Utente
Gentili Dottori,
in seguito ad un pesante episodio di colite con 5 giorni di diarrea seguiti da giorni di stipsi e difficoltà nell'evacuazioni, mi è comparso un fastidiosissimo bruciore anale accompagnato da difficoltà nello stare a lungo seduto(svolgo un lavoro sedentario di 8 ore al giorno) che dura ormai da quasi due mesi. Ho inizialmente tamponato con della pasta fissan ma ogni volta che smettevo di usarla tornava tutto come prima. Sono stato visitato con esplorazione esterna da due medici che non hanno riscontrato nulla, nessun segno di emorroide o ragade almeno esternamente, Il medico di famiglia mi ha assegnato antrolin pomata per 15 giorni due volte al giorno, terapia che ho cominciato da due giorni ma che per ora come per la pasta fissan, mi sembra essere un palliativo. Già 2 anni fa ho sofferto di un episodio del genere ma con dolori più forti e perdite fecali continue, cosa che stavolta non è presente.mi feci visitare da un proctologo che mi assegnò solo yogurt per regolarizzare l'intestitno e idracol integratori, non riscontrando nulla di grave. il problema è che stavolta si e' associata anche la paura e l'ansia causata dalla scoperta di una grave malattia di mio padre e ora sono pieno di paure che possa essere qualcosa di più grave ma non vorrei creare ulteriori preoccupazioni in famiglia e sperdo davvero che sia così. Sottolineo che non ho mai trovato tracce di sangue nelle feci o sulla carta igienica in vita mai. approfitto della vostra pazienza per chiedervi un consiglio sul da farsi e una vostra impressione, seppur a distanza. Vi ringrazio dell'attenzione. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che ci ha descritto, non sembrerebbe nulla di grave, ma una visita proctologica a distanza di 2 anni va fatta.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Sforza, la ringrazio innanzi tutto per la celere risposta. Ho terminato ieri la terapia prescrittami dal medico di famiglia di 15 giorni di antrolin mattina e sera e devo dire che fastidio e bruciore sono pressochè scomparsi. Oggi senza l'utilizzo della pomata ho avvertito un leggero fastidio ma non so realmente se si tratti di suggestione o altro. Le chiedo in base alla sua esperienza se l'utilizzo dell'antrolin copre solo i sintomi o se realmente risolve un'eventuale patologia che di fatto non mi è stata riscontrata. So che non dovrei ma vorrei evitare la visita proctologica e spero che il problema si risolva,altrimenti la prenoterò sperando in tempi d'attesa non troppo lunghi. Chiedo inoltre gentili dottori in base alla vostra esperienza a cosa potrebbe essere dovuto questo fastidio anale che, ripeto, è privo di sanguinamenti in presenza di un alvo regolare (da due mesi vado regolarmente in bagno tutti i giorni senza episodi diarroici e con feci che grazie al cambio di dieta si sono notevolmente ammorbidite). E' da poco scomparso un caro amico di famiglia per un cancreo al colon asintomatico che l'ha consumato in due mesi e la cosa mi ha sconvolto e terrorizzato. Grazie per la pazienza per cui ascoltate e rispondete su questo fantastico sito che tante volte ho utilizzato e dove ho trovato sempre Dottori disponibili. Saluti.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, purtroppo proprio alla luce di tutte le cose che ci riferisce, pur pensando solo ad un problema benigno, visto che sta migliorando, la visita va fatta.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza