Utente 213XXX
Buongiorno,

Da circa due anni soffro di problemi più o meno invalidanti al colon. Iniziò tutto con un dolore un fossa iliaca destra, basso ventre e difficoltà nella defecazione. Feci una visita proctologica con esplorazione rettale che individuò un fecaloma, risolto con lassativo Xprep e Benefibra per un mese.
Da allora però i miei problemi si fecero più frequente fino ad arrivare ad oggi, dove non saprei veramente dove sbattere la testa.
Nel corso di due anni ho visto due gastroenterologi, due proctologi, eseguito due gastroscopie, due ecografie addome completo con studio delle anse intestinali e diversi esami del sangue specifici.
In tutto questo il risultato è stato reflusso gastroesofageo con esofagite (curata) e colon spastico. Aumentare l'apportamento di fibre, acqua e regolare attività fisica.
Visto che i miei disturbi proseguono, non riesco però a capire se si tratta solo di questo o se è questo il mio problema.
Vi riassumo i sintomi:

- Al risveglio mattutino, tutte le mattine, dolori addominali accompagnati da meteorismo che si placano dopo un'oretta circa;
- Difficoltà nella defecazione, spesso frammentata, a volte due volte al giorno a volte non vado di corpo per tre o quattro giorni;
- Spesso sento di dover defecare nell'immediato senza doverlo fare realmente;
- Dolori addominali sparsi nel basso ventre, soprattutto nella parte sinistra e maggiormente nella mattinata;
- Nausea intermittente.

Consapevole che ci sono persone stanno peggio di me però a volte arrivo proprio stremata da questi sintomi.
Ho fatto anche gli esami del sangue da cui sono risultata negativa alla celiachia.
Questo stato di malessere fisico mi sta portando anche malessere dal punto di vista mentale, già di mio sono sull'andamento ansioso.

Potreste darmi il vostro parere?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sua situazione andrebbe rivalutata.
Le descrive alcuni disturbi che farebbero pensare, oltre a quello che le è stato diagnosticato, anche ad una Sindrome da Ostruita Defecazione.
Questa, se sospettata da chi la visiterà, potrà essere confermata con una Risonanza Magnetica o con un esame radiografico specifico(defecografia).
Se le farà piacere ci tenga informati.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com