Utente 480XXX
Buongiorno,
chiedo gentilmente un Vostro parere.
1. Febbraio 2017 dopo una gita in bici (non la uso quasi mai), mi ritrovo bloccato a letto con il sedere infiammato, ossia un rossore.
Visita proctologica che diagnostica un ascesso e basta.
Eseguo risonanza magnetica che conferma l'ascesso.

2. Prima dell'estate 2017 si forma una cisti sebacea appena sotto lo scroto. Cura antibiotica inefficace. Si programma l'intervento per settembre 2017 (dovevo continuare la cura antibiotica perchè si infiammava), ma il giorno dell'intervento il dermatologo non se la sentiva perchè era troppo piccola. Prendere degli integratori e andrà via da sola. Gennaio 2018 mi reco al pronto soccorso perchè la cisti era esplosa e mi sono ritrovato di sangue tutta la zona. Mi diagnosticano inoltre una fistola anale ed effettuare una RM con mezzi di contrasto.

3. tra novembre e dicembre 2017 inizio ad essere umido in mezzo alle natiche, precisamente appena sopra l'ano. Torno dal proctologo con la RM aggiornata, in cui si dice di una cisti scrotale e di un orifizio sopra l 'ano. Non ci sono canali fistolosi.
Per il proctologo è una fistola anale, anche se è sorpreso che la RM non conferma.
Per la cisti mi consiglia di cambiare dottore.

4. cambio ospedale e fine gennaio mi viene asportata la cisti (peli incarniti).
cambio dottore per caso proctologico e mi conferma la fistola anale e mi programma l'intervento per il 26 febbraio 2018

5. effettuo l'ecografia anorettale su consiglio del primo proctologo e si conferma nessun canale fistoloso. solo un orifizio esterno. sono in attesa di risposta via mail dal proctologo dopo aver inviato il referto dell'ecografia anorettale.

6. dalla settimana dell'intervento non faccio che spurgare dall'orifizio come non mai (non avevo mai avuto dolori).
Questo weekend l'ho passato a letto perchè avevo un dolore al coccige che non mi permetteva neanche di alzarmi.

Domande (da ignorante):
poteva trattarsi di cisti coccigea, nel senso che la cisti era posizionata sotto lo scroto e si è creato il canale fistoloso con orifizio esterno sopra l'ano e sotto l'osso sacro? oppure...su internet una cisti coccigea viene evidenziata a livello lombare.
Sono stato operato male perchè ora mi è rimasto l'orifizio esterno ma è stata asportata solo cisti?
sono molto confuso e preoccupato.
domani vado dal secondo proctologo che mi ha programmato l'intervento facendo vedere l'ecografia anorettale. perchè operarmi di fistola se la RM e l'ecografia anorettale smentiscono la fistola anale?
scusate ma non ce la faccio più

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non è il primo caso di cisti sacrococcigea che si fistolizza in sede perianale e viene confusa con una fistola perianale (Patologia ad insorgenza ano rettale)
Chiaramente questa è una ipotesi che potrebbe essere confermata o respinta da un attenta visione dei referti RM ed eco integrati con una visita diretta con l'aiuto di uno specillo.
A distanza non è possibile aggiungere altro.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 480XXX

grazie per la risposta.
chiedo conferma che se fosse una cisti sacrococcigea, la cisti scrotale asportata risulterebbe un intervento effettuato a metà? nel senso che mi è rimasta l'orifizio esterno da operare?
Non capisco una cosa: l'orifizio è in una posizione e la cisti in un'altra ancora? oppure ho una cisti sotto il coccige?
Se la risonanza e l'ecografia escludono la fistola perianale, quale esame devo svolgere per capire cosa ho?
Grazie

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbero essere due patologie differenti.
A distanza è difficile poter chiarire.
Specillando attraverso l'orifizio fistoloso ed iniettando fisiologica o acqua ossigenata si potrebbero ottenere notizie interessanti sul percorso del tramite ed altro.
Urge una visita diretta.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com