Utente 404XXX
Buongiorno
Soffro da molti anni di quelle che credevo emorroidi. Gli episodi sono sempre stati più o meno brevi e sopportabili fini a una decina di giorni fa quando ho avuto una crisi che mi ha costretta a stare sdraiata per 10 giorni.
Oggi mi sono fatta vedere (non visitare perché il dolore era troppo) da un chirurgo proctologo che non mi aveva mai visitata prima. Il quale mi ha diagnosticato delle marische flogistiche in sede ano rettale destra.
Mi ha consigliato in esportazione della Marsica con eventuale fistolectomia.
Il chirurgo mi ha spiegato che le marische sono comparse probabilmente causate da una ragade che a sua volta è' provocata da ipertono.
Quindi mi ha consigliato anche di tagliare l'ano per porre fine al problema in maniera definitiva.

Premetto che ho 35 anni e la possibilità di incontinenza mi spaventa non poco.
Quindi per questo ho deciso di fare ulteriori tentativi con crema e dilatatori.

Un altro chirurgo al quale mi sono rivolta, sconsiglia appunto di tagliare l'ano, e di valutare l'operazione alle marische che io avevo scambiato per emorroidi, essendo gonfie e dolenti.

Quello che vorrei capire è' la tipologia di operazione e in cosa consiste il post operatorio e se è molto doloroso. Quando ho chiesto il tipo di operazione mi è stato disposto solo esportazione con bisturi.
Attendo fiduciosa
Grazie

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le marische sono un problema poco importante in relazione alla sintomatologia dolorosa e vanno asportate appunto con il bisturi, la ragade invece se presente, può essere la causa dei disturbi, ma l'intervento va eseguito come ultima ratio se con tutti i tentativi conservativi non è guarita.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Grazie mille dottore!
Volevo chiedere visto che sono gonfie, possono anche sgonfiarsi e scomparire?
La ragade penso stia guarendo, visto che il dolore è' molto meno rispetto ai primi giorni.
Ho solo degli spasmi quando sento aria nel retto che non riesco a espellere, mi può dire se è normale?

Grazie grazie è ancora grazie...

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le marische non scompaiono mai del tutto, ma il gonfiore può rientrare. Per l'aria deve migliorare l'alimentazione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente 404XXX

Grazie per il tempo che mi ha dedicato!

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente 404XXX

Buongiorno a tutti,
Sono stata visitata da due professionisti, entrambi concordi nella diagnosi: ragade e marische.

Il primo proctologo ha consigliato un operazione per la rimozione delle marische ed eventuale sfinteroctomia. Visitata il giovedì, appuntamento per il lunedì successivo... Quindi tutto velocemente.

Il secondo proctologo con la medesima diagnosi, consiglia dilatazioni per 2 mesi 2 volte al giorno e poi nel caso di non guarigione, operazione per la ragade e contestualmente rimozione delle marische.

Ora.. Il dolore per la ragade sta passando e la ragade sta guarendo, ma quel che mi spaventa di più è' il post operazione per la rimozione marische.
Leggo che sia doloroso soprattutto dopo l'evaquazione... Mi domandavo se fosse un dolore simile a quello causato dalla ragade, e quanto tempo impiegherò a guarire? Ho molti impegni lavorativi e avrei bisogno di organizzarmi...
Grazie

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se la ragade sta guarendo, mi sembra che la sfinterotomia per adesso sia superflua, riguardo alla guarigione dopo le asportazioni delle marische, i tempi sono legati alla situazione di partenza ed il dolore gradualmente cesserà fino alla avvenuta guarigione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente 404XXX

Grazie dottore per la gentile risposta.
Il primo proctologo (ma anche il secondo) hanno diagnosticato anche ipertono, (ho dimenticato di specificarlo), ecco perché la sfinteroctomia, per evitare ricadute che a quanto sembra sono frequenti (mentre io credevo di avere delle emorroidi).

Riguardo alla tempistica, in quanto tempo guarisce una ferita con punti sull'ano?

Ed è una ferita che per dolore è' maggiore rispetto alle ragadi?

Grazie

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No la tempistica non è possibile stabilirla, per i motivi che le ho già detto, il dolore è molto in relazione alla sua soglia del dolore, ma si controlla con l'antidolorifico.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza