Utente
Gentili dottori, sono una ragazza di 25 anni con un piccolo problema. Ormai due anni fa, ad una visita dalla ginecologa, la mia dottoressa mi ha fatto notare la presenza di una piccola emorroide vicino l'ano. Sono rimasta abbastanza turbata da questa notizia perché credevo che questo tipo di "problema" venisse solo in età piu adulta e inoltre io non me ne ero assolutamente accorta perché non sapevo nemmeno che aspetto potesse avere una emorroide. La dottoressa mi ha rassicurato dicendomi solo di tener sotto controllo l'alimentazione. Non ho mai avuto alcun tipo di problema quali dolore, bruciore o altro. Da quel giorno però ho iniziato a controllarla ogni tanto nel caso in cui fosse mutata. Essendo una studentessa ho una vita molto sedentaria e passo le giornate seduta su una sedia a studiare dalla mattina alla sera. Da due settimane ho finalmente smesso di fumare dopo 5 anni. Sono molto felice della mia decisione ma ho iniziato ad avere un po di stitichezza. Mi sono accorta che la mia emorroide non è mutata ma si sta creando un'altra sempre minuscola vicino alla prima. Non mi fanno male ma sinceramente non so proprio come comportarmi perché ho poche notizie a riguardo essendo questo un argomento tabù. A volte questo piccolo "problema" mi fa sentire a disagio, sopratutto nell'intimità con il mio fidanzato. Spero che qualcuno possa rassicurarmi o almeno spiegarmi come devo comportarmi. La mia ginecologa mi ha consigliato di non fare nulla fin quando non ho fastidi ma devo preoccuparmi per la comparsa di una seconda pallina? Vi ringrazio per la vostra attenzione e confido in una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non deve preoccuparsi, condivido l' indicazione della sua ginecologa.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio molto per la sua risposta ma continuo ad avere tanti dubbi...andranno via da sole migliorando l'alimentazione? Dovrò toglierle un giorno? E se si bisogna intervenire solo se iniziano a farmi male?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Difficile dirlo. se non ha disturbi pero' non deve fare nulla. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it