Utente
Buongiorno dottori, cerco di spiegarvi brevemente il mio problema. Ho 41 anni e tre mesi fa ho avuto la mia prima crisi emmorroidaria che e' durata a dire la verita' un po' piu' del solito di quanto mi avevano detto. L'ho curata andando dal mio medico di base con Deflon e classiche creme da banco (proctalyn). Vi dicevo che mi è durata tanto perche' le ho avute fuori per almeno 2 settimane o poco piu', ovviamente senza sangue, senza difficolta' a defecare, solo con dolori che passavano al massimo con una bustina di OKI. Rientrate le emorroidi e' iniziato il mio calvario che mi ha portato gia' a sentire 2 specialisti i quali non hanno ancora risolto il mio problema. Specifico che da all'ora mangio e faccio una vita totalmente diversa da quella che facevo prima. Tutto comincia nel momento in cui finisco di andare al bagno (sempre senza sangue e senza dolore) inizio ad avere un bruciore interno che mi accompagna per tutta la giornata. Il riscontro della rettoscopia e' stato leggera proctite e emorroidi interne congeste di II grado, cura: supposte di pentacol per 20 giorni. Dopo 20 giorni la situazione era la stessa. Decido di andare da un altro specialista che in anoscopia mi dice di non vedere ne ragadi ne proctite, ma solo queste dannate emorroidi congeste di II/III grado (per lui) al che mi da del topster schiuma rettale per 20 giorni e semicupi senza alcun detergente. Nessuna crema perche' le ho provate tutte (almeno una ventina) ma quando provo a spalmarle il risultato e' di peggiorare ulteriormente la situazione. Dopo tre giorni, ad oggi di topster ancora nessun miglioramento. Ora la mia domanda e' questa: e' possibile che questo bruciore non sia causato dalle emorroidi e sia stata sbagliata la diagnosi, o e' possibile che si tratti di emorroidi congeste e quindi devo aspettare il decorso dell'infiammazione? Sono due mesi che sto in queste condizioni e la vita comincia ad essere davvero pesante. Vorrei sapere se necessito, secondo voi, di un altro parere, il terzo per l'esattezza o e' possibile che delle emorroidi possano portare tutto questo bruciore dopo la defecazione. Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si puo' essere. Consideri legature elastiche. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta dottore, approfitto per farle un'altra domanda (sicuramente stupida) C'è possibilità che questo brutto bruciore regredisca da solo quando le mie emorroidi non saranno più congeste, nonostante i tentativi vani di questi mesi? O devo pensare già da ora ad un intervento come quello della legatura elastica? Sa com'è vorrei non perdere tempo anche se prima di parlare con lei mi ero dato fino a un mese di tempo, poi mi sarei deciso ad intervenire. So che è una domanda da "palla magica" ma data la sua esperienza volevo sapere la sua personale opinione. La ringrazio anticipatamente per la sua pazienza è la sua gentilezza.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Potrebbe ma è improbabile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Quindi lei mi sta suggerendo che arrivato al mio stato (3 mesi di sopportazione) e' inutile che continui con le terapie, giusto? Se fosse cosi' e se posso permettermi (non fidandomi piu' di nessuno ormai) abitando lontano da lei, mi potrebbe indicare il nome di un PROFESSIONISTA (se fosse possibile) in zona Campania (Napoli) a cui affidarmi? brancolo nel buio, mi capisca. La ringrazio come al solito anticipatamente, saluti.

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non avendola visitata non posso esprimere un giudizio specifico. Puo' consultare i siti di SICCR E SIUCP. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio dottore. Aggiornerò il sito in modo da aiutare chi avrà avuto i miei stessi disturbi e si troverà a leggere la mia esperienza, anche se ho capito ormai che ognuno di noi risponde a terapie e interventi in modo totalmente diverso, ma la speranza di sentire o di leggere che qualcuno è riuscito a risolvere magari lo stesso sintomo è sempre una cosa positiva. Saluti.

[#7] dopo  
Utente
Carissimi dottori, vi scrivo dopo una settimana per chiedervi un altro consulto. Sono passati 7 giorni da quando uso il topster schiuma rettale, sotto consiglio del mio proctologo, e dopo 7 giorni il bruciore che mi costringeva a volte a non riuscire a stare nemmeno seduto si e' notevolmente calmato, ricordo che mi era stato dato il topster per delle emorroidi di II/III, prescrizione che a mio avviso, leggendo il foglietto illustrativo del farmaco, non era attinente alla mia patologia. Ora la mia domanda e' questa: e' possibile che questo bruciore non sia stato mai causato dalle emorroidi ma era altro? Il topster e' indicato anche per emorroidi? Non riesco a capire, anche se il bruciore e' solamente diminuito al momento, vedremo se continuando ad usare il topster sparira' del tutto, ma vorrei capire, anche perche' il mio proctologo mi ha detto di seguire questa terapia per 20 giorni.

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si è possibile.
Si, è indicato.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente
Ok, quindi se e' indicato anche per le emorroidi vuol dire che sta facendo effetto? Gli altri farmaci non mi avevano dato nessun risultato. Spero che sia cosi. Grazie per la risposta cosi celere.

[#10] dopo  
Utente
Carissimi dottori vi scrivo dopo un pò di tempo per aggiornarvi sulla mia situazione. Tre settimane fa ho deciso di sottopormi ad un intervento di tre legature elastiche, eseguito tra l'altro in maniera eccellente dal chirurgo che mi sta seguendo. Non ho avuto grandi difficoltà, l'intervento e' stato celere e per niente doloroso, solo un po' di fastidio che e' andato via con del toradol per i primi tre giorni poi solo con tachipirina 1000 per una settimana. I dolori sono stati sopportabilissimi ed il decorso post operatorio non mi ha dato grossi problemi a parte qualche bruciore solito in alcune ore del giorno e del sangue nelle feci con la caduta degli elestici, sangue che da una settimana non compariva. Stamattina andando in bagno si è ripresentato. La mia domanda è: è normale avere ancora dei piccoli ma fastidiosi bruciori e del sangue a più di tre settimane da questo intervento? e' un decorso normale? Quanto puo' durare la guarigione per questo tipo di intervento? Tra due giorni saranno quattro settimane, quindi venerdi, e dovro' fare una seconda visita di controllo senza anoscopio (come diceva il mio chirurgo la settimana scorsa) ma prima di arrivare a venerdi, volevo un vostro parere immediato sulla situazione. Grazie.

[#11]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, è normale. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#12] dopo  
Utente
Carissimi dottori vi scrivo a distanza di due mesi dal mio intervento di tre legature elastiche. Volevo chiedervi se a questo punto è ancora normale avere dei piccoli (ma fastidiosi) bruciori nell'arco della giornata, volevo sapere se piu' o meno e' un decorso normale o se mi devo preoccupare che dopo due mesi ancora il tutto non si sia cicatrizzato o se il bruciore potrebbe appartenere ad un altro sintomo e se è così a quale? Dovrei fare un altra visita a breve ma nel frattempo volevo delle delucidazioni. Grazie come sempre.

[#13]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Teoricamente due mesi dopo dovrebbe essere a posto
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#14] dopo  
Utente
Grazie come sempre della risposta. Dall'ultima visita fatta per il chirurgo, all'analisi visiva e manuale la situazione era apposto, ma a questo punto richiederò una visita con l'anoscopio. Mi scusi la mia ansia, ma sono 6 mesi che questo bruciore anale continua senza sosta e non essendo un esperto, ed avendo fatto tremila visite senza arrivare ad una soluzione mi ritrovo nuovamente in crisi, dopo non aver risolto nulla con la legature delle mie emorroidi di II/III grado. Lei cosa mi consiglia di fare, sono disperato. So che il bruciore anale è uno dei disturbi piu' difficile da curare e da capire quale siano le cause, ma volevo solo capire se questo bruciore puo' essere causato ancora dalle emorroidi o da qualsiasi altra causa, anche perchè è l'unico sintomo che avverto. Grazie mille per il suo tempo.

[#15] dopo  
Utente
Specifico di aver anche fatto una colon a settembre che non ha evidenziato nulla, con annessi campioni istologici. Nemmeno una banale colite, nessuna lesione, negativa per malignità.

[#16]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Comprendo il suo disagio. Senta un altro parere. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it