Utente
Buonasera, sono un uomo di 36 anni, da ormai un paio d'anni durante la defecazione perdo del sangue, non sono mai andato a fare visite perché era rosso vivo di bassa quantità e non avevo altre conseguenze. Qualche giorno fa alla perdita del sangue è arrivata anche una febbre molto alta, 40,5, mi è stata prescritta dal medico una visita chirurgica per rettorragia e la ricerca del sangue nelle feci, che ha dato esito negativo. La visita chirurgica invece ha dato esito con delle ragadi anali e nient 'altro, però sia il chirurgo sia il mio medico mi hanno riferito che la febbre non è correlata alle ragadi, senza darmi altri esami o controlli da fare. Io però ho riscontrato che a perdite grosse si associa sempre la febbre alta, per perdite piccole un po' di malessere ma niente di grave. Quale potrebbe essere la causa di questa febbre? Di che controlli necessito per trovare il problema e risolverlo?
Vi ringrazio in anticipo e Vi saluto.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza, senza una visita con proctoscopia, non è possibile esprimere nessun parere.
Una sintomatologia febbrile potrebbe accompagnare proctiti e coliti infiammatorie.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto La ringrazio per la risposta, pensavo che visto che il problema è "solo" il sangue e la febbre senza altri sintomi (nessun dolore né addominale né anale) si potesse ipotizzare qualcosa! Ovviamente mi fido del Suo parere e vedrò di farmi prescrivere una proctoscopia! Saluti.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Prego.
Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, piccolo aggiornamento della mia situazione: il mio medico sembra restio a prescrivere una proctoscopia, mi ha prescritto solo un rx torace e una ecografia dell'addome che ancora non ho potuto fare a causa delle lunghe liste d'attesa. Nel frattempo per limitare i danni ho iniziato una dieta abbastanza ferrea ricca dei fibre, bevuto molta acqua e attività fisica. Sono stato bene senza nessun evento per un mese, fino a quanto non ho bevuto due sorsi di un liquore alla Liquirizia e una fetta di un dolce alla crema, il giorno dopo il problema del sangue nelle feci con successiva febbre si è ripresentato. Possibile che queste piccole quantità possano far verificare l'evento?
Saluti e grazie ancora per la Vostra disponibilità!

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non ci permettiamo di contraddire il suo medico di medicina generale, ma le confermo, senza pericolo di smentita, che la visita proctologica e la proctoscopia rappresentano la prima cosa da fare in presenza di sangue nelle feci.
Si! è possibile.
Ci tenga informati , ma non prima di aver eseguito tali visite.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente
Buonasera, oggi ho eseguito i due esami prescritti dal medico di base, rx torace tutto in regola, invece nell'ecografia è risultata qualche anomalia, ho rimosso le parti che non riscontravano problemi per abbreviare il messaggio:

Diffusa discreta distensione meteorica del colon, in particolare a carico del tratto ascendente, che mostra peraltro decorso tortuoso. Non si riconoscono, con tale metodica, definite alterazioni parietali intestinali. Utile comunque proseguire iter diagnostico con colonoscopia.
Il fegato, nei valori della norma per dimensioni (134mm nel diametro longitudinale massimo), presenta un lieve aumento della riflessione parenchimale, da modica steatosi. Non sono evidenti definite immagini riferibili a lesioni focali.
La colecisti, distesa, presenta pareti lievemente ispessite e, adesa ad esse, in regione infundibolare, una piccola formazione iperecogena di 3mm circa, da riferire verosimilmente a polipo di colesterina in una colesterolosi della colecisti. Non sono evidenti definiti calcoli.
La milza è lievemente aumentata di dimensioni (122x52 mm nei diametri longitudinale e coronale), ad ecostruttura omogenea. Non sono evidenti nel suo contesto definite formazioni espansive. Utile proseguire iter diagnostico ocn esami dei laboratorio specifici, in particolare emocromo e formula e follow-up ecografico.
Il pancreas è mal visualizzabile, per interposto meteorismo intestinale. Per quanto valutabile, non si riconoscono, in regione pancreatica, definite formazioni espansive.

Suggeriscono di fare una colonoscopia, posso ottenere dei risultati anche con quella o solamente con la proctoscopia come suggerito da Lei negli altri messaggi? Le anomalie presenti possono causare il mio problema della febbre dopo la defecazione, e soprattutto sono gravi?

Vi ringrazio sempre per la disponibilità!

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La visita proctologica e la proctoscopia rappresentano la prima tappa in presenza di problemi anali e rettali, ma per osservare il colon dx(colon ascendente) è necessario eseguire una colonscopia.
Si! è possibile in presenza di una infiammazione cronica intestinale.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com