Utente 547XXX
Buona sera mi chiamo Marco e ho 27 anni.
Vorrei chiedervi un parere, da qualche tempo ho episodi di sanguinamento nell'atto defecatorio, a volte solo su carta igenica con dei puntini di sangue a volte per gocciolamento quando vado al bagno più difficilmente cioè con le feci più dure. Ne soffro a periodi, dipende anche da quanto seguo la corretta alimentazione e da come vado in bagno, il sanguinamento tende a verificarsi in caso di feci dure che faccio fatica ad evacuare o in caso di diarrea alcune volte. Per un bel periodo nel quale ho seguito corretta alimentazione sono stato molto bene, poi sono andato in viaggio e per una settimana quasi non sono riuscito ad andare in bagno, quando ci sono riuscito mi è uscito ovviamente sangue credo dovuto sempre allo sforzo.
La cosa strana e che vorrei capire è che quando vado in bagno nell'atto di defecare sento un rigonfiamento dell'ano e vedendo con uno specchio ho notato come se ci fossero tutti dei bozzi solo quando sto seduto nell'atto per spingere però, quando sono in piedi nulla.
Ho notato però che tutto il margine dell'ano, dello sfintere è gonfio.
Possono essere emorroidi interne che spingono in modo da far si che lo sfintere risulti così gonfio e in fuori oppure sono proprio le emorroidi quelle che vedo e sono attaccate allo sfintere ma sono interne?
Scusate la domanda strana ma vorrei capire questa cosa.
La mia ipocondria e la paura delle malattie più gravi non mi aiuta per niente in questo, sono spaventato e vorrei capire se le emorroidi interne si possano presentare in questo modo nell'atto defecatorio.
Grazie mille a presto.
Marco.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
Vanno sempre indagate le cause di una sanguinamento alla defecazione.
Prima di attribuire un sanguinamento, durante o subito dopo la defecazione, ad un problema emorroidario vanno sempre escluse altre possibili cause collegate a patologie "maggiori".
Premesso questo, quello che lei descrive ed osserva sembrerebbe un prolasso emorroidario di II grado.
Nel II grado di prolasso emorroidario, le emorroidi alla defecazione fuoriescono dal canale anale (sento un rigonfiamento dell'ano e vedendo con uno specchio ho notato come se ci fossero tutti dei bozzi solo quando sto seduto nell'atto per spingere però, quando sono in piedi nulla)per rientrare spontaneamente alla fine quando il materiale fecale è passato.
Utile una visita proctologica per confermare e per dispensarle opportuni consigli terapeutici.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 547XXX

Buona sera dottore, grazie per la sua gentile risposta.
So che necessito di una visita da un proctologo, ed è quello che vorrei fare a breve. Vorrei aggiungere anche che non ho mai avuto forti dolori alle emorroidi, l'unica cosa è che quando finisco di evacuare e rientrano spontaneamente sento un pò di fastidio a livello anale, come un peso.
Aggiungo inoltre che i miei genitori soffrono e hanno sofferto in passato entrambi di emorroidi, mio padre ha risolto con un'operazione anni fa, mia madre ancora ne soffre. Non so se la malattia emorroidiaria ha anche origine per familiarità.
Da un anno ho smesso di fare una vita sedentaria e ora mi alleno 5 volte a settimana, seguo in settimana un'alimentazione sana e non ho mai avuto dolori addominali preoccupanti.
Sinceramente adesso sono molto spaventato che possa essere qualcosa di molto grave e ho molta paura, essendo un ragazzo molto ansioso e ipocondriaco.
Leggere su internet i sintomi di sicuro non aiuta, quindi volevo un parere di un esperto prima della visita vera e propria. Lei da come le ho descritto il tipo di sanguinamento e da quello che vedo e sento nell'atto defecatorio pensa che sia dovuto ad emorroidi e/o ragadi anali? o è il caso di preoccuaparsi di qualcosa di più?
Grazie mille dottore.
A presto.
Marco.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si tranquillizzi.
Probabilmente è un problema emorroidario, ma per una conferma è indispensabile una visita.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 547XXX

Buona sera dottori.
Ho seguito il vostro consiglio e mi sono recato da uno stimato specialista proctologo e finalmente ho una diagnosi.
Prolasso mucoemorroidario di secondo grado con precedentia posteriorea. Trombosi emorroidaria consensuale.
Per la forte ansia e paura nella settimana della visita sono andato in bagno tutte le mattina con feci molli senza presenza di sangue ovviamente perché non dovevo spingere, l'ho riferito al medico che mi ha detto possa trattarsi di colon irritabile.
Comunque la cura é 2 punture al giorno di fleboside mattina e sera, 1 supposta la sera di Cicatridina e obimal compresse 2 al giorno prima dei pasti. Ho iniziato la cura in modo preciso sabato. Sabato e domenica sono andato in bagno con feci perfette formate e colore marrone, senza tracce di sangue. Oggi invece prima di evaquare ho perso dall ano due goccioline di un liquido oleoso arancione simile al liquido delle punture che sto facendo, successivamente le feci erano molli e non formate. Può essere una questione farmacologica il liquido arancione? Sangue non se ne vede ormai da due settimane, neanche sulla carta igienica.
Oggi mi sono trattenuto nell andare in bagno tutta la mattina per andare a ora di pranzo con feci molli come vi dicevo. Le feci molli possono anche essere causare dal trattenersi a volte? Scusate io cerco di calmarmi, ma la paura che possa avere qualcosa di bruttissimo mi spaventa a morte e non riesco a mantenere la calma, mi viene l ansia ad andare in bagno sperando sempre di andare bene e guardo sempre le feci con una luce puntata. Insomma sta diventando un ossessione e sono sicuro che la mia non regolarità in bagno possa dipendere in gran parte dal mio fortissimo stato ansioso. Qualche tempo fa la mia ansia si era manifestata anche allo stomaco dei dolori fortissimi poi feci una gastroscopia che non aveva rilevato nulla solo un po' di reflusso e una piccola ernia iatale e mi calmai. Grazie mile a chiunque voglia dedicarmi due minuti per rispondermi. A presto. Marco.

[#5] dopo  
Utente 547XXX

Gentili dottori buongiorno vorrei chiedervi anche un'altra cosa. Secondo voi, può essere anche non patologico il fatto che spesso la mattina e SOLO la mattina vado in bagno con feci molli? ciò non mi accade MAI ne quando sono in vacanza, ne nel week end quando non lavoro e neanche se vado una seconda volta durante la giornata, ad esempio se il lunedì mattina vado con feci non formate, magari il lunedì sera devo andare di nuovo e vado perfetto. Premetto che faccio una dieta ricca di fibre, mangio frutta e verdura sia a pranzo che a cena e la frutta spesso anche a merenda, mi alleno 5 volte alla settimana, allenamenti a corpo libero.
Visto che mi sto fissando troppo su questo aspetto, vorrei sapere da voi se pensate sia una cosa patologica o meno, a me non da fastidio e non ho problemi nel trattenermi ecc. se non in rari casi.
Tutto ciò non ha niente a che vedere con i sanguinamenti di post #1, poiché non si verificano mai quando vado di corpo con feci non formate, e quindi non ho necessità di spingere durante la defecazione. Se potreste togliermi questo dubbio ve ne sarei molto grato. Magari se mi calmassi e iniziassi a non pensarci più riuscirei ad essere più regolare, ormai ho il pallino fisso.
Grazie mille, buona giornata e buon lavoro.
Marco.

[#6] dopo  
Utente 547XXX

Buongiorno gentilissimi,
come volevasi dimostrare, passato il periodo ansioso è migliorato molto anche il colon irritabile. Resta la mia regolarità nell'andare in bagno una volta al giorno, ma le mie feci ora sono formate, come prima del forte periodo ansioso.
Ho riferito nella visita di controllo fatta circa una settimana fa al proctologo che la situazione è decisamente migliorata, anche se rimangono alcune volte lievi sanguinamenti, o su carta o due tre gocce di sangue. Diciamo che è partito tutto da uno sforzo defecatorio un sabato sera (quando non riesco ad andare in bagno la mattina, in genere nel week end, poi la sera le feci sono un pò più dure ma questo credo sia normale).
Il procologo mi ha detto di stare tranquillo, per adesso di evitare altre cure e di usare solo le supposte di cicatridina al bisogno in caso di piccoli sanguinamenti.
Ci rivedremo a Settembre per un ulteriore controllo per aggiornarlo di come va la situazione.
Ormai sono diversi anni comunque che sto così con le emorroidi, ma il professore mi ha detto che la sintomatologia per adesso non è così grave, dato che comunque non ho dolore e il sanguinamento non è eccessivo. Ho chiesto anche se era utile una colonscopia perchè, è vero che mi sono calmato, ma qualche paura di fondo resta. Lui mi ha detto che sarebbe utile solo per tranquillizzarmi, in quanto il mio quadro emorroidario da questi sintomi e vista la mia giovane età di non preoccuparmi e stare tranquillo.
Voi cosa ne pensate? Volevo un ulteriore parere, soprattutto perchè tra poco partirò e vorrei vivermi la vacanza in assoluta tranquillità, un'altro vostro parere credo mi faccia tranquillizzare ulteriormente.
Spero in una vostra risposta.
Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si goda le vacanze!
Tranquillo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 547XXX

Grazie mille gentilissimo Dottore, approfittando della sua estrema disponibilità, vorrei chiederle se è possibile sentire un leggero dolorino alle emorroidi quando c'è del gas da espellere, una flatuenza che fa "pressione". E gentilmente se potesse spiegarmi soltanto nella mia diagnosi cosa vuol dire esattamente "precedentia posteriorea" e trombosi "consensuale". Mi dimenticai di chiederlo al dottore.
La ringrazio infinitamente.

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Che fuoriesce posteriormente mucosa anorettale ed emorroidaria trombizzata.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 547XXX

Grazie mille dottore.
Molto chiaro. Per la sua esperienza é un quadro piuttosto grave, che spesso richiede la chirurgia? In questi casi come il mio sono sempre le emorroidi a sanguinare o é possibile che il prolasso mucoso stesso sanguini da sforzo defecatorio? Grazie mille di nuovo.

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dalla intensità della sintomatogia e da come lei la percepisce.
Entrambi!
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente 547XXX

Ok ora mi è tutto più chiaro.
Grazie mille Dottore.
A risentirci, magari l'aggiornerò più avanti.

[#13] dopo  
Utente 547XXX

Salve Dott. D'Oriano, volevo aggiornarla riguardo la mia situazione. Per tutto il mese di Agosto che sono stato in ferie e lo sono tutt'ora, ho continuato la cura con il daflon e non ho avuto più sanguinamenti. Continuo ad andare in bagno regolarmente ogni giorno e le mie feci sono perfette come colore e consistenza. Oggi ho notato però delle piccole striature rossastre sulle feci guardando con la luce del telefono. Nessuna traccia poi sulla carta igienica ne nel water. Lei cosa pensa che siano sempre le emorroidi o che non sia nulla, se non qualche cosa che ho mangiato? C erano delle piccole striature sul lato visibile. Posso essere sempre le emorroidi che hanno macchiato un po' perché le feci erano grandi? Grazie mille e buon proseguimento di giornata.

[#14]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Con la diagnosi scaturita, dalla visita colonproctologica,la cosa più probabile è il sanguinamento emorroidario.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#15] dopo  
Utente 547XXX

Buongiorno e grazie mille Dottore, penso anche io sia così. Dal giorno dopo in poi comunque non ho visto più nulla tutto perfetto. Aspetterò la visita di controllo programmata per metà settembre per riferirlo al chirurgo che mi ha in cura. Grazie di nuovo buona giornata.

[#16] dopo  
Utente 547XXX

Salve dottore, oggi ho notato andando in bagno che nelle feci era presente una macchia scura, tutto il resto delle feci era di colore marrone normale. Quella macchia non saprei definire bene il colore non era nerissimo ma era sicuramente più scura rispetto al resto delle feci, era il primo pezzo di una fece di consistenza maggiore, il resto era tutto marrone normalissimo. Devo preoccuparmi? Può essere che ieri non ho avaquato completamente e oggi il primo pezzo era più scuro per colpa del ristagno del sangue emorroidario? Oppure dipende dalle fibre, poiché ieri ho mangiato verdure a pranzo? Mi scusi per il disturbo, ma ho una paura tremenda del cancro al retto, so che sono giovane ma ho letto di una ragazza della mia età che è stata colpita da questa malattia e ora non riesco a darmi pace. Non ho nessun altro sintomo. Grazie mille Dottore.

[#17]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se è stata eseguita una visita proctologica specialistica, visita che non può essere definita tale senza una proctoscopia, sicuramente è da escludere un tumore rettale, questo si sarebbe visto alla proctoscopia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#18] dopo  
Utente 547XXX

Salve dottore, grazie per la gentile risposta. In realtà solo esplorazione digitale, ma secondo lei é possibile avere una malattia del genere in un soggetto della mia età da 5 anni e non aver avuto mai altri sintomi? Perché io sono 5 anni che ho questo tipo di problemi che vanno e vengono. Può tranquillizzarmi un po' anche sulla base di questo? Comunque penso che farò una colonscopia a breve. Ho tanta paura. Grazie e buona giornata.

[#19]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sarebbe stata sufficiente una proctoscopia.
La visita eseguita non è stata completa.
Va ripetuta è completata.
Non condivido la scelta di eseguire una colonscopia prima di una "vera"vista proctologica.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#20] dopo  
Utente 547XXX

Ok, cambierò proctologo e rifarò una seconda visita. Lei però mi può dire in base alla sua esperienza se secondo lei da quello che è emerso dalla visita digitale e i miei sintomi se il problema possa essere solo emorroidario? Perché sto andando di nuovo nel panico, mi ero tranquillizzato...
Quante probabilità ci sono che abbia qualcosa di più grave che sanguina da anni? Grazie mille Dottore. Giuro che poi non la disturbo più e mi vado a fare la seconda visita, è stato fin troppo gentile. Grazie mille ancora.

[#21]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente è solo un problema emorroidario, ma non è possibile escludere altra patologie rettale senza una rettoscopia.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#22] dopo  
Utente 547XXX

Quando parla di altra patologia rettale si riferisce al cancro?

[#23]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Anche!
Non sarà nel suo caso, ma prima di attribuire un sanguinamento rettale ad una patologia emorroidaria è necessario escludere patologie maggiori, la anorettoscopia rappresenta una tappa fondamentale di tale iter diagnostico.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#24] dopo  
Utente 547XXX

Capisco Dottore, questo era chiarissimo e capisco che lei lo ribadisca anche per i tanti utenti che leggono il mio consulto, la mia domanda era per capire soltanto se nel mio caso specifico era il caso di preoccuparsi o meno. Dalle sue parole noto che anche lei, nel mio caso, pensa ad una malattia emorroidaria e la cosa non può che tranquillizzarmi, almeno un po'.
Prenoterò una visita da un'altro proctologo, sperando che vada tutto per il meglio. Le farò sapere l'esito della rettoscopia se le fa piacere. Io la ringrazio di tutto é stato estremamente gentile e chiaro. Lei non visita mai nelle zone di Roma?
Scusi se sono stato molto insistente, ma la mia paura a volte supera di gran lunga la mia razionalità