Utente 472XXX
Salve Dottori,
ho alcune informazioni da chiedere e dubbi da sciogliere in merito al colon irritabile che mi è stato diagnosticato qualche mese fa.
Premetto che mi è spesso capitato in passato di sentire, quasi sempre sempre dopo cena, un senso di gonfiore e pesantezza, dolore addominale, qualsiasi cibo mangiassi; bastava sdraiarmi qualche minuto e il dolore diminuiva fino a sparire dopo qualche flatulenza. La cosa da un annetto a questa parte è molto peggiorata, il dolore addominale e il senso di gonfiore cominciano a farsi sentire nel tardo pomeriggio, prima ancora della cena (è normale?). Se mi sdraio sia prima che dopo cena il dolore tende a rimanere, spesso si sposta anche sul fianco destro o sul sinistro (cosa che mi succede anche durante l'attività fisica nel momento della corsa). A volte emetto aria a volte invece no e mi sento ancora più costipata, però vado regolarmente di corpo tutte le mattine, a volte anche due volte al giorno e non soffro ne di diarrea ne di stitichezza. Ho anche la tendenza ad urinare spesso durante il giorno, da sempre che io ricordi, e se trattengo lo stimolo per molto tempo anche questo mi causa mal di pancia il più delle volte. Qualche anno fa ho fatto l'ecografia addominale, reni e vescica stanno bene, le varie visite ginecologiche e quelle sulle intolleranze alimentari hanno avuto tutte esito negativo per fortuna. L'unico fastidio che ho è che durante il rapporto sessuale tendo a sentire un dolore interno durante la penetrazione. La ginecologa mi ha detto che poteva essere qualcosa a livello intestinale e mi ha mandata dal gastroenterologo che mi ha appunto diagnosticato la famosa sindrome. Mi ha prescritto per 20 giorni relaxcol, un integratore, dopo pranzo e dopo cena e con quello sono stata effettivamente meglio, ma ovviamente dopo aver smesso...tutto è tornato come prima. Dovrei prenderlo al bisogno ma in pratica sarebbe quasi tutte le sere. Mi ha detto di mangiare tutto e lo faccio, ho una dieta abbastanza varia ed equilibrata e faccio anche attività sportiva almeno due volte a settimana. Inoltre una volta al mese prendo dei fermenti lattici per una settimana che mi hanno aiutato fino ad ora a mantenere lontana la cistite che mi perseguitava con costanza.
Detto ciò le mie domande sono: Cosa si può fare per stare meglio? Mi consigliate di fare qualche altro esame specifico?
Questi sintomi sono i normali sintomi da colon irritabile?
Sta diventando una cosa insopportabile e insostenibile; non nascondo che lo stress e le ansie ci sono spesso, come nella maggior parte delle persone ormai, ma di sicuro non posso prendere relaxcol o farmaci a vita. In più ho notato che se sono in vacanza anche se mangio cibi poco salutari non ho quasi mai mal di pancia e che quando invece sono sotto esami (universitari) o altro, anche se mangio una frutta mi si gonfia lo stomaco. E' davvero tutta questione di ansia e stress?

Vi ringrazio in anticipo per la vostra risposta.

Saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non possiamo fare altro che attenerci a quando le è stato diagnosticato e non possiamo aggiungere altro. Questa sindrome richiede un approccio personalizzato sul singolo paziente che solo chi l'ha in cura potrà adottare.
In molti casi è utile il supporto di uno psicologo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com