Utente 559XXX
Salve scrivo per avere delle delucidazioni riguardo il mio problema a livello anale.
Da circa un anno soffro di ragade anale, dopo aver fallito la terapia farmacologica un mese fa circa decido di sottopormi a intervento di sfinteretomia minima sottocutanea sinistra sec. Parks. (Come scritto nel referto).
Il medico proctologo mi diagnosticò ragade anale cronica con annesso nodulo sentinella.
L’intervento è stato effettuato in anestesia locale ed è durato circa 5/10 minuti e poi dopo un ora sono stato subito dimesso.
Il post operatorio è andato tutto bene nella norma senza casi di incontinenza, non avevo più dolori e pruriti ecc come prima e il nodulo era scomparso.
Dopo una settimana vado a fare il controllo e il dottore mi dice che la ragade si sta cicatrizzando e sta procedendo tutto per il verso giusto e che non c’era più da fare controlli.
Ora arriviamo al dunque, da circa una settimana mi si è ripresentato un forte prurito anche più intenso di prima in certi casi, che mi accompagna per tutto il giorno e il nodulo sentinella è ricomparso. Premetto che no ho nessun tipo di dolore durante l’evacuazione e nessun traccia di sangue per ora.
È possibile che la ragade non si sia cicatrizzata e quindi non sia guarita del tutto?
Il dottore mi disse che fece un incisone di pochi millimetri, può essere che ci fosse bisogno di un incisione più lunga per la guarigione completa?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il sintomo caratteristico della ragade è il dolore, le cause del prurito potrebbe essere altre.
Va visitato!
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com