocondria. ;)
Grazie di tutto. Alla prossima.
[#25]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Non deve vergognarsi, fa bene e vuol dire che ha volontà di risolvere il problema in maniera completa.
Saluti e auguri
[#26]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, torno a scrivere dopo 1 anno.
La situazione emorroidale NON si è ovviamente risolta da sola ma è molto MIGLIORATA.
Gli episodi di emorragia sono decisamente sporadici.

Scrivo però per un altro quesito: da inizio anno a causa di gastroenteriti e due cicli di antibiotici per otiti recidivanti, prendo fermenti lattici arricchiti di vitamine. Da quando li prendo le mie feci sono come quelle delle persone normali ossia formate e grosse cosa che in tutta la mia vita è capitata di rado, avendo l'intestino irritabile. Ora evacuo non più varie volte al giorno ma una volta sola e consistente. Non essendo abituata, però, devo decisamente forzare di più. Non è che forzando di più rischio di sollecitare troppo le vene con relativa emorragia? faccio bene quindi a continuare i fermenti o sarebbe meglio sospenderli?
Grazie mille!
[#27]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente può utilizzarli ma deve evitare di sforzarsi eccessivamente.
Saluti
[#28]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. Scusi ma ero all'estero e non ho potuto replicare.
Non sanguino più ma in compenso quando si gonfiano ora ho dolore, cosa che prima non avevo.
Un caro saluto.
[#29]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Stia tranquilla e ripeta la visita proctologica se la sintomatologia persiste
Saluti

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio