Utente
Gentili dottori
vi scrivo perchè sono molto preoccupata (spero e credo a torto).
Ho 27 anni, faccio una vita molto attiva, mangio sano e bevo molta acqua. L'unico fattore "negativo" influente potrebbe essere lo stress, l'ansia essendo la sottoscritta una persona molto nervosa ed agitata di natura.
Da Ottobre a questa parte non ho più avuto un andamento intestinale decente. Mi era già capitato in passato, ma per periodi più brevi. MI spiego meglio: alterno giornidi completa stitichezza o evaquazione minima (feci piccolissime, dilazionate in molte sedute al bagno) a giorni in cui ho praticamente la diarrea e mi svuoto. La diarrea non si presenta come uno stimolo continuo, come quella dovuta a influenze: semplicemente vado in bagno ed emetto feci liquidissime, con grande disagio e conseguente senso di spossatezza. Solitamente accade dopo il caffè e sempre in seguito a giorni di stipsi totale o parziale.
Spesso avverto in relazione a questi episodi un senso di non completo svuotamento, un fastidio interno, a metà tra il dolore e la tensione.
A volte mi capita di trovare muco nelle feci.
Ci sono intervalli di sporadica regolarità, ma sono talmente brevi che nemmeno riesco a ricordarmi l'ultimo.
Mia madre soffre di stitichezza da quando era giovane e di emorroidi da una decina di anni, ma per il resto in famiglia non ci sono casi di patologie più gravi a carico dell'intestino, fortunatamente.
Il mio medico curante non ritiene opportuno, quindi, farmi fare accertamenti di sorta ed ha diagnosticato un semplice colon irritabile.
Il mio disagio ed il mio spavento, tuttavia, non si sono placati. A volte mi capita di essere persino terrorizzata.
L'anno scorso, in seguito a dolori persistenti al fianco destro, effettuai una ecografia completa all'addome che non riscontrò alterazioni particolari.
Le ultime analisi del sangue risalgono all'anno passato ed i parametri erano tutti in regola.
Sto cercando un parere (e probabilmente un conforto).
Grazie dell'attenzione e della gentilezza.
Arrivederci.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Farei una visita proctologica e gli accertamenti che le indichera' lo specialista. Il problema va definito correttamente e trattato. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta sollecita.
Oggi ho parlato di nuovo con il mio medico curante.
Mi ha prescritto un farmaco che inizierò a prendere da domani; si chiama Duspatal.
Se questa terapia non dovesse portare benefici, penseremo ad altro.
Le volevo domandare: è possibile che assumendo il farmaco rientrino i sintomi ma il problema persista, solo mascherato? Mi spiego meglio: se avessi qualcosa di serio, il farmaco farebbe comunque sparire i sintomi o il persistere di essi escluderebbe una sindrome da colon irritabile?

Purtroppo non ho occasione di fare una visita dallo specialista, attualmente, per ragioni economiche e universitarie.

Nel caso dovrei passare necessariamente dal medico curante, per farmi prescrivere la visita?

Oggi sono stata al bagno in modo quasi normale, ma ho uno strano senso di tensione interna.
Chiaramente continua ad essere molto allarmata.

Grazie per l'attenzione

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene...starei tranquilla. La visita specialistica con il ssn prevede solo l'eventuale pagamento del ticket, previa prescrizione, gratuita,del curante.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille per l'attenzione!!!
Cercherò di farmi prescrivere una visita, allora, prima o dopo il tentativo col farmaco.

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore. Torno a scriverle ed approfittare della sua gentilezza.
Sabato ho sofferto di vomito tutto il giorno, credo non connesso alle mie problematiche intestinali.
Questi giorni ho eliminato il caffè e ho cercato di mangiare meno. Sono stata al bagno, meno del necessario, ma le feci erano solide e apparentemente regolari, nonostante il muco.
Ieri e oggi, forse complice il vomito intenso di sabato, non sono stata ancora al bagno, benché avverta stranamente meno gonfiore del solito e meno aria.
Tuttavia il fastidioso/peso/lieve bruciore in zona interno anale persiste, ed anzi è aumentato e mi pare che interferisca con l'espulsione di gas. Quando vado al bagno e "spingo" sento come una resistenza.
Ho preso appuntamento con un proctologo, ma la visita non è nell'immediato ed io non riesco a tranquillizzarmi nel frattempo. come se non bastasse, mi è uscito un brutto herpes sul mento, a cui ho fatto fronte con la consulenza del medico.

[#6]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo convenga attendere con tranquillita' la visita del proctologo e per altre necesstita' rivolgersi al proprio medico
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottore
Ho effettuato oggi la vista dal proctologo, con esplorazione e anoscopia (credo si chiami così ).
Mi sono state trovate le emorroidi un poco ingrossate e soprattutto una piccola ulcerazione solitaria. Mi é stata prescritta una terapia anti infiammatoria, da eseguire in attesa della prossima rivalutazione (tra una settimana).
Quali di questi sintomi, secondo lei, sono spiegabili con questa ulcerazione:
1) stipsi alternata a diarrea
2) tenesmo ( il medico lo ha chiamato così )
3) dolore prima prima e dopo la defecazione
Sto cercando di non farmi brutte idee, ma chiaramente avrei preferito non trovassero niente.....

La terapia con duspatal ha migliorato un po' la mia situazione intestinale; adesso vado al bagno in modo quasi sempre "solido" facendo piccole quantità due o tre volte al giorno, invece di avere tre - quattro giorni di stipsi e uno di diarrea.
Faccio però sempre enorme fatica a evacuare
:(
Lei cosa ne pensa?

Ps: eseguirò in settimana anche le analisi del sangue/feci e -se possibile- una visita ginecologica

Grazie della gentilezza.

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene, direi tutti e tre. Andra' approfondito l' aspetto dell' ulcerazione. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente
Gentile dottore, sono arrivati i risultati degli esami del sangue.
Il 17 ho la sigmoidoscopia in gastroenterologia e domani la ginecologa.
Nel frattempo, le allego il referto.
Se potesse dargli un'occhiata e dirmi cosa ne pensa... salvo il ferro, i valori sono tutti nella norma.

--------------------------------

EMOCROMO

Leucociti wbc. 5,98. (3.50-9.50)
Eritrociti. 4,28. (4.00-5.00)
Emoglobina-hb. 13,5. (12.00-16.00)
Ematocrito-ht. 40,3. (38.00-46.00)
Volume globulare medio. 94,2. (83.0-99.0)
Contenuto medio emoglobina. 31,5. (28.00-32.00)
Concentrazione emoglobina media. 33,5. (31.00-36.00)
Ampiezza distribuzione globuli. 12,1. (11.00-16.00)
Piastrine. 312. (130-400)

Granulociti neutrofili % 41,9. (37.00-75.00)
Linfociti % 48,0. (12.00-50.00)
Monociti % 6,9. (0.0-12.0)
Granulociti eosinofili % 2,0. (0.0-7.0)
Granulociti basofili % 1,2. (0.0-2.0)

Granulociti basofili # 0,07. (0.00-0.20)
Granulociti eosinofili # 0,12. (0.00-0.70)
Granulociti neutrofili # 2,51. (1.40-7.10)
Linfociti # 2,87. (0.50-5.00)
Monociti# 0,41. (0.00-0.90)


FERRO S/P
29. (50-170)

FERRITINA S/P
3.60. (11.00-307.00)

PROTEINA C. REATTIVA QUANTITÀ S/P
<0.29. (<0.30)

VES
14. (2-30)

CALPROTECTINA FECALE
30,8. (0.0 -50.0)

---------------------------------------

Il mio medico curante non ritiene i valori eccessivamente allarmanti.
Lei cosa ne pensa?
A cosa potrebbe essere dovuto questo ferro/FERRITINA così basso?

[#10]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, condivido. Attenda gli altri accertamenti. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it