Utente
Buonasera dottori, volevo esporvi il mio caso... A gennaio 2015 avverto dei dolori anali durante e dopo l'evacuazione, con perdite di muco anche e prurito. Vado dallo specialista e mi diagnostica condilomi anali. Dopo 3 sedute di laser li debello ma i fastidi continuano... Torno dallo specialista il quale mi dice che lo stress delle operazioni e la zona infiammata mi hanno portato una ragade... A novembre eseguo una sfinterotomia laterale ma i fastidi continuano ancora, sempre gli stessi... Allora vado da un altro specialista il quale mi consiglia di fare colonscopia (che poi non ho fatto in quanto non sono riuscito a fare la preparazione, insomma davo di stomaco e ho interrotto la preparazione) e mi consiglia intanto di usare topster clismi x 7 gg... Devo dire che sono stati miracolosi, i dolori sono notevolmente diminuiti e la situazione è migliorata davvero tanto; migliorata ma non risolta purtroppo... Allora chiedo consulto ad un altro specialista, il quale mi diagnostica due ragadi, una ore sei e una per 12 che, secondo lui devono essere subito bruciate. Non facendomi una buona impressione questo dottore, ritorno da colui che mi aveva curato sin dall'inizio e visitandomi, conferma la presenza di queste sue ragadi che però, a suo dire, sono superficiali e assolutamente non operabili, in quanto non necessario un intervento dato che non c'è spasmo o comunque tensione degli sfinteri... Mi ha prescritto delle vitamine, midium, e mi ha fatto seguire una dieta priva di latticini e dolci... E mi ha consigliato di usare un'emulsione a base di acqua e olio di oliva da applicare localmente. Ora sono 15 gg che seguo questi consigli ma non ho avuto nessun miglioramento purtroppo. Allora vi chiedo: esistono farmaci appositi x le ragadi? C'è qualche principio attivo adatto X curare le ragadi? Con un intervento chirurgico potrei finalmente guarire secondo voi? Ovviamente non vi chiedo una prescrizione, ma solo x capire se è possibile uscire da questa situazione che dopo 16 mesi è davvero devastante mentalmente.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo che è possibile guarire da una ragade, sia farmacologicamente che chirurgicamente.
Ma bisogna chiarire che cosa? ha procurato la ragade o le fissurazioni superficiali.
Nel suo caso esistono pareri discordanti sulle caratteristiche delle sue ragadi, sulla loro origine e sul trattamento, per tali motivi, a distanza, non possiamo esserle ulteriormente di aiuto.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Posso chiederle dottore quali sono le cause che possono portare alla formazione di ragadi?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nella maggior parte dei casi, quando sono posizionate posteriormente, sono dovute ad un evento traumatico(feci dure)
Ragadi e fessurazioni in altra sede o multiple debbono far pensare ad altri disturbi, primi fra tutti le malattie infiammatorie croniche come il morbo di Crohn o infezioni sessualmente trasmissibili.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
quali infezioni sessualmente trasmissibili intende? Il fatto che abbia avuto condilomi anali può essere una causa? In ogni caso si guarisce dottore? Cosa bisogna fare? E dal morbo di chron si può guarire? So che potrei leggere su internet e trovare risposte alle mie domande, ma preferisco chiedere ad una persona competente...

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Lei non deve leggere in rete. Ulteriori risposte potrà riceverle da chi la visiterà.
Si tranquillizzi.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com