Utente 431XXX
Buongiorno,
Sono una donna di 35 anni. Circa tre anni fa ho avuto un'ulcera allo stomaco e da quel momento non sono più stata bene.
Ho continui dolori addominali alti e centrali, sento come delle forti pulsazioni.
Ho fatto svariate visite. L'ultimo gastroenterologo che mi ha visitato mi ha fatto fare gli esami della calprotectina, dato che ho sempre la pancia molto gonfia e questo fastidio continuo come "pulsazioni".
Sono molto regolare nelle evacuazioni, non sento particolari disturbi, solo questo fastidio continuo.
L'esito della calprotectina è stato 98, quindi rientro secondo i parametri scritti sull'esito nel valore del "lievemente positivo", ovvero fino a 100.
Quindi qualcosa c'è. Lui dice che potrebbe essere una infiammazione intestinale, dato che i valori non sono elevati, ma mi consiglia una colonscopia, che farò la settimana prossima. Non nego di essere molto preoccupata, non solo per l'esame ma per l'esito.
Questo dolore che sento si attenua molto se prendo il Colinox.
Purtroppo come tanti fanno sono andata a leggere i sintomi di un tumore intestinale e sono entrata nel panico.
Ho seguito diverse ecografie addominali e sembra tutto ok. Ma sono molto preoccupata. La mia testa ormai vaga per l'esito peggiore..non credo sia normale avere un dolore addominale per così tanto tempo. Ma fino ad ora mi avevano sconsigliato la colon, per via della mia età e perché secondo alcuni gastroenterologi non era necessaria. Ora sentirmi dire di doverla fare mi mette molta paura.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sua sintomatologia è simile a quella di tante pazienti affette da Sindrome dell'intestino irritabile, ma, in presenza di lieve positività della calprotectina fecale, è giusto escludere una infiammazione della parete colica; improbabile una patologia tumorale.
Si tranquillizzi.
Se lo desidera ci tenga informati sull'esito della colonscopia.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 431XXX

La ringrazio, spero sia proprio come dice. Mi chiedo solo cosa possano essere queste pulsazioni addominali continue che mi creano davvero fastidio. Spesso mi svegliano di notte.
È incredibile che qualsiasi cosa io mangi mi si gonfi la pancia a dismisura, spesso non me la riconosco.
Mamma mia che ansia.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"Mamma mia che ansia"
Ecco! questa potrebbe una delle cause.
A distanza non posso aggiungere altro a quello che le ho scritto in precedenza.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 431XXX

Buongiorno Dott. D'Oriano,
Quello che volevo dire è che quello che mi sconforta oppure mi rincuora, è che non ho mai avuto nessun sintomo che si avvicini alla sindrome del colon irritabile.
L'unica cosa che sento da tre anni a questa parte sono queste strane pulsazioni addominali (nulla a eh vedere con l'aorta addominale, mi hanno controllato anche quello) a volte ci sono a volte no, indipendentemente da quello che mangio.
Leggendo i sintomi della sindrome da colon irritabile vedo che come prima cosa si parla di dolori addominali che si attenuano con la defecazione, e questo con me non ha nulla a che vedere, perché non si attenuano ne prima ne dopo.
Diarrea praticamente mai. Sono molto regolare al mattino.
Gonfiore quello sì, mi si gonfia molto la pancia.
Mai trovato sangue nelle feci.
Come le ripeto l'unica cosa sono queste pulsazioni a volte forti e continue praticamente al centro sotto il seno, ecco perché ho sempre pensato a problemi legati all'ulcera che ho fatto qualche anno fa.
Ma il mio attuale gastroenterologo dice che secondo lui non sono problemi legati allo stomaco, perché l'ulcera (della quale non hanno saputo capirne l'insorgenza) è perfettamente guarita. Certo l'esito della calprotectina non è alto, ma qualcosa c'è. Forse la colonscopia non è necessaria o forse sì..ecco su questo ho avuto pareri discordanti e la cosa non mi lascia indifferente.
Grazie mille

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Mi dispiace ma a distanza e senza aver valutato di persona non posso esserle di aiuto.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com