Utente 516XXX
Buongiorno
volevo chiedervi un chiarimento. Premetto che da poco ho la malattia di Crohn e che sono in cura con i farmaci biologici.
Da un po' di anni ho una ragade che non mi ha mai portato dolore ma solo sanguinamento sulla carta. L'ho "curata" con antrolin e dilatatori a cicli.

Ultimamente è comparso il dolore, principalmente quando vado in bagno (anche la leggera spinta per urinare mi provoca un dolore sordo).
Dalla visita è emersa ridotta escursione sia in contrazione che ponzmento, notevole ipertono con fionda dolente e contratta e ragade cronica con papilla sentinella.

Ho riniziato il ciclo coi dilatatori e antrolin (anche il Valium prima di fare l'esercizio) ma ora anche solo la misura 18 mi crea problemi e dolore. Nel senso che anche se è ben lubrificato, una volta inserito il dilatatore rimane dentro da solo, anche senza tenerlo con la mano. Anche se mi rilasso sento il muscolo contratto, per sfilarlo mi devo aiutare spingendo ma è molto doloroso.
Negli scorsi cicli ero arrivata fino al 27 senza problemi.

Mi chiedo, ma è possibile che nonostante abbia smesso l'ultimo ciclo con i dilatatori solo tre mesi fa la situazione è peggiorata così tanto?
I dilatatori possono non funzionare?
L'intervento me lo hanno sconsigliato. Ma vale per sempre o solo quando la malattia è attiva come ora?

Vi ringrazio molto.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! È possibile.
Se la ragade non guarisce potranno essere prese in considrazione altre opzioni terapeutiche.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Buongiorno dottore, grazie. La ragade guarisce ma solo per brevissimi periodi, al minimo sforzo si ricomincia da capo.

Quali altre opzioni terapeutiche ci sono oltre a antrolin e dilatatori?
Ho fatto diverse visite ma mi hanno dato sempre questa cura. Mi abbatte questa situazione perché questi dolori, che si aggiungono ai dolori addominali e alla forte stanchezza di questo periodo, mi limitano molto nelle cose che dovrei fare.
Grazie

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non facciamo precrizioni a distanza ed ogni caso fa storia a sé.Solo dopo una visita, traendo esperienza dai fallimenti,valutando le condizioni della sua ragade e tenedo presente il Crhon, sarà possibile indicare la strada per ottenere una guarigione.
A distanza non posso esserle ulteriormente di aiuto.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com