Utente
Egregi Dottori,
sono un ragazzo di 20 anni che da diversi mesi soffre di un fastidioso problema.
A partire dall’Aprile 2008 ho cominciato a riscontrare la presenza di sangue rosso vivo e di un muco giallognolo sulle feci.
Il muco è una costante che si palesa ad ogni defecazione, a prescindere dalla consistenza delle feci, è decisamente denso ed appiccicoso e si manifesta in una scala di colori che varia dal giallo chiaro all’arancione.
La presenza di sangue è di solito legata alla maggiore o minore consistenza delle feci, infatti, solitamente si manifesta in casi di stipsi, ma in più di una occasione è capitato che potessi osservare striature di sangue rosso vivo anche su feci non molto composte.
Premetto che conduco una vita decisamente sedentaria che non ho mai fumato e che non ho un’alimentazione molto sana.
Non presento altri particolari sintomi, anche se sovente mi capita di avvertire un fastidio, o dolore poco intenso, alla destra o alla sinistra dell’ombelico.
Mi sono sottoposto ad un esame del sangue ed i valori sono decisamente buoni, eccezion fatta per le IgE che sono risultate decisamente elevate.
Chiedendo scusa per il mio rudimentale e grezzo linguaggio medico, Vi ringrazio anticipatamente per le risposte che mi darete, che certamente risulteranno professionali ed esaustive.

[#1]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile utente,
i sintomi che riferisce non devono essere sottovalutati, mi sembra oramai che sia arrivato il momento di approfondire. in base ai sintomi ed all'età, considerando la limitatezza del mezzo, potrebbe essere un problema emorroidario o infiammatorio del retto o del colon.
le consiglio pertanto di recarsi dal suo medico curante, a quel punto dopo la visita potrà optare se farle fare qualche indagine diagnostica (nel suo caso un'endoscopia di tutto il colon o iniziare con una rettoscopia per poi eseguire la colonscopia) oppure affidarla ad uno specialista (chirurgo, coloproctologo o gastroenterologo in ordine alfabetico).
fatta la diagnosi verrà poi deciso se indicata la terapia.
mi faccia sapere.
cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
mi perdoni ma già nell'agosto 2008 mi sembra ce le fosse stato dato lo stesso consiglio !

https://www.medicitalia.it/consulti/colonproctologia/42986-le-mie-evacuazioni-sono-caratterizzate.html

E lei cosa ha fatto in tutto questo tempo ?
Un consulto on line, per quanto professionale ed esaustivo, non può sostituire una visita medica.
Se già le è stata consigliata una visita specialistica più di sei mesi addietro, non può continuare a scrivere chiedendo consigli e non effettuando quello che le viene suggerito !
In questo modo non prende in giro noi consulenti ma solo se stesso, rischiando di trascurare il suo stato di salute.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile