Utente 454XXX
Salve, mi chiamo Fabrizio, in data 26.9.2014 ho eseguito una RSCS che ha evidenziato la presenza di una zona superata presente nel canale anale. Successivamente a questo esame diagnostico e ad una precedente anoscopia mi è stata diagnosticata una ragade anale. Inizia a trattare tale ragade come prescrittomi con pentacol500 e antrolin. Miglioramenti si manifestarono e cosi in data 16.10.2014 effettuai una manometria anorettale come consigliatomi da i medici a cui mi affidati. I risultati di tale accertamento furono i seguenti:
Pressione massima del canale a riposo 120mmHg. Durante contrazione volontaria 170mmHg. Soglia riflesso inibitori detto anale 30ml-aria. Soglia percezione stimolo ad evacuare 30 ml-aria. Compliance rettale 6.6 ml/mmHg. Rilasciamento anale durante ponzamento NO. Conclusioni: canale ipertonico a riposo. Aumentata compliance rettale. Mancato rilasciamento anale durante ponzamento come da disfunzione addomino-pelvica. Continuai la precedentemente descritta terapia con periodi altalenanti di benessere e malore, sino a settembre 2016 in cui effettuai una nuova RSCS che evidenziava la presenza di ragade anale nella parte posteriore. Il 2.2.2017 mi sono sottoposto ad intervento di sfinterotomia laterale sinistra. Nel periodo sino ad aprile ho assunto solo olio di vasellina come prescritto. La mia situazione però a tutt'oggi non si è risolta ad aprile sono entrato in reparto di gastroentorologia, mi è stato prescritto il Luan e il movicol, piccoli miglioramenti ma a maggio mi è stato dato nello stesso reparto l'antrolin, il pentacol500 ancora movicol e dicetel. Ho effettuato una nuova planimetria, pressione massima a riposo 93mmHg. Durante contrazione volontaria 170mmHg. Soglia riflesso inibitorio anale 30ml/aria. Soglia percezione allo stimolo 30ml/aria. Sensazione massima 80ml/aria. Ripascimento anale durante ponzamento NO. test di espulsione del palloncino gonfiato con 50ml/aria positivo. Alterata sensibilità rettale. Quadro asimmetrico dissenteria add-pelvica. Non avendo miglioramenti il 14.6.17 ho fatto eco transazionale. Sai spessore 3.9. Sar spessore 5mm. Mpr spessore 10mm. Presenza di ragade ed aggiunta alla terapia con pentacol, antrolin, dicetel questi farmaci. Cicatridina e celevis mischiate assieme. Levorag. Applicazioni 2 al giorno. Ad oggi io ancora ho intenso dolore e perdita di sangue di tanto in tanto. Prendo ancora il movicol 2 bustine dopo cena ma ho periodi di diarrea e successiva stitichezza. La domanda è, tutto questo secondo voi medici è nella norma oppure qualcosa non è stato o non è gestito nel modo giusto? Grazie delle vostre cortesi riposte.

[#1]  
Prof. Silvestro Lucchese

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
è difficile esprimere pareri su dettagli non correlati clinicamente. Le consiglio una visita specialistica colon- proctologica accurata e con anoscopia di cui al Paziente devono essere mostrate ed illustrate le immagini .
Una visita colon-proctologica deve essere completata anche dalla valutazione degli altri organi ed apparati e , soprattutto , dell'ambiente di vita e lavoro per evidenziare la somatizzazione dell'ansia e le sue conseguenze.
Solo con una precisa diagnosi è possibile una cura efficace.
Cordiali saluti
Prof. Silvestro  Lucchese

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Grazie per la sua risposta Professore Lucchese,il 5 mi dovrei sottoporre ad anoscopia, sempre con il medico che mi ha operato. L'idea che ho è di farla con un diverso medico. Ormai sono nella confusione. Anche loro mi hanno parlato di una componente psicologica, quindi mi sono rivolto ad uno specialista del settore che mi ha detto che l'ansia è un grande sentimento che ci salva la vita perché genera in noi uno stato di allerta. Quello che non riesco a capire e a cui non mi danno risposta è che se ho fatto l'intervento a febbraio2017 e la manometria di controllo da valori rientrati nella norma, perché ho ancora difficoltà ad evacuare? Perché ora ho una nuova ragade? È sempre la stessa e, quindi intervento andato male oppure una nuova e come si è creata in cosi poco tempo? Siamo a Luglio 2017. Per quanto riguarda il colon-proctologico sono in cura al San Giovanni di Roma. Intervento fatto presso Umberto primo. Attualmente ancora non riesco a tornare a lavoro. Dalla ecografia anorettale hanno detto che può trattarsi solo di ragade, anche se l'esame non vede la ragade. La ringrazio ancora della sua risposta. Cordiali saluti.

[#3]  
Prof. Silvestro Lucchese

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Quando non vi è chiarezza non è possibile prescrivere una cura efficace ; solo una diagnosi certa lo permette.
Sono certo che l'anoscopia chiarirà molte incognite.
Prof. Silvestro  Lucchese

[#4] dopo  
Utente 454XXX

Salve Professore Lucchese. Io mi auguro così, ho voglia di guarire e tornare ad una vita normale, avendo anche una famiglia a cui pensare. Mi hanno parlato anche di fare il biofeedback nel caso non dovesse esserci una risposta positiva alla cura attuale. Ho visto che Lei si trova a Roma potrei anche prendere un appuntamento con Lei. Grazie ancora, Fabrizio.