Utente 512XXX
Buongiorno.
Sono un ragazzo di 21 anni, il 20 novembre ho tolto una cisti pilonidale in zona sacrococcigea con tecnica chiusa. Nei giorni successivi ho avuto dolori fortissimi e febbre alta, sono andato d'urgenza dal chirurgo che mi ha operato e ha riscontrato l'infezione di uno dei 4 punti. La sera stessa me li ha tolti tutti per favorire la guarigione dell'infezione sperando che la ferita rimanesse chiusa. Dopo una settimana sono ritornato e la ferita era completamente aperta e il dottore ha preso la decisione di favorire la guarigione per seconda intenzione. Mi ha detto che posso effettuare le medicazioni domicilio (me le fa mio papà, che tutt'altro fa oltre che il medico ma ha imparato a fare queste medicazioni grazie al chirurgo che mi ha operato) senza zaffo all'interno della ferita e di farle due volte al giorno. Il fatto che mi abbia detto che le medicazioni possano avvenire senza lo zaffo mi deve preoccupare? Tutte le persone che conosco che hanno rimosso cisti pilonidale guarendo per seconda intenzione facevano medicazioni quitidiane con lo zaffo all'interno. Grazie in anticipo per la risposta.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se si effettuano irrigazioni(medicazioni) della ferita due volte al giorno può essere utile non zaffare.
L' indicazione è condivisibile.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 512XXX

Grazie per la pronta risposta.
Ad oggi è passata quasi una settimana dalla riapertura della ferita. Volevo inoltre chiederle, è possibile che fare due lavaggi al giorno con acqua ossigenata (come consigliato dal chirurgo) rallenti il processo di cicatrizzazione della ferita?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Personalmente non utilizzo acqua ossigenata per le irrigazioni; se non è presente una infezione da germi sensibili all'ossigeno dà pochi vantaggi, è irritante e può interferire con la cicatrizzazione.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com