Utente
Buongiorno dottori,
un paio di settimane fa mi è capitato di imbattermi in una emorroide esterna trombizzata molto dolorosa, mi era capitato già 2 anni fa ma si trattava di una cosa piccolina riassorbitasi da sola. In questo caso, in preda al panico, sono andato dal proctologo pochi giorni dopo il quale mi ha detto che andava incisa. Detto questo, il giorno successivo mi reco presso la clinica per l'operazione e mi è stato messo un paio di punti.
Ora sono passati 9 giorni dall'intervento e sta sgonfiando gradualmente ma permane un punto di sutura e un gonfiore ridotto e morbido (ripetto a prima), dolore assente quasi da subito... quanti giorni ci vorrà per il completo riassorbimento? Sapete dirmi in quento tempo cadrà l'ultimo punto?... . Ma soprattutto posso già praticare sesso anale (ricevente) o ci vuole più tempo per rimarginare e rischio di infiammare?... . Mi vergogno a chiedere al mio medico... Grazie mille per tutto.
Saluti.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
I tempi di riassorbimento di un ematoma perianale, da lei definita emorroide esterna trombizzata, sono lunghi anche dopo incisone, molto dipende dalle dimensioni iniziali e dalla componente edemigena che in molti casi prevale sulla componernte trombotica.

I punti di solito cadono spontaneamente, ma nulla vieta , dopo che hanno svolto la loro azione(bloccare il sanguinamento), la rimozione di questi.

Per i primi rapporti anali dovrà attendere la completa guarigione e cicatrizzazione. Questi rappresentano una delle cause dell'insorgenza e della recidiva di un ematoma perianale(emorroide esterna trombizzata).
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com