Utente
Salve, ho 19 anni e la mia ipocondria mi sta facendo impazzire.
Cercando i sintomi dei disturbi intestinali che ho già da un paio di anni ho iniziato a preoccuparmi non poco, notando che buona parte dei miei disturbi combaciavano perfettamente con il cancro al colon. In famiglia non ho casi di tumore, ad eccezione di tumore al seno da parte della mia nonna materna. Inizialmente non vi facevo molto caso, ma col tempo i disturbi si sono intensificati.
Alternavo periodi di stitichezza e diarrea, specialmente al mattino, che da diversi mesi si è stabilizzata (intendo la diarrea, e non la stitichezza) da quando assumo compresse prolife di fermenti lattici (mai presa più di una al giorno, me ne basterebbero anche due a settimana). Non so se siano le pillole a migliorare la situazione, considerando che nel periodo dei problemi di diarrea ho sofferto di ansia e attacchi di panico che ho ora risolto.
Gli unici episodi in cui torna la diarrea è a inizio ciclo, anche se di solito non dura più di due giorni, evacuando circa 2/3 volte nell'arco della giornata. Per il resto del mese, vado al bagno ogni 3/4 giorni, le feci hanno un colore marroncino, mai state scure, anche se alcune volte notavo piccole tracce di sangue e "muco" sulle feci, altre volte pulendomi notavo la presenza di altro sangue dal colore brillante.
Sempre in prossimità del ciclo e durante la sua durata avverto dolori addominali intensi, con fitte pungenti in zona intestinale. Per accertarmi che non fossero problemi collegati all'utero o alle ovaie ho effettuato un'ecografia, e il medico mi ha detto di non preoccuparmi, si trattava solamente di dismenorrea. Durante il mese, fuori dal ciclo mestruale, capita che abbia dei dolori all'addome, alcuni più forti altri meno intensi. Durante la palestra, facendo alcuni esercizi riesco ad avvertirli di più.
La defecazione, invece, in periodo mestruale risulta dolorosa, mentre per il resto del mese non provo fastidi (ad eccezione di qualche fitta che capita non troppo spesso).
Spero di aver scritto tutto in modo chiaro.
Ah, non so se possa contare, ma a 12/13 anni, dopo aver defecato, ricordo vidi abbastanza sangue e muco sulla carta igienica e mi spaventai molto e questa cosa mi rimase impressa.
In settimana andrò dal mio medico di base per una visita.
Che esami mi consiglia di fare per accertarmi di non avere il cancro al colon?
Potrebbero essere emorroidi date le perdite di sangue? (sia mia madre che mio nonno paterno hanno questo problema)
Grazie infinite, spero in una vostra risposta, oramai non sono più serena

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non pensi affatto al tumore, ma al colon irritabile ed alle emorroidi....


Cordialmente


Felice Cosentino - Milano
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta rapidissima Dottore, mi ha davvero tranquillizzato. In settimana passerò dal medico per un controllo.