Utente
Buongiorno,
da circa un anno soffro di una fastidiosissima proctite che non ne vuole sapere di passare.
Ad Ottobre 2015 mi sono recato dal proctologo il quale dopo la visita e la rettoscopia mi ha diagnosticato una proctite marcata con dermatite reattiva satellite,mucosa arrossata,e reticolo venoso accentuato come nei casi di flogosi.
Terapia : pentacol gel per 1 mese piu' ecoval. Sono stato bene 2 giorni poi sembrava di mettere dell'acqua fresca,ma ho continuato lo stesso la terapia.
A gennaio ho effettuato la colonscopia dalla quale nulla e' emerso se non delle emorroidi di 1° grado ( che il mio medico di base attribuisce semplicemente alla preparazione per effettuare l'esame). Terapia consigliata : Anonet sapone ( che uso tutt'ora) ed anonet plus (che ho sospeso perche' subito dopo l'applicazione mi procurava dei bruciori terrificanti)
Continuando il persistere dei sintomi ho risentito telefonicamente il proctologo il quale non ha ritenuto necessario rivedermi e mi ha detto di continuare con pentacol e cortisone cosa che mi lascia un po perplesso ma ho fatto fino a fine Marzo.
Ad inizio Aprile ho parlato con la farmacista che mi ha consigliato l'uso del vea olio sia esternamente che appena all'interno dell' ano.In effetti un lieve miglioramento lo trovo,sicuramente piu' di quanto non mi abbia dato la mesalazina.
Pero' sono preoccupato nel senso che non so se sia la terapia giusta o quantomento se posso o devo associare questo olio con la mesalazina. E per quanto altro tempo ancora?Onestamente il cortisone lo vorrei sospendere,credo di averne messo anche troppo: praticamente da Ottobre a fine Marzo ho continuato col pentacol e l'ecoval! Possibile che non esista una terapia definitiva?
Ho anche effettuato la coprocoltura, lo scotch test e la ricerca dell'helycobacter pilory risultato tutto negativo.Inoltre gli esami del sangue sono nella norma.Mangio frutta e verdura come se non ci fosse un domani....ma il disturbo c'e' sempre.
Cosa mi consigliate? E' il caso che riveda il proctologo nonostante tutti gli esami effettuati non rimarchino,fortunatamente, qualcosa di serio?
Vi ringrazio infinitamente.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Quale era l' esito delle biopsie?
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Vincenzo Bianco

24% attività
4% attualità
8% socialità
CETRARO (CS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
ci scrive quali sono i suoi sintomi?
Vincenzo Bianco

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno,grazie delle celeri risposte.
In sede di colonscopia non mi e' stata effettuata ne la biopsia ne l'esame istologico ed onestamente non me ne spiego il motivo.Forse lo specialista non lo ha ritenuto necessario?
Sintomi: prurito e forte bruciore appena all'interno dell'ano. I sintomi sono quotidiani e si accentuano con la defecazione( soprattutto il bruciore).trovo immediato sollievo lavandomi con l'acqua tiepida,ma poi torna. Vado di corpo regolarmente tutte le mattine e le feci non sono dure. Ripeto, ultimamente col vea olio trovo un poco di sollievo.Continuo cosi? lo associo con la mesalazina?
Grazie infinite.

[#4]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La diagnosi di proctite in genere richiede una verifica istologica, ne esistono diversi tipi con terapie differenti.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie dottor Favara,
ne parlero' col mio medico.
buona giornata

[#6]  
Dr. Vincenzo Bianco

24% attività
4% attualità
8% socialità
CETRARO (CS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Non mi sembrano sintomi specifici della proctite.
Consulti un proctologo
Vincenzo Bianco

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio dottor Bianco ,
Lo farò anche se tale diagnosi mi è stata fatta proprio da un proctologo.Proverò a cambiare specialista. Cosa potrebbe essere?