Utente 365XXX
Buonasera, vi scrivo poichè sono allibita da quanto mi è successo. Due giorni dopo aver avuto un rapporto anale col mio ragazzo (ci tengo a precisare che ne abbiamo già avuti in passato e non ci sono mai state complicazioni di nessun tipo) ho notato una strana flatulenza che non mi colpisce quasi mai, premetto che erano comunque 3/4 giorni che non andavo in bagno, ma la cosa strana è che con l'aria espellevo anche un liquido trasparente e molto molto maleodorante.. il liquido era tanto da farmi bagnare completamente le mutande più volte..e (scusate l'argomento..) odorava di carne putrefatta..ho notato anche diversi gorgoglii nella pancia.. e l'episodio mi è durato qualche ora. Il mattino dopo sono andata dal mio medico di famiglia per farmi visitare che, anche se non ha notato niente di anomalo, mi ha prescritto antibiotici e pomate varie, oltre che una colon scopia (che non ho ben capito se mi consiglia di fare solo se il disturbo persiste o in ogni caso). Comunque sia adesso che sto facendo questa cura il problema è molto migliorato, non ho piu avuto episodi del genere...Quello che mi chiedo è.. cosa erano quelle perdite così maleodoranti? è normale quell'odore? Possono essere causate dal rapporto anale avuto due giorni prima? (il rapporto è stato di lunedi notte e il brutto episodio mercoledi notte).. Inoltre è possibile che si ripresentino i sintomi una volta finita la cura? se non dovessero ripresentarsi è consigliabile fare comunque la colon scopia?
Scusate la miriade di domande, ma sono un po' spaventata e disgustata per l'accaduto.. vi ringrazio infinitamente per la vostra attenzione.
Buona serata.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente la colonscopia è stata richiesta proprio per fare diagnosi, quindi dire cosa sia potuto succedere senza una valutazione reale è poco serio. Ciò che si può consigliare è una valutazione proctologica per avere una diagnosi più precisa e per stabilire la necessità dell'esame. Ovviamente in questo periodo in attesa della risoluzione del problema si astenga da rapporti anali.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza