Utente
Buongiorno.

Vi scrivo per chiedervi un consulto riguardo un problema che persiste da esattamente un anno.
A luglio 2016 ho iniziato ad avere dolori addominali causati da una sensazione come se l'addome fosse pieno di aria che però non veniva espulsa in nessun modo. Inoltre ho notato nelle feci la presenza costante di una sorta di sostanza bianca collosa. Inizialmente ho provato a non farci caso pensando fosse una cosa passeggera, poi ,persistendo fino ad Ottobre e dopo aver consultato il mio medico, ho effettuato delle analisi del sangue(tutte normali , l'unico valore alto era la bilirubina), un test di sangue occulto nelle feci(di esito negativo) e una visita proctologica dove la dottoressa non mi ha saputo dire molto se non che secondo lei non doveva essere nulla di grave. In seguito a queste visite mi sono stati prescritti sia un medicinale sotto forma di clistere e successivamente anche delle pillole (purtroppo in entrambi i casi non ricordo i farmaci) ma non hanno sortito alcun effetto.
A distanza di un anno i problemi persistono tutti... Alterno momenti di forti dolori addominali e questa sensazione generale di gonfiore a momenti dove sento le stesse zone più rilassate, quasi normali. Inoltre quando si presentano i dolori addominali sono come sparsi, a volte sono concentrati nella parte alta (appena sotto la cassa toracica), altre volte nelle zone laterali, altre volte nella fascia bassa e altre volte totale. Persiste anche il problema di quella sostanza strana nelle feci, alcune volte mi capita di andare in bagno ed "espellere" esclusivamente quel liquido colloso senza nemmeno feci (a volte come una sorta di muco, altre volte più simile a delle palline di saliva.).
Inoltre un'altra stranezza è che il momento di maggior disagio solitamente avviene al risveglio, nelle ore mattutine sento nel 90% dei casi mi sento come se fossi pieno di aria che difficilmente riesco a espellere ma che mi provoca dolore e anche disagio generico.
Per quanto riguarda le feci in se sono quasi sempre normali se non fosse che a volte di punto in bianco si presentano episodi dove sono molto molli e frammentate e altri di difficoltà nell'evacuazione.
Concludo precisando che sto affrontando un periodo molto molto stressante, ma per quanto possa cercare di giustificare i dolori e i gas intestinali con tale problema, non trovo spiegazione per la costante presenza di quei muchi nelle feci.

Attendo una vostro cortese riscontro
saluti

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I disturbi potrebbero essere imputabili ad una sindrome dell'intestino irritabile. Sarebbe però importante chiedere al curante la precrizione dei test per intolleranza a glutine , lattosi e per la SIBO,
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Appena potrò chiederò al mio medico curante di prescrivermi questi esami.
Tuttavia vorrei porle altre 2 domande.
Ma quindi anche quei "muchi" possono essere imputati alla sindrome nel colon irritabile?
Inoltre, pensa che possa essere qualcosa di serio? (lo chiedo perché in questo momento mi trovo molto lontano dal mio medico curante e non posso farmi prescrivere le analisi da lei consigliate, ma in caso di urgenza le farei privatamente)

Saluti

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
No nulla di allarmante. Non c'è urgenza.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente
Bene, la ringrazio ancora per le utili informazioni.

Saluti