Utente 405XXX
Buongiorno,ho 25 anni e sono GRAVIDA alla 34esima settimana.
Da sette giorni sono molto dolorante a causa di due emorroidi, autodiagnosticate ,come trombizzate (visto il colore rosso violaceo e qualche puntino nero e visto il dolore acuto ).
fin da subito sto applicando 3 volte al giorno crema proctolyn ,assumo psyllo per facilitare la defecazione e faccio impacchi di argilla verde .
da due giorni il ginecologo mi ha consigliato FLEBIL compresse con posologia di 2 a pasto per i primi 2 giorni;1 a pasto per altri 2 giorni e 1 al giorno per una settimana.
detto questo quando posso cominciare a vedere miglioramenti?
e' normale che apparentemente mi sembra si stiano sgonfiando ma sento piu dolore?
posso applicare anche 4 volte al giorno proctolyn per far si che mi "copra"tutta la giornata-notte ?
se vedo del sangue è un buon segno perche si stanno sgonfiando?
quanto ci vorrà per risolvere il problema?
fare una visita proctologica mi spaventa per il fatto che il dolore è molto forte e temo che il proctologo non si voglia limitare a visitare solo esternamente,calcolando l'impossibilità di assumere antidolorifici efficaci o farmaci volevo evitare se possibile.
secondo lei con quanto sto assumendo reco danni al feto?
alternativa al proctolyn può essere preparazione h?
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, per quanto riguarda il farmaco e le quantità é giusto che decida il ginecologo, il tempo di guarigione è soggettivo, ma vedrà che progressivamente migliorerà.
Non tema la visita proctologica e se non migliora, si faccia valutare.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione sembra che si sia formato un ematoma perianale, questo spesso viene confuso con la trombosi emorroidaria.
Anche se alla 34 settimana molti farmaci sono controindicati o inutili(proctolyn) se realmente si tratta di un ematoma.
La visita proctologica è indispensabile per confermare la diagnosi e per una appropriata terapia.
Un riassorbimento del coagulo richiede tempi lunghi anche con l'ausilio di farmaci.
In alcuni casi selezionati può essere presa in considerazione, ottenendo una immediata risoluzione, l'incisione e lo svuotamento dell'ematoma
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#3] dopo  
Utente 405XXX

Grazie per le risposte.
Chiedo inoltre se l'ultilizzo del ghiaccio può ridurre gonfiore e dolore..leggo pareri contrastanti a riguardo di quest'ultimo..
che differenza c'è fra ematoma perianale e emorroide trombizzata?
si tratta comunque di due "emorroidi" dove la più grande misura 2 cm circa..
dovesse essere da incidere è possibile farlo in gravidanza?come funziona?
Secondo voi posso affrontare un parto naturale con questo problema?
10-15 giorni sono tempi previsti per una guarigione o siamo già oltre-tempo?
non reputo così inutile l'utilizzo di proctolyn poiche una volta applicato mi dona sollievo...forse inutile rispetto alla guarigione intendeva?
Grazie

[#4] dopo  
Utente 405XXX

p.s. camminare fa bene? se mi sforzo e faccio venti minuti circa di camminata è utile?

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No, in questa fase è preferibile il riposo, l'evenienza dell'incisione che,se necessaria, può essere espletata, deve essere decisa dal proctologo solo dopo averla visitata.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente 405XXX

La ringrazio,e,per tutte le altre mie titubanze ha una risposta?
Grazie

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il ghiaccio lo eviti, non vi è al momento alcuna controindicazione di natura proctologica al parto naturale. Per il resto come già detto si affidi alle raccomandazioni dello specialista.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza